Misa-2: Studio degli effetti dell’inquinamento sulla salute in 15 città italiane

MISA-2: studio degli effetti dell’inquinamento atmosferico, sulla mortalità e i ricoveri ospedalieri in 15 grandi città italiane

Di inquinamento ci si ammala. E si muore. Questo, in estrema sintesi, è il risultato del MISA-2.
Un pool di esperti distribuito nelle 15 più grandi città italiane ha stimato il numero di decessi (per
tutte le cause naturali, per cause cardiovascolari e respiratorie) e di ricoveri ospedalieri (per cause
cerebrovascolari e respiratorie) attribuibili all’inquinamento atmosferico. A rigore di logica
gli inquinanti sono tutti espressione di un unico fenomeno più complesso, l’inquinamento
atmosferico, e sono correlati tra loro (dove c’è un contaminante, spesso c’è anche l’altro) cosicché è impossibile scinderne gli effetti. In pratica, non si possono sommare i morti da PM10 con quelli da altri inquinanti, perché ognuno di essi è solo un indicatore degli effetti della contaminazione complessiva. Per questo motivo sono utili, ma non sono sufficienti, i provvedimenti tesi a ridurre i singoli componenti: l’inquinamento va ridotto nel suo complesso.
Trasmetto il testo del comunicato stampa di MISA-2 aggiungendo, come mia opinione, che esistono soluzioni pratiche al problema: riduzione (o meglio sarebbe il blocco) dell’accesso in città dei veicoli maggiormente inquinanti e utilizzo di veicoli a inquinamento zero.
I veicoli elettrici da trasporto merci e/o persone rappresentano la scelta giusta e praticabile, da
subito.

Misa 2 Comunicato Stampa

Massimo De Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *