3° Forum sul centro-storico – riflessioni

Ieri sera ho partecipato al 3° forum sul centro-storico, durante il quale gli esperti ci hanno mostrato il progetto per la sua rivitalizzazione. 4 grandi interventi su 4 aree del centro: San Domenico, Campus, La rocca di Ravaldino e la cittadella, ed una zona per l’incubazione di nuove e piccole imprese innovative.
Parcheggi di corona (quelli già previsti dal piano del traffico), e percorsi riqualificati, 6-7 nuove porte interne che facciano da collante tra la parte più antica del centro.
Tra le tante proposte a breve termine, invece, voglio citare l’uso del mercato coperto per facilitare la filiera corta, permettendo ai produttori locali di vendere direttamente i loro prodotti, e l’utilizzo agevolato del suolo pubblico per commercianti e ristorazione.

Si è parlato, ovviamente, dell’attuale dequalificazione del nostro centro. Chi la imputa al piano del traffico, applicato in Agosto quando già molte saracinesche erano chiuse, e ne chiede l’immediato ritiro, chi inizia ad ammettere (magari sottovoce) che la limitazione al traffico ed il piano della sosta sono strumenti che stanno avvantaggiando alcune attività perché favoriscono il ricambio negli stalli disponibili.

D’altra parte, torno a ripetere, se favorire l’uso dell’auto portasse vantaggi per il commercio, prima di Agosto nessuno doveva lamentarsi, dal momento che per venti-trent’anni non ci sono stati cambiamenti sostanziali di limitazione.
Altre città dove questo invece è avvenuto da tempo non soffrono di questo problema, e proseguono su questa strada che inizialmente, come ogni cambiamento, ha generato diverse critiche.

Io credo che oggi tutti noi abbiamo una grande opportunità, quella di proseguire nella direzione della riqualificazione del centro con azioni di brevissimo, breve e lungo periodo. Alcune cose possono essere fatte domani, altre richiederanno un po’ più di tempo. Tornare indietro, alla situazione di Luglio, non farebbe il bene del nostro centro.

Un’ultima considerazione. Ho sentito qualcuno lamentarsi che il nostro centro storico non è più accessibile, che non si trova più parcheggio, ecc.
Quando ho chiesto se aveva fatto una prova, mi è stato risposto di no.
Tutto questo allarmismo sulla stampa sta allontanando molti cittadini, che pensano che in Agosto si siano trasformati i nostri viali in trincee con tiratori scelti contro gli automobilisti.

A tutti quelli che leggono chiedo di fare una prova, magari con un gruppo di amici, guardando prima sul sito di ATR le linee dell’autobus ed i parcheggi pubblici che sono a disposizione. Io l’ho fatta, e vi assicuro che acquistare o vivere per una semplice passeggiata nel nostro centro è più facile oggi di un anno fa.

Per chi non vuole cercare sul sito di ATR, questa è la Mappa e tariffe dei parcheggi di Forlì

11 risposte a “3° Forum sul centro-storico – riflessioni”

  1. Caro Alessandro,
    come credo tu sappia bene il tuo blog rappresenta una delle migliori fonti di informazione per essere aggiornati in maniera obiettiva e tempestiva su ciò che capita nella città di Forlì. Nell’ipotesi in cui un giorno tu abbia un momento di sconforto (capita) circa l’utilità del lavoro che stai facendo, sappi che c’è gente come me che legge e apprezza quotidianamente il tuo lavoro.

  2. Grazie Luca, il tuo commento mi ha fatto molto piacere.

    A volte mi chiedo veramente se valga la pena scrivere un lungo commento, dato che è già molto che ne venga letta l’introduzione. Ho trovato, in questi primi anni di esperienza, che scrivere serva in ogni caso anche per ordinare le idee e per mettere in archivio considerazioni che si ritengono importanti. Al contrario della carta stampata le informazioni sul blog rimangono per anni a disposizione di chiunque voglia approfondire.

    Le statistiche di questi ultimi tempi sono molto lusinghiere, ricevo poco meno di 1000 pagine viste al giorno durante la settimana secondo shinystat, qualcuna di più secondo google.

    Spero che qualche messaggio arrivi a destinazione, ad ogni modo continuerò con questo impegno nonostante molti miei colleghi pensino ancora che sia fatica sprecata.

  3. Vorrei sottoporre un piccolo quesito.
    Sabato sono stato alla biciclettata per i bambini, organizzata in piazza, a Forlì.
    Ovviamente abitando a San Martino sono dovuto andare in macchina (avrei potuto prendere l’autobus, ma con una figlia di 3,5 anni scalpitante, in bicicletta, ed una moglie al 7 mese, non me la sentivo).
    Ho parcheggiato nella piazzetta retrostante la chiaesa, ed ho pagato la bellezza di 5 euri. Capisco che così si disincentiva la gente a praticare i parcheggi pubblici in centro, ma mi sembra un furto legalizzato.

  4. Ciao Simone,
    io non faccio molto testo perchè per vari motivi sbicicletto dalla mattina alla sera. Tuttavia, se fossi stato in te, avrei approfittato del fatto che l’intera famiglia era dotata di bici per parcheggiare al parco urbano e raggiungere il centro con quel bellissimo sottopasso (chi l’ha inventato Santo subito) che consente di non incrociare mai auto. Gratis …

  5. Lo so signori, preferisco sempre la bici (sono cicloamatore) ed educo mia figlia in tal senso; il disappunto era lo straprezzo del parcheggio, tutto quì.

    P.S.
    Avevo cmq una situazione particolare, una figlia che non poteva essere lasciata sola in bici ed una moglie che in bici non ci può andare (viste le buche che ci sono per strada) vista la gravidanza.

  6. Caro Simone, i parcheggi lunga sosta (li trovi nella cartina che ho allegato in questo articolo) costano 1,5€ per tutto il giorno, meno per frazioni di giornata.
    Lo scopo del piano della sosta è disincentivare l’uso del mezzo privato a ridosso di Piazza Saffi per la sosta lunga, favorendo la disponibilità di spazi per la sosta breve, quella per intenderci che serve per fare acquisti veloci.

    Oltre, chiaramente, alla riduzione del traffico veicolare privato.

    Se tu avessi parcheggiato in Piazza Guido da Montefeltro (distante poche centinaia di metri dalla piazza principale) avresti risparmiato 3,5 €.

  7. Simone, la domenica non ci sono problemi di parcheggio.
    Alessandro ha consigliato Piazza Guido da Montefeltro, io ti dico che se lasciavi l’auto in Via Matteotti o in Via Manzoni (per intenderci, la strada del bowling) parcheggiavi gratis a 200 mt da Piazza Saffi.
    Ma non è l’unico sistema, nel raggio di 300/500 mt dalla Piazza ci sono parcheggi a volontà e gratis.
    Penso a Via Vittorio Veneto che dista dal centro veramente poco, meno di quanto occorra dal parcheggio di un qualsiasi IPER per entrare nel IPER medesimo.

    Parlare di furto legalizzato è ingeneroso e incongruo.

    Comunque anche tu, che avrai passato una splendida domenica, ricordi i 5 euro del parcheggio e dimentichi la biciclettata.
    Mah.

  8. Provo a mettermi nei panni di Simone, al quale chiedo scusa, perchè lui ci sa stare di sicuro senza il mio intervento.
    Probabilmente lui stesso non ci sarebbe andato se avesse saputo la cifra e le alternative possibili. E’ vero che sta a lui informarsi, ma magari il comune potrebbe dargli una ulteriore mano pubblicizzando con ulteriore clamore le tariffe … che so inserendole nei messaggi a rotazione dei cartelloni luminosi (che fino ad oggi hanno riportato messaggi a mio avviso di scarsa utilità), o indicando la cifra direttamente sulla segnaletica stradale che dirige verso il parcheggio. La loquacità, cioè ripetere le informazioni ovunque si può, paga.

  9. Il Comune ha mandato a casa di tutte le famiglie un numero speciale di Comune aperto proprio con i dati dei cambiamenti, comprese le tariffe.
    Inoltre quando fai il biglietto c’è scritto a chiare lettere sopra il totem, oppure nei cartelli all’entrata dei parcheggi.
    A mio parere c’è stata anche troppa pubblicità, soprattutto nei quotidiani, dove in questi mesi esce l’informazione che in centro non si può più entrare per ZTL e sosta. Io invece credo che l’accesso oggi sia più facile di ieri, dal momento che chi vuole usare l’auto trova il posto e chi invece è disposto a fare due passi parcheggia a poco o gratuitamente.

    D’altra parte se non incentiviamo il passeggio nei viali difficilmente riusciamo ad incentivare la loro riqualificazione.

    Il problema è che tutti i forlivesi vogliono parcheggiare tutto il giorno in piazza XX settembre, che invece deve essere considerato un parcheggio di sosta veloce.

  10. Ah, c’è stata poca informazione sugli aumenti tariffari?

    Ma se non hanno parlato d’altro, ovunque, negli ultimi mesi.

    Tanto che ci siamo, perchè non chiediamo al Comune di rimboccarci le coperte, prima di andare a nanna la sera?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *