Senato, approvato in commissione ddl riforme istituzionali

In questi giorni in Senato si sta parlando di riformare la costituzione, senza che nessun media lo annunci.
Tra le altre cose, pare, ci sia l’introduzione di un parlamento padano.
Ecco un quote da yahoo del 16:

Riforme: Allarme Centrosinistra, Unita’ Nazionale a Rischio

(ASCA) – Roma, 16 gen – Con il progetto di riforme istituzionali della CdL l’unita’ nazionale dell’Italia e’ fortemente a rischio. E’ quanto denuncia il centrosinistra, che tutto unito, da Rifondazione all’Udeur, lancia un ”preoccupato appello” all’opinione pubblica perche’ si inizi una resistenza verso un ”disegno di dissolvimento” dello Stato e dell’unita’ nazionale, ”facendoci tornare a prima dell’unita’ nazionale realizzata dal Risorgimento”. L’appello e’ stato formulato in una conferenza stampa al Senato con la partecipazione di Piero Fassino e di Francesco Rutelli, e di esponenti dei partiti di tutto l’arco dell’opposizione. Presentando lo scopo della conferenza stampa il presidente dei senatori della Margherita, Willer Bordon, ha parlato di un ”appello salvapatria” sottolineando che il ”nostro richiamo e’ serissimo, forte e molto preoccupato”. Di qui l’appello a tutta l’opinione pubblica che oggi formuliamo e che e’ rivolto anche a quella parte della maggioranza che ha mostrato di non condividere l’impostazione di questa riforma di rottura dell’unita’ nazionale.

Ed uno di oggi.

Roma (Reuters) La Commissione affari costituzionali del Senato ha approvato a maggioranza il disegno di legge del governo sulle riforme istituzionali. Lo riferisce una funzionaria della Commissione di Palazzo Madama.

Giovedì 22 gennaio la discussione approderà in aula.

Da alcune settimane il Senato sta discutendo del ddl di riforma costituzionale, la cui bozza è stata elaborata dai “saggi” della Casa delle Libertà quest’estate e prevede, tra i suoi punti principali, che il Senato si trasformi in una Camera delle Regioni e che il presidente del Consiglio abbia poteri più ampi.

Spero che non sia così preoccupante come sembra ad occhio, e spero che se ne parli al più presto per far luce su quello che sta accadendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *