I Pearl Jam danno lezioni alle major

Ecco la notizia che mi aspettavo da tempo:
http://punto-informatico.it/p.asp?i=45972

Qualcuno si sveglia, dopo il successo di iTunes, e fa capire alle Major che si può fare anche senza di loro. Tutta la pubblicità negativa che viene fatta da queste ultime contro la distribuzione in rete non è casuale: se si diffondesse questo modo di fare, tutti gli artisti potrebbero interagire direttamente con gli utenti e vendere i loro album senza nessuna intermediazione, decidendone il prezzo, le modalità di pubblicizzazione ed anche ottenendo più margini di libertà nella composizione stessa dei dischi.

Si potrebbe anche pensare, tabù dei tabù, che gli utenti finali diventino prima o poi veramente attori attivi nell’acquisto della musica in quanto arte, terminando l’era in cui viene loro imposto cosa ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *