Se l’8 per mille paga la guerra in Iraq

Forse non tutti sanno che la nostra missione in Iraq viene pagata per un buon 16% dai contributi che i cittadini italiani versano allo Stato nell’8 per mille. Circa 80 milioni di euro l’anno che sarebbero destinati alla cultura, e che invece vanno a coprire le spese della seconda guerra del golfo.

Così, perché si sappia.

Una risposta a “Se l’8 per mille paga la guerra in Iraq”

  1. Cesare Zavalloni dice: Rispondi

    Non va meglio ai denari presi dall’8 per mille e destinati alla cultura.
    Un recente miniscandalo che ha coinvolto il sindaco di Catania, Scapagnini, medico di Berlusconi, ha comportato per lo Stato un esborso di diversi milioni di euro per pagare conti in sospeso di ballerini e librai.
    Ne ha parlato anche il Corriere:
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/08_Agosto/21/scapagnini.shtml

    Cesare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.