Influenza aviaria, quando in Italia?

Mentre in Italia siamo ancora indecisi se bloccare o no la caccia agli uccelli migratori, gli esperti ipotizzano che l’influenza aviaria arriverà nel nostro paese la prossima settimana (ovviamente sono solo ipotesi).
Niente allarmismi, ma c’è bisogno di avviare tutte le contromisure possibili. Domani pubblicherò un podcast con Delogu su Copiacarbone.org.
Nel frattempo, sappiate che:
– la carne di pollo è cotta e non presenta problemi. Il rischio degli allevamenti (soprattutto quelli intensivi) deriva dal contatto tra personale e gli animali, che sono stipati in condizioni pietose (meno di un foglio A4 di spazio a testa).
– Le uova non sono sterilizzate, meglio evitare
– Il Tamiflu pare inutile, oltre che costoso: non è mai stato testato sull’uomo e non è risultato efficace alle prime prove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *