Luci senza emozioni

Quest’anno il gesso mi ha bloccato in casa, costringendomi a vedere il “fuori” un pò per volta. Non so se sono io che sono cambiato, ma quest’anno le luci di Natale sono particolarmente prive di emozioni.

Luci numerosissime, luci fittissime, luci inesistenti, luci appese per obbligo, verso familiari o clienti.

Luci poco emozionanti, d’altra parte troppo inflazionate per stupire veramente gli occhi.

Così come il finto perbenismo, di chi invia auguri spesso forzati, di chi scrive auguri di un mondo migliore, bestemmiando e smoccolando imprecazioni prima e dopo la composizione della frase senza un attimo di pausa in mezzo, anche le luci più banali finiscono per farmi provare un’emozione opposta a quella voluta.

Se le lucciole d’estate non fossero così piccole e così intermittenti, fuggenti e spesso inaspettate, sarebbero così emozionanti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *