I Verdi usciti dalla Giunta, alcune considerazioni politiche

Oggi si è tenuta come preannunciato la conferenza stampa sulle analisi politiche conseguenti all’uscita dei Verdi dalla Giunta di Forlì. Sesto Potere pubblica un ottimo riassunto, che vi consiglio di leggere.

TURRONI (VERDI): “DIMISSIONI MORELLI? CE L’HANNO FATTA PAGARE PER LA VICENDA IPER”

Nel mio intervento io ho fatto notare come il continuo cambiamento delle politiche di mobilità, fatto di passi avanti ed indietro schizofrenici, è esso stesso un freno agli investimenti dei commercianti in centro storico. In questi mesi sono stati introdotti dei cambiamenti che facilitano certamente alcune tipologie di attività. Chi ha investito, o stava decidendo di investire, per allargare lo spazio pubblico occupato, oggi si trova nell’indecisione se proseguire o meno. Qualsiasi cambiamento deve essere duraturo, deve permettere di far capire a chi vuole investire quale sarà il futuro dell’area di fronte all’esercizio: se sarà pedonale avrà tipi di attività diversi dai viali di scorrimento.

Poi ho fatto notare come il primo atto del costituito Partito Democratico sia stato quello di abbandonare un rapporto di fiducia con una forza politica di maggioranza. La terza, dalle elezioni del 2004, che abbandona il nostro Sindaco. Non è un gran bel biglietto da visita per il “nuovo” che avanza. Ed Errani, capogruppo DS, è stato premiato per il suo lavoro: proprio questa settimana diventa capogruppo del PD. Verrebbe da fare qualche battuta sul cambiamento che potrebbero portare dirigenze tutt’altro che vergini nel campo della politica.

Sono sicuro che la base del centro-sinistra, anche al di fuori dell’elettorato Verde, non è tutta in linea con le azioni di questa dirigenza, e spero che ne nascano azioni e mobilitazioni importanti, che partono dal basso. Già il fatto che domani ci siano consiglieri di maggioranza della circoscrizione 1, a prostestare per una politica sulla mobilità seria, la dice lunga sui mal di pancia del partito appena nato (male).

Vedremo cosa ci riserverà il futuro.

Aggiornamento: L’articolo su Romagna Oggi

2 risposte a “I Verdi usciti dalla Giunta, alcune considerazioni politiche”

  1. E questo è un bel resoconto? Mah…

    Comunque avete fatto bene ad uscire, ma dovevate farlo subito quando avete cominciato la polemica dell’inceneritore.

  2. leggendo i commenti all’articolo che hai linkato penso che la base veda bene la scelta di uscire dalla maggioranza. mi colpisce soprattutto il fatto che si parli di città mafiosa. effettivamente soprattutto dopo l’affare iper anche a me non piace come si gestiscono le cose, troppo poca trasparenza. anche la scelta di mettere zelli, legato alla legacoop, a capo dell’urbanistica non è stata una scelta felice e sicuramente ha dato adito a dubbi. ricordo tutte le polemiche che portarono danilo casadei a dimettersi dallo stesso ruolo per incompatibilità pofessionale. ma c’è un’inchiesta in corso che chiarirà, spero, le cose. Per le nomine al partito democratico meglio lasciar perdere, gli apparati dei 2 partiti giocano ancora i loro ruoli (vedi gestione del patrimonio), ho lasciato pure un commento ironico su la tua stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *