Palmezzano, itinerari nella città di Forlì

Dal San Domenico, alla Pinacoteca civica, a San Mercuriale, alla Chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino a quella di San Biagio: Forlì rende omaggio al celebrato artista del Rinascimento romagnolo. Lunedì 12 Dicembre la presentazione della pubblicazione “Madonna con Bambino in trono e Santi”

Il varo del San Domenico e il taglio del nastro della mostra “Marco Palmezzano, il Rinascimento nelle Romagne”, hanno riscosso in questi giorni l’ampio consenso della stampa e del pubblico. La città ha voluto però offrire un programma ancora più ampio e completo attraverso l’attivazione di percorsi cittadini che invitino il pubblico a visitare Forlì “sulle tracce” del Palmezzano in itinerari che sono parte integrante dell’esposizione.
Dal San Domenico, avviandosi verso corso Diaz, si potrà raggiungere la Chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino dov’è conservata una pregevole tavoletta dedicata alla “Visitazione”, uno dei numerosi temi sacri interpretati dall’arte di Marco Palmezzano. Raggiungendo Piazza Saffi, sarà la splendida Abbazia di San Mercuriale a farsi teatro delle opere del celebrato artista: dalla tavola con “Crocifisso e Santi” nella Cappella del Sacramento, alla celeberrima pala dell’”Immacolata Concezione con Santi e l’Eterno in gloria”, in cui è raffigurata la Forlì del tempo; l’opera è collocata nella restaurata cappella Ferri, dove anche gli affreschi di recente scoperta parrebbero attribuibili alla mano del forlivese. Nello scrigno di tesori di San Mercuriale, spicca un’altra pala d’altare del Palmezzano: “Madonna con Bambino e i Santi Giovanni, Evangelista e Caterina d’Alessandria”.
Uscendo da San Mercuriale, ci si potrà poi dirigere verso la Chiesa di San Biagio che conserva il trittico “Madonna con Bambino in trono e Santi”, cui Paolo Poponessi, Fernando e Gioia Lanzi hanno dedicato un volume che verrà presentato con ausili multimediali al teatro “San Luigi” lunedì 12 dicembre alle 21, alla presenza del Direttore dell’Opera Salesiana Piergiorgio Placci, dell’Assessore alla Cultura Gianfranco Marzocchi e del Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi Piergiuseppe Dolcini.
L’itinerario si conclude con la visita alle collezioni della Pinacoteca civica, in corso della Repubblica, che ospita alcuni “gioielli” di Marco Palmezzano, quali la grande “Annunciazione” e l’”Andata al Calvario”, esempi dell’indiscussa autorevolezza prospettica e del grande senso coloristico con cui Marco Palmezzano “pictor foroliviensis faciebat”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.