Ordine del Giorno per la liberazione dei due prigionieri afgani

Nel corso della seduta di lunedì 26 marzo 2007, abbiamo approvato nel Consiglio Comunale di Forlì il seguente ordine del giorno:
“In seguito alla liberazione avvenuta in Afghanistan del giornalista italiano di Repubblica Daniele Mastrogiacomo c’è forte preoccupazione per le sorti di ADJMAL NASHKBANDI, interprete del giornalista, e di RAHMATULLAH HANEFI, responsabile afgano dell’Ospedale di Emergency a Lashkargah prelevato il 20 marzo da uomini dei servizi di sicurezza afgani.
Hanefi, in particolare, risulta fra coloro che hanno attivamente contribuito alla liberazione del giornalista oltre che rappresentare il punto di riferimento insostituibile al corretto funzionamento dell’Ospedale di Emergency, Organizzazione Umanitaria che dal 1999 ha curato, in Afghanistan, oltre 1.551.000 persone attraverso 28 proprie strutture sanitarie dislocate in diversi punti del paese.
Si richiede pertanto al Governo Italiano il massimo impegno per la liberazione, al più presto, di entrambi”.
Il documento è stato approvato a larghissima maggioranza con 17 voti a favore (da parte dei rappresentanti di gruppi di maggioranza e opposizione) e l’unica astensione del consigliere Baccarini (gruppo Viva Forlì).

3 risposte a “Ordine del Giorno per la liberazione dei due prigionieri afgani”

  1. Ben fatto davvero. Come nota di costume, ti racconto questa piccola cosa. La detenzione di Hanefi non e’ motivata da nessuna accusa. Questi l’hanno preso e basta. In questi giorni l’agenzia peacereporter parla di torture a base di scariche elettriche. Ieri seguivo il TG2 10 minuti delle 20:50. La Russa, dimenticando questi due dettagli, ha detto che la detenzione di Hanefi e’ giusta, dal momento che ha violato la legge. Non scrivo questo con l’intento di formnire giudizi su nessuno. Cerco di riportare fedelmente, nel mio piccolo, gli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *