Consiglio Comunale 13/9/2004

Lunedì si è svolto un Consiglio Comunale molto teso, incentrato quasi totalmente sulla vicenda dei rifiuti tossici.

In mattinata avevo presentato una interrogazione, che non è stata inserita nell’ordine del giorno (purtroppo l’Assessore ha 30 giorni di tempo per la risposta, e non si è ritenuto opportuno trattarla subito, ipotizzo per le questioni politiche che solleva).
Se volete potete leggere il testo qui:
Interrogazione Rifiuti Tossici

Dopo che la Masini ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile per tutelarsi dai danni provocati alla salute pubblica, ogni gruppo ha fatto il suo intervento.

Nel mio, ho ricordato che nel programma elettorale del Sindaco è riportato esplicitamente un richiamo alla “vigile attenzione sugli impianti di smaltimento e di stoccaggio dei rifiuti delle aziende private forlivesi” ed ho chiesto che questo importante obiettivo venga messo tra le priorità di questa Giunta, anche alla luce dei fatti di questi giorni.
Ho poi continuato dicendo che le ipotesi diffuse in questi giorni, se confermate, mostrano una immagine di una rete di controlli (ambientali e sanitari) bucata, dalla quale c’è il ragionevole dubbio che possano essere passati altre autorizzazioni, tra le quali il raddoppio dell’inceneritore di Mengozzi e la terza linea di Hera per l’incenerimento dei rifiuti.
Alcune delle persone in custodia cautelare in questi giorni, hanno avuto ruoli importanti nella conferenza dei servizi per la valutazione di impatto ambientale dell’inceneritore di Hera, conclusasi il 18 Agosto.
Per questo motivo, ho chiesto una rivalutazione di questi progetti, per accertarne la regolarità e la correttezza dei documenti tecnici presentati ed approvati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *