Inquinamento atmosferico e Mobilità Sostenibile

La retrocessione del Comune di Forlì nella classifica delle città per la qualità ambientale a causa del peggioramento della qualità dell’aria, impone agli amministratori comunali di adottare misure forti e incisive affinché si raggiunga l’inversione di tendenza. Le statistiche riportano un elevato consumo di carburante pro capite e un altrettanto elevato numero di auto immatricolate in proporzione agli abitanti.
Il traffico veicolare urbano è indubbiamente tra le maggiori cause che concorrono alla formazione dell’inquinamento atmosferico, pertanto per migliorare e tutelare le condizioni di salute dei cittadini occorre intervenire sulle politiche del traffico con decisioni coraggiose e incisive previste dall’accordo di programma fra Regione Emilia – Romagna Province e Comuni superiori a 50.000 abitanti per la riduzione degli inquinanti in atmosfera, non limitandosi al solo provvedimento delle targhe alterne il giovedì.

Obiettivi strategici sono:
miglioramento sensibile della qualità dell’aria in virtù di politiche di mobilità sostenibile che riducono il traffico veicolare privato;
riduzione drastica degli incidenti stradali .

Dall’inizio dell’anno i nuovi limiti UE obbligano il Sindaco ad emettere ordinanza di blocco totale del traffico al trentacinquesimo giorno di superamento della soglia di pericolosità, posta per quest’anno a 50 mg/mc.
Nel solo mese di gennaio è stata superata la soglia dei 50 mg/mc, per oltre un terzo delle 35 giornate bonus annue.
C’è quindi da pensare che il blocco totale ci accompagnerà per parte della primavera e per l’autunno e l’inverno prossimo.

I provvedimenti da prendere subito, anche senza ricorrere a costosi investimenti strutturali, potrebbero essere i seguenti:
incremento delle zone pedonali e/o delle ZTL con un obiettivo minimo non inferiore al 10% del territorio urbano, da estendere alla cerchia dei viali di circonvallazione con provvedimento immediato;
conseguente revisione di alcune linee di trasporto urbano;
Blocco del traffico la Domenica fino ad Aprile;
Sviluppo, nei capitolati d’appalto di opere pubbliche e servizi, di titoli di preferenza per l’utilizzo di mezzi omologati almeno Euro 2, privilegiando i parchi veicolari eco-compatibili, (elettrici, ibridi, gas metano e gpl). Tale iniziativa è da estendere alle aziende che svolgono il trasporto di persone, merci, ed erogazione dei servizi;
indirizzare le Aziende di trasposto pubblico locale e di servizi all’utilizzo di gasolio con tenore di zolfo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.