Repubblica e le cagate su SUN

Posto qui l’intero articolo uscito nel supplemento Affari e Finanza di questo Lunedì di Repubblica, perché è veramente divertente.

Il primo prodotto di una “famiglia” dalle avanzate funzionalità e dai costi limitati

La Sun grazie a Java entra nei sistemi operativi

MICHELA DE JULIO

La Sun Microsystems entra alla grande nel mondo dei sistemi operativi lanciando Java Desktop System 2003, un sistema scritto interamente in Java, una delle creature predilette del gruppo. Il sistema è stato lanciato in autunno e ora già si sta arricchendo di nuove rivoluzionarie potenzialità multifunzione in 3D: le piatte finestre dei programmi di Windows prendono finalmente forma e corpo, trasformandosi in immagini tridimensionali che sarà possibile guardare da ogni prospettiva e spostare con il cursore del mouse o addirittura con le dita (purché il monitori sia dotato di sistema touchscreen).
Grazie alla struttura aperta in quanto basata totalmente su Java, il linguaggio che ha fatto la fortuna dell’azienda americana in questi ultimi anni e che si trova oggi alla base di moltissime applicazioni software, e alla sua natura open source indipendente dallo sviluppo di un unico vendor, il sistema operativo di Sun potrà essere rielaborato in vari modi a seconda delle esigenze specifiche delle diverse industrie o essere customizzato sui gusti del singolo utente. Il sistema sarà integrato con la Java Virtual Machin e con la Java card, che consente l’autenticazione utenti assicurando che gli utenti stessi abbiano accesso solo ai propri dati e applicazioni. «E’ una soluzione desktop completa, sicura ed economica di fascia enterprise, facile da usare e interoperabile con le infrastrutture già esistenti», afferma Franco Roman, capo di Sun Italia. «Tra le sue caratteristiche rientrano un aspetto integrato e omogeneo, temi grafici familiari e interoperabilità con i documenti e i servizi di stampa degli ambienti Linux, Solaris e Windows». Il sistema di sicurezza Linux/Unix previene modifiche ai file di sistema e l’accesso di virus e worm. Tra l’altro, il Java Desktop System 2003, proprio perché basato su Linux e gli standard open source, si coniuga bene con la suite applicativa Star Office 7 targata Sun, l’equivalente del pacchetto Office di Microsoft dotato di fogli per l’elaborazione dei testi, fogli elettronici di calcolo, strumenti per le presentazioni in formato slide oltre al software per la posta elettronica e al browser di navigazione su Internet. L’offerta Sun è totalmente compatibile con i sistemi concorrenti e con molte applicazioni gratuite open source. Un package completo che potrebbe con il tempo diventare il diretto concorrente di Windows, visto anche il costo inferiore: 100 dollari all’anno per desktop. Fino a giugno del 2004 è anche in promozione a metà prezzo.

Notevoli i passaggi sulla Java Virtual Machin (Machine?), sul fatto che sia un desktop tridimensionale (probabilmente l’autrice confonde le nuove funzioni 3d di Java), sul fatto che sia scritto interamente in java.
Ricordo che il Java Desktop non è altro che una distribuzione Linux con integrate le soluzioni per lo sviluppo Java.

Sapevo che il nome avrebbe tratto in inganno qualcuno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *