I Verdi romagnoli alla convention di Roma dei comitati per la candidatura di Pecoraro

Convention Primarie Pecoraro Scanio 2005Decine di Verdi romagnoli ieri erano presenti alla Convention di Roma per sostenere la candidatura di Pecoraro Scanio per le primarie dell’Unione. E’ stato un importante momento, anche per la presenza di Prodi, che ha visto diversi personaggi famosi impegnati nel sociale fare dichiarazioni di stima e di supporto alla candidatura del presidente dei Verdi.
Ricordiamo, inoltre, che sono ancora aperte le registrazioni per gli studenti ed i lavoratori fuori sede per poter votare alle primarie a Forlì. Basta recarsi nell’ufficio dei Verdi in via Volturno 11, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Per ulteriori informazioni, potete contattarmi via email.

Votare Alfonso Pecoraro Scanio alle primarie dell’Unione servirà a rafforzare Romano Prodi. Ne è convinto lo stesso presidente dei Verdi che ieri a Roma ha tenuto la convention a suggello della propria campagna elettorale per la consultazione del 16 ottobre. Prima dell’inizio della kermesse Pecoraro si ferma con i giornalisti e parla anche della manifestazione di ieri mattina in Piazza del Popolo: “e’ stato un segnale importante per la grande unità della coalizione, ma anche il grande impegno a fare in modo che le primarie rafforzino la nostra coalizione e migliorino il nostro programma, nel quale vanno inseriti i temi concreti che ancora sono assenti, ma che sono necessari”. “La convention di ieri – prosegue il leader dei Verdi – è la più grande manifestazione nella storia dei Verdi. Abbiamo oltre cinquemila comitati che mi stanno sostenendo perché nel programma del centrosinistra siano inseriti temi importanti: l’agricoltura biologica di qualità, il mangiar sano senza ogm, l’ambiente, i diritti degli animali, lo stop alla vivisezione, il ritiro immediato delle truppe dall’Iraq, i pacs e più diritti per i giovani. In particolare ci battiamo contro il precariato perché il lavoro del futuro sarà dato molto di più dall’energia solare piuttosto che dal nucleare”. Ma quanti voti si aspetta Pecoraro scanio alle primarie? “I Verdi – risponde il leader del partito – sono la formazione che nel centrosinistra ha meno tesserati e infatti noi abbiamo molti più voti di opinione che tessere. Abbiamo trentamila iscritti e speriamo di portare a votare per me e per il programma dell’Unione molte più persone dei nostri iscritti e quindi decine di migliaia”. Il presidente dei Verdi spiega che i voti che conquisterà rafforzeranno la premiership di Prodi: “quello dato a me è l’unico voto che consentirà domani anche a Prodi di fare un Governo più ecologista, più pacifista e più progressista, senza subire i ricatti dei neocentristi. Il nostro appoggio a Prodi è sempre convinto e lo dimostra il fatto che io sono l’unico candidato alle primarie che ha invitato alla propria convention il leader dell’Unione. Il voto per me aiuta la coalizione ad essere più unita e l’Italia ad avere un Governo che assomiglia più a quello di Zapatero in Spagna e meno a quello di Blair, che ha portato la Gran Bretagna in guerra in Iraq”. A chi gli fa notare le critiche del centrodestra, che più volte ha parlato di primarie finte, Pecoraro risponde: “il mio slogan è ‘insieme si puo”. Insieme ai cittadini che mi sosterranno e insieme a Prodi, che è il candidato che tutti abbiamo scelto per la premiership. Siamo davvero leali, Prodi ha voluto queste primarie forse perché temeva maggiormente la slealtà di altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *