Mobilità e sicurezza stradale

Oggi sono andato all’inaugurazione della Rotonda di via Spazzoli con via Cerchia. Dopo l’inaugurazione siamo andati nella sede di Quartiere, dove c’è stata una presentazione dei progetti approvati per Bussecchio, al quale è seguita una sorta di assemblea sulla mobilità e sulla sicurezza. I cittadini intervenuti, immagino abbastanza rappresentativi di tutto l’insieme degli abitanti del quartiere, hanno chiesto a gran voce degli interventi di moderazione della velocità, di un maggiore rispetto dei divieti attraverso un aumento delle sanzioni, una messa in sicurezza dei passaggi pedonali e delle piste ciclabili all’interno delle zone residenziali.
Sono sicuro, ed in questi mesi ne ho avuto diverse conferme, che queste richieste siano presenti in tutta la città. Probabilmente a Forlì è stata per troppo tempo la sicurezza stradale e la mobilità non veicolare, pagandone grosse conseguenze con un alto numero di vittime sulla strada. Se le rotonde migliorano la situazione, bisogna pensare anche a tutti gli altri piccoli interventi che possono salvare la vita, come i dossi per rallentare la velocità, le zone trenta, i divieti di transito e di sosta, oppure gli autovelox per multare chi supera i limiti di velocità.
In questo senso il lavoro della nuova Giunta sarà già visibile nei prossimi mesi, quando partiranno i primi lavori, sperando che si decida presto di aumentare i fondi destinati a questi interventi ed a quelli per la moderazione del traffico veicolare, per favorire una mobilità più sicura e sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.