Il progresso nella mobilità

Pubblico in anteprima l’articolo che verrà pubblicato nel prossimo numero di Comune Aperto a nome del Gruppo Consiliare dei Verdi di Forlì-Cesena.

Il progresso nella mobilità.

Lo scopo dell’attività politica di una amministrazione è quello di migliorare le condizioni di vita dei propri cittadini. Le legittime differenze che caratterizzano i vari schieramenti politici sono tutte legate al modo con il quale si concepisce questo miglioramento. Qualcuno punta ad uno sviluppo incontrollato, i Verdi ritengono che il vero progresso si ottenga non tanto con una espansione senza regole, quanto con un miglioramento delle condizioni di vita basato sul ben-essere, la salute e l’habitat che ci contiene.
In alcuni ambiti questa visione è molto semplice: se ad esempio guardiamo alla mobilità pensando che il nostro obbiettivo sia l’incremento del prodotto interno lordo, inevitabilmente finiremo per incentivare gli incidenti (che aumentano la produttività, assieme alle spese economiche e sociali).
Gli strumenti che abbiamo utilizzato finora non sono quindi adatti per valutare quale sia il modo migliore per spostare le persone e le merci, ed è necessario riprendere in mano le nostre città e renderle comode, sicure e vivibili.
Nonostante l’introduzione della patente a punti, siamo ancora di fronte ad un problema molto grave che riguarda la sicurezza nelle strade.
Durante il recente convegno promosso dall’ATR sulla mobilità sostenibile sono stati presentati dati molto preoccupanti: In Emilia Romagna abbiamo 6 incidenti ogni 1000 persone ogni anno, contro una media di 4, e la nostra Provincia ha dati ancora peggiori.
Ci troviamo quindi di fronte ad un dato inconfutabile: mentre la provincia di Forlì-Cesena si colloca al vertice della classifica italiana per vivibilità per effetto dell’eccellenza della gestione del tempo libero, contemporaneamente si colloca nelle ultime posizioni per incidenti, tumori e tutela dell’ecosistema.
E’ chiara, quindi, l’attenzione che questi ambiti necessitano nella politica locale, affinché ci sia un miglioramento della qualità della vita che parta dalla risoluzione dei problemi più critici.
Il programma del Sindaco, sottoscritto da tutte le forze politiche della maggioranza, pone come obbiettivo prioritario l’attuazione di una nuova idea di mobilità, che coniughi ambiente e sviluppo, e come strumento per l’attuazione il nuovo Piano generale del traffico urbano.
Al suo interno, sempre secondo il programma, verranno introdotte le azioni da attuare: ampliamento dell’isola pedonale, sviluppo delle piste ciclabili, potenziamento del trasporto pubblico, parcheggi scambiatori per autobus, utilizzo di mezzi pubblici non inquinanti.
Ad un anno dalle elezioni, è giunto il momento che questo piano venga presentato e discusso con i cittadini, affinché tutte le opere necessarie al miglioramento della mobilità della nostra città possano partire.
I cittadini sono i primi a chiederlo, perché la salute è un bene al quale non si può rinunciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *