Assoli contro i brevetti europei sul software

L'”Associazione Software Libero” oggi ha diramato un comunicato per sensibilizzare nuovamente le aziende del software con l’intento di trovare il maggior numero di firme possibile per l’appello ai parlamentari europei contro i brevetti sul software.
Brevettare il software è un’operazione insensata, come sarebbe insensato brevettare un’idea: come nessuno si è mai sognato di farvi pagare dei diritti quando cucinate un piatto di spaghetti con il pomodoro, nessuno dovrebbe mai avere la possibilità di brevettare cose come la barra di scorrimento delle pagine web, oppure l’idea di drag and drop, concetti che ormai fanno parte delle basi dell’informatica, non di un singolo prodotto commerciale.

I brevetti nel software, come da studi di settore, non difendono l’econonomia e lo sviluppo degli applicativi, ma ne tarpano le ali, facendo perdere un sacco di tempo ai programmatori e rendendo impossibile l’implementazione di soluzioni. La cosa, purtroppo, non riguarda solamente il software libero, ma tutto il mondo dell’informatica come la intendiamo oggi.

Il pericolo non è relegato alle aziende produttrici di software, ma anche agli utenti finali che le utilizzano.

Vi prego quindi di fare sentire la vostra voce a riguardo, sperando in un’eco che sia il più forte possibile.

Cerchiamo di slegarci dalle stupide politiche economiche mosse dai grandi brand, per poter credere veramente di vivere in una comunità democratica.

I link dove trovare ulteriori informazioni sono:
http://swpat.xsec.it/
http://softwarelibero.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *