Respinto il ricorso di Riguzzi: non è più nei Verdi

RIGUZZI NON E’ PIU’ NEI VERDI

Rigettato il suo ricorso – Il Giurì nazionale ha confermato il diniego al suo tesseramento – Sia ora ristabilita la rappresentanza politica in Provincia

Il Giurì nazionale della Federazione dei Verdi, organo di garanzia interna al Partito, ha rigettato il ricorso di Roberto Riguzzi contro il non accoglimento da parte della Federazione della sua richiesta di tesseramento a suo tempo motivata per aver arrecato “…grave danno alla politica e all’immagine dei Verdi”.

Il Giurì nazionale ha ritenuto infondato il ricorso di Riguzzi per diversi motivi tra cui quello che “non è possibile avere dubbi sulla gravità del comportamento tenuto dal ricorrente che può dirsi il più lesivo per una associazione di natura politica per la quale è essenziale la coerenza fra le decisioni espresse dagli organi ed i comportamenti degli associati, specialmente ove questi esplichino mandati all’interno delle istituzioni”.

L’esecutivo provinciale dei Verdi, nel prendere atto della decisione del Giurì nazionale, chiede che in Provincia sia ora ristabilita la rappresentaza politica decisa negli accordi elettorali del 2004.

Forlì, 5 febbraio 2007

Aggiornamento – Ecco il testo integrale decisione del giurì in merito al suo ricorso

2 risposte a “Respinto il ricorso di Riguzzi: non è più nei Verdi”

  1. Bene! Adesso vedremo cosa farà Bulbi. Sono convinto che lo ritroverò nelle liste DS.

    Deve uscire dalla provincia, il suo piano dei rifiuti è da buttare, bisognava tenere conto di Agenda21 e delle considerazioni fatte, non solo di HERA. :-[]

  2. Mi congratulo con la Federazione dei Verdi per la decisione in merito. Finalmente si sente parlare di “coerenza” fra la linea politica espressa da un partito e il comportamento dei suoi rappresentanti, specie se questi occupano un posto all’interno di una istituzione. Se un iscritto ha dei dubbi o non condivide certe scelte deve discuterne all’interno del partito e non agire come gli fa più comodo perchè ne ha il potere e considerare la politica solo come una sua opportunità. Proprio questi comportamenti hanno portato le persone alla sfiducia verso i partiti!!! Penso sia un segnale molto positivo per iniziare una nuova era della politica e, spero, non rimanga solo un atto isolato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *