Il comunicato del Clan-Destino in merito autorizzazioni degli inceneritori

Comunicato stampa:
AGENDA 21: GRAZIE PER AVER PARTECIPATO, ANDRA’ MEGLIO LA PROSSIMA VOLTA! – FIRMATO IL VOSTRO PRESIDENTE PROVINCIALE

Finalmente questa Amministrazione, sia provinciale che comunale, ha smesso i panni della progressista aperta al confronto con i cittadini e ha rimesso quelli che le sono propri: si è dimostrata destra esecutrice di un piano prefissato, lontano dai cittadini, e vicino alle tasche di Hera.

Il metodo, ormai è consolidato: le calure pre-agostane hanno rinvigorito gli intenti della conferenza dei servizi, che in un solo colpo ha approvato il raddoppio dell’inceneritore di Mengozzi e la costruzione della terza linea di Hera.

Quali risposte verranno date ai cittadini che armati di buone intenzioni hanno cercato di avvicinarsi ai processi decisionali tramite Agenda 21? Come si può giustificare un processo di Agenda 21 dove la popolazione è chiamata a partecipare alla vita amministrativa, quando tutto è già stato deciso?

E’ evidente e palese, in tutta la sua bassezza, l’intento riprovevole degli amministratori: nella sala principale si offriva la possibilità di appropriarsi di spazi democratici, in corridoio invece si decideva il golpe, con un sorriso beffardo sulle labbra.

In ragione di quali obiettivi si muove un politico, sordo alle richieste di quasi diecimila cittadini (firmatari della petizione promossa dal Clan- Destino) e oltre duecento medici?
Quale alto interesse è stato perseguito per il bene della comunità (poiché altro obiettivo non dovrebbe avere un politico, se non il meglio per la sua cittadinanza)?

E ancora, qual è stata la risposta del Ministro Storace al Presidente Geometra Bulbi in merito alla pericolosità dell’inceneritore? E’ possibile renderla pubblica, affinché tutti i cittadini siano edotti in merito alle virtù di tale impianto?

Che fine farà il documento prodotto dai forum di Agenda 21? Riceveranno forse gli stakeholders un bigliettino recante la scritta “grazie per aver partecipato – andrà meglio la prossima volta! Firmato il vostro Presidente”?

Questa amministrazione assomiglia alla sua creatura: proprio come un inceneritore raccoglie il peggio e lo mischia, non valorizza i suoi prodotti, brucia le sue risorse, e manda in fumo le sue possibilità, a danno dei suoi elettori.
Consideriamoci elettori-spazzatura: da confondere, svendere e svalutare fino al momento del tornaconto e del guadagno.
In quel caso, proprio come i rifiuti, torneremo ad essere considerati “fonte rinnovabile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *