Smog e salute. Cosa Respiriamo? Sabato 1 Dicembre Forlì

Con preghiera di diffusione

Sabato 1 Dicembre ore 15.30 presso la Sala Ex Avis della Circoscrizione 1 in via G. Della Torre 1 (Ex Ospedale Morgagni) si terrà l’evento dal titolo
SMOG e SALUTE. Cosa Respiriamo?
Incontro pubblico per una politica rigorosa in materia ambientale.

Intervengono il Dott. Pierdomenico Tolomei, Coordinatore della Commissione Problematiche di Sanità Pubblica dell’Ordine dei Medici di Forlì-Cesena ed il Dott. Franco Fabbri, urologo.

L’iniziativa è promossa da WWF, FIAB, MEETUP AMICI DI BEPPE GRILLO, ILPASSATORE.IT, ITALIA NOSTRA, COORDINATORE COMITATO DI QUARTIERE PIEVE ACQUEDOTTO, SINISTRA DEMOCRATICA, COMUNISTI ITALIANI,
RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA, VERDI, COMITATO ROMA XX OTTOBRE 2007, CIRCOSCRIZIONE 1 COMUNE DI FORLì.

Tutta la cittadinanza è invitata.

Il dibattito di questi giorni sul piano del traffico ha coinvolto solo la parte della cittadinanza che è contraria alla sua applicazione. Sono invece numerose le associazioni, le forze politiche e le persone che ritengono un grave errore fare un passo indietro su quanto è stato raggiunto finora.

Diciamo no con forza alla gratuità della sosta, soprattutto se vuole passare attraverso una finta sperimentazione, che ha il solo obiettivo di aumentare le auto senza aumentare l’interesse per il nostro centro
storico.

Chiediamo quindi al Sindaco ed alla Giunta di non procedere su questa scelta, ed attivare invece altri strumenti a favore della mobilità sostenibile. Siamo disponibili ad un incontro propositivo, per individuare altre modalità per il rilancio del nostro Centro Storico.

Scarica il volantino dell’iniziativa e diffondilo:
Smog e Salute – Fronte
Smog e salute – Retro

4 risposte a “Smog e salute. Cosa Respiriamo? Sabato 1 Dicembre Forlì”

  1. Peccato Luca, mi sa che ti perdi la settimana più intensa dal punto di vita della politica locale :)

  2. Smog, cosa respiriamo?

    La risposta è venuta alla sala della Circoscrizione 1 palazzina AVIS sabato pomeriggio nel corso dell’incontro-dibattito nel corso del quale il Dott. Pierdomenico Tolomei, Coordinatore della Commissione Problematiche di Sanità Pubblica dell’Ordine dei Medici di Forlì-Cesena ed il Dott. Franco Fabbri, urologo hanno testimoniato come le polveri sottili e ultrasottili emesse dai processi di combustione, siano drammaticamente pericolose per la salute soprattutto di bambini e anziani.
    L’aerosol cui siamo costretti in continuazione è fonte di malattie e decessi in numero davvero rilevante.
    L’iniziativa proposta a seguito delle politiche che incentivano il traffico privato adottate dal Comune di Forlì è stata promossa da WWF, FIAB, Meetup Amici Di Beppe Grillo, Ilpassatore.It, Italia Nostra, Coordinatore Comitato di Quartiere Pieve Acquedotto, Sinistra Democratica, Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, Verdi, Comitato Roma XX Ottobre 2007, Circoscrizione 1 Comune di Forlì.
    Molti gli interventi che si sono susseguiti e tutti molto critici per le scelte che si annunciano quali il parcheggio gratis per dare vita al centro storico, definito un balzo nel passato.
    In una città fuori legge dal punto di vista della salubrità dell’aria questo il messaggio che è scaturito dall’incontro:
    diciamo no con forza alla gratuità della sosta, soprattutto se vuole passare attraverso una finta sperimentazione, priva di strumenti di controllo e misurazione degli accessi e dei picchi di inquinanti, che ha il solo obiettivo di aumentare le auto senza aumentare l’interesse per il nostro centro storico.
    All’incontro coordinato da Fausto Pardolesi (verdi), presidente dimissionario della Circoscrizione n.4, erano presenti fra gli altri Ferruccio Ferucci (Sinistra Democratica) che da ex DS ha detto dell’amarezza avvertita nel vedere che dopo decenni di politiche progressiste l’Amministrazione Comunale si ponga alla retroguardia su tutta la materia ambientale, Oredano Ravaioli (PD) Presidente della Circoscrizione 1 Centro Storico, ha richiesto la chiusura al traffico privato alle 4 porte, l’ex Assessore Morelli (verdi) ha ribadito le sue tesi per un traffico sempre meno caotico, il segretario della federazione forlivese di Rifondazione, Luciano Ruscelli, è intervenuto ribadendo i suoi dubbi sulla serietà della sperimentazione, Marco Paci del WWF ha parlato del centro come di una camera a gas, Antonio Morgani FIAB ha chiesto politiche a favore dell’utenza debole ciclisti e pedoni, numerosissimi cittadini che sensibili alle tematiche trattate hanno espresso sgomento per l’arretratezza delle scelte gestionali del Sindaco e della Giunta.
    Il Presidente del Consiglio Comunale Luciano Minghini (PD) non ha preso la parola.
    Seguiranno nuove iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e politiche affinché il passo indietro compiuto non sia il primo della serie richiesta dalla lobby dei commercianti ma si possa riprendere il percorso della mobilità ambientalmente sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *