Mostra del Palmezzano al San Domenico di Forlì

Vergine del PalmezzanoDomenica 4 Dicembre, fino al 30 aprile 2006, si aprirà la grande e attesa mostra dedicata a Marco Palmezzano, pittore forlivese, allievo del Melozzo, che segnò il Rinascimento in Romagna, inaugurando il nuovo complesso museale San Domenico.

La sede dell’evento sarà quindi il Complesso monumentale San Domenico in Piazza Guido da Montefeltro – Forlì (guarda la mappa per arrivare al San Domenico).
Logo San Domenico

Se volete vedere dall’alto il complesso all’interno del contesto cittadino potete aprire la foto satellitare di google del Complesso Monumentale, ripresa ancora in fase di restauro.

Raccolta di firme contro i contributi statali agli inceneritori

Greenpeace ha messo in piedi una raccolta di firme per chiedere l’eliminazione dei contributi statali agli inceneritori (i famosi CIP6), che vengono tolti dalle energie rinnovabili a causa del recepimento errato di una direttiva europea, per il quale siamo attualmente in mora.
Vi chiedo di sottoscrivere la petizione e farla firmare a più persone possibile, perché questa potrebbe essere la chiave di volta per fermare tutti gli impianti italiani attualmente in approvazione, perché è solo con i sussidi statali che questi diventano competitivi a livello economico.

Petizione contro i contributi agli inceneritori

500° Articolo

Questo è il 500° articolo di questo blog, che il prossimo Maggio compirà due anni di vita.
Io credo che sia una esperienza di disponibilità e di partecipazione importante, e lo dimostra il fatto che i commenti e le visite sono in continua crescita (a parte il temporaneo momento del passaggio al nuovo dominio), così come lo sono anche le altre esperienze simili che sono nate nel frattempo, sull’onda del successo di personaggi famosi, politici e non.

Voglio celebrare virtualmente questo traguardo rimandandovi al primo messaggio che ho scritto su questo mio spazio sul web (attualmente ho 3 altri blog ed un podcast, nel quale a breve inserirò diversi nuovi contributi), che non è né la più vecchia né la più giovane.

Ecco che parte una nuova avventura

Grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato e fatto visita, in questi mesi. Se volete potete aiutarmi ancora di più mettendo un link al nuovo indirizzo nei vostri spazi sul web.

La posizione di ISDE Italia sugli inceneritori

Pubblico volentieri il comunicato dell’assocazione italiana dei medici per l’ambiente (ISDE) sulla loro posizione sugli inceneritori.

ASSOCIAZIONE MEDICI PER L’AMBIENTE (ISDE ITALIA):
LA POSIZIONE SUGLI INCENERITORI

L’Associazione dei Medici Per l’Ambiente (ISDE Italia) è fortemente preoccupata in merito all’ incremento dello smaltimento dei rifiuti tramite incenerimento che si sta proponendo nel nostro paese sia con la costruzione di nuovi impianti (erroneamente definiti termovalorizzatori) sia con l’ amplia-mento di quelli esistenti .

Lo smaltimento dei rifiuti esige, innanzi tutto, una seria politica delle “R” come razionalizzazione e riduzione dei consumi, riduzione alla fonte, raccolta differenziata, riutilizzo, retrocessione d’uso, recupero, riparazione e riciclo. Questa politica, oltre a ridurre i costi economici, presenta impatti ambientali e sanitari nettamente inferiori a quelli prodotti dall’ incenerimento.

L’ incenerimento
dei materiali è, fra tutti i metodi, il meno rispettoso dell’ ambiente e della salute in quanto è inevitabile la produzione di ceneri (che richiedono speciali discariche) e l’immissione sistematica e continua nell’atmosfera di fumi, polveri fini e finissime ed innumerevoli sostanze chimiche estremamente pericolose perché persistenti ed accumulabili negli organismi viventi, quali metalli pesanti, idrocarburi policiclici, policlorobifenili, diossine e furani.

La combustione trasforma infatti anche i rifiuti relativamente innocui quali imballaggi e scarti di cibo in composti tossici e pericolosi sotto forma di emissioni gassose, nanopolveri, ceneri volatili e ceneri pesanti che a loro volta richiedono costosi sistemi di inertizzazione e stoccaggio.

Per noi, Medici per l’Ambiente, è prioritario pensare agli effetti sulle persone più suscettibili e fragili come neonati, malati, anziani e donne in gravidanza. Il rischio che individuiamo non è solo l’aumento dell’incidenza dei tumori ma anche di tutte le altre malattie incluso quelle endocrine, immunitarie, neurologiche e, non ultime, le malformazioni.

Si ribadisce che in problematiche così importanti e complesse devono sempre essere privilegiate le scelte che si ispirano al principio di “precauzione” e alla tutela e salvaguardia dell’ambiente, consci che la nostra salute e quella delle future generazioni è ad esso indissolubilmente legata.

Si chiede pertanto che:
– venga istituita immediatamente una moratoria sui progetti in corso;
– come nel resto del mondo si applichino forti tassazioni per chi realizza inceneritori che, in Italia, ricevono invece sostanziali incentivi economici (perché equiparati per legge ad una fonte energetica rinnovabile…);
– venga incentivata, anche economicamente, la politica delle “R”.

TUTTI GLI UOMINI SONO RESPONSABILI DELL’ AMBIENTE,
I MEDICI LO SONO DOPPIAMENTE!
ISDE- FORLI’ – www.isde.it

Domanda per l’inserimento nell’albo degli scrutatori

Domani scade il termine per la domanda di inserimento nell’Albo degli Scrutatori per le prossime elezioni.

Il modulo si trova nel sito del Comune di Forlì, sezione Ufficio Elettorale.

Le domande compilate potranno essere consegnate o all’ Ufficio Elettorale (dal Lunedì al Venerdì dalle 8,30 alle 13,15), o all’usciera dei Servizi Demografici (dal Lunedì al Venerdì dalle 8,30 alle 13,15 e il Sabato dalle 8,30 alle 12,30) o inviate per posta al seguente indirizzo:

Comune di Forlì
Ufficio Elettorale
Via Guerrazzi n. 2
47100 FORLI’