Firenze. Forum energia: sconti sulle Dia per chi ristruttura le case con risparmio energetico e bioedilizia

Riporto un articolo che mi pare interessante, dal Forum energia di Firenze:

Vista la stangata che la Finanziaria porta ai bilanci dei comuni, imponendo di fatto un vertiginoso aumento delle tassazioni sulle ristrutturazioni edilizie, crediamo che la situazione attuale imponga delle scelte che possono essere non solo benefiche per le casse comunali, ma anche per l’ambiente e per la nostra economia – ha dichiarato Sergio Gatteschi presidente Forum energia onlus. Siamo tutti consapevoli della necessità di intervenire per diminuire i gas che alterano il clima: in questo senso l’edilizia gioca un ruolo molto importante, attraverso le emissioni dovute ai consumi per la climatizzazione delle case (riscaldamento e raffrescamento), per l’energia elettrica, per i consumi di
acqua. Sull’edilizia, pubblica e privata, sono state emesse numerose direttive dall’Unione europea, e la recentissima legge n. 5 della Regione Toscana prevede esplicitamente (art. 146) che i comuni possano “…applicare incentivi economici mediante la riduzione di oneri di urbanizzazione secondaria in misura crescente a seconda dei livelli di risparmio energetico, di qualità ecocompatibile dei materiali e delle tecnologie costruttive utilizzate, nonchè dei requisiti di accessibilità e visitabilità degli edicìfici, fino ad un massimo del 70 per cento”. All’articolo successivo si afferma poi che la conformità del progetto a quanto previsto per raggiungere maggiore sostenibilità nell’edilizia riguarda sia la richiesta del permesso a costruire (e quindi la nuova edificazione) che la denuncia di inizio attività (e quindi le ristrutturazioni). Per il Comune di Firenze si offre quindi l’occasione di differenziare le tariffe sulle Dia incentivando i comportamenti virtuosi dal punto di vista della sostenibilità ambientale, e di mettere in moto un’economia basata sul rispetto dell’ambiente e
sulle innovazioni tecnologiche. Invitiamo quindi gli organi comunali competenti a prendere in seria considerazione questa ipotesi: sconti ed incentivi per chi costruisce e ristruttura diminuendo consumi ed emissioni, ed aumentando l’accessibilità e la vivibilità degli edifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *