Fobia

I sintomi sono sempre gli stessi, il modo di procedere pure.

1. Si parte da una notizia di cronaca nera.

2. I telegiornali danno notevole risalto all’accaduto

3. I media vanno alla ricerca di qualsiasi notizia somigli almeno di striscio a quella precedente, dando l’impressione che al momento succeda solo quello.

Al di là del fatto che alcuni episodi accadono con regolarità , e non soltanto nel breve-medio periodo in cui l’attenzione vi è focalizzata, credo che sia sempre rischioso far sembrare differente una situazione che in realtà non è mutata con il tempo, perché comunque questa movimentazione dell’opinione pubblica porta sempre all’approvazione di leggi sull’argomento fatte in fretta e sull’onda emotiva, piuttosto che sulla lucida analisi del problema.

Così, come per i cani da combattimento (per settimane non si è parlato d’altro), prevedo che nei prossimi giorni si parlerà molto di rapine agli esercenti. Spero non si arrivi a dire che è necessario armarsi per difendersi, perché questo é il primo passo per un sistema “all’americana” della gestione delle armi da fuoco.

Consiglio di leggere qualcosa su quello che accade ogni anno in america, partendo magari dal film-documentario “Bowling a Columbine” di Michael Moore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *