Archivi tag: Inceneritori

L’orgoglio di un sindaco si misura con il consenso dei cittadini

Nadia Masini, intervistata, dice che “Dobbiamo essere orgogliosi” del lavoro di questa amministrazione e non a caso evita il verbo “siamo”.
Iniziando la sua campagna elettorale per ottenere la ricandidatura il Sindaco sente evidentemente la necessità di dire comunque che si è fatto tutto il bene della città, senza ammettere i gravi errori
compiuti. Del resto non sembrano altrettanto orgogliosi neppure i due assessori della stessa giunta che hanno già abbandonato la Masini per il nuovo candidato alle primarie del PD.

Sui rifiuti, ad esempio, per raggiungere risultati che si avvicinano alle promesse sono stati modificati i metodi di conteggio, attraverso raccolta differenziata multimateriale e l’assimilazione dei rifiuti industriali a quelli urbani. Non è un caso che in questi anni la quantità di rifiuti prodotta dai forlivesi sia aumentata
fittiziamente, al contrario di tutti i luoghi dove si è introdotto il porta a porta. Continua a leggere

Riciclare il tetrapak è possibile? Siamo sicuri?

Una recente campagna pubblicitaria pone l’accento sulla riciclabilità del tetrapak. Condivido le perplessità di Federico Valerio: la separazione del tetrapak dalla carta avviene a mano, e questo è già una nota negativa, ed il dubbio che invece di spedire tutte queste confezioni all’unico stabilimento italiano in grado di separare i fogli diversi di carta, alluminio e plastica finisca tutto in un bel camino è molto forte.

Interrogazione sui rifiuti e sul rapporto della Giunta di Forlì Con Il Consiglio Comunale

Oggi ho presentato l’ennesima interrogazione per chiedere informazioni sullo stato di avanzamento del progetto porta a porta, accantonato dall’amministrazione comunale, questa volta ponendo l’accento sul rapporto tra la Giunta di Forlì ed il Consiglio Comunale.

Il Consiglio ha come suo unico compito quello di dare gli indirizzi delle politiche cittadine e controllarne l’applicazione, ma questi indirizzi sono stati più volte completamente ignorati da questa amministrazione.

Segue il testo dell’interrogazione: Continua a leggere