Risparmio energetico, piano del Governo in sei mosse

Dal Sole 24 Ore:
Risparmio energetico, piano del Governo in sei mosse. Incentivi per 2,5 miliardi di euro – Il Sole 24 ORE

Il pacchetto appena approvato dal Governo per il risparmio energetico prevede fino a 2,5 miliardi di incentivi in tre anni. «Un miliardo sul lato dell’offerta, con il progetto di innovazione industriale per la nascita di una ecoindustria, un miliardo, un miliardo e mezzo sul lato della domanda», ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Pier Luigi Bersani, commentando l’emanazione dei decreti attuativi dei benefici previsti dalla Finanziaria.
La prima misura prevista dai decreti attuativi della Finanziaria riguarda la riqualificazione degli edifici, con l’innalzamento dal 36% al 55% della detrazione fiscale per interventi che consentono di ridurre le dispersioni termiche; per l’installazione di pannelli solari e per la sostituzione di vecchie caldaie con nuove ad alta efficienza.
La seconda misura intende promuovere l’efficienza nell’industria con al detrazione fiscale del 20% per l’acquisto e l’installazione di motori elettrici trifase in bassa tensione ad elevata efficienza con potenza compresa tra 5 e 90 kW sia per nuova installazione sia per la sostituzione di vecchi. Stessa detrazione per l’acquisto e l’installazione di variatori di velocità di motori elettrici con potenze da 7,5 a 90 kW.
Si punta poi a incentivare la mobilità sostenibile attraverso la riduzione fiscale per il Gpl (-20%) e incentivi per creare un parco auto ecologico e diminuire l’inquinamento. Chi, per esempio, sostituisce autovetture Euro 0 ed Euro 1 con altre di categoria Euro 4 ed Euro 5 ha diritto ad un bonus di 800 euro e all’esenzione della tassa automobilistica per due anni.
I decreti attuativi prevedono poi incentivi al sistema agroenergetico stabilendo obiettivi di miscelazione obbligatoria di biocarburanti in crescita fino al 2010; riduzione della tassazione sul biodiesel e sul bioetanolo.
Con il Fondo Kyoto, inoltre, 600 milioni di euro per il triennio 2007-2009 sono stati assegnati in favore di misure di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra.
L’azione del Governo, infine prevede anche l’incentivazione del fotovoltaico, il potenziamento dei certificati bianchi (risparmio energetico), il rafforzamento e la revisione del meccanismo di incentivazione delle fonti rinnovabili, oggi basato sui certificati verdi, l’incentivazione della cogenerazione ad alto rendimento. (Radiocor)

LE SCHEDE DEL MINISTERO
Incentivi più efficaci per il fotovoltaico
Più risparmio con la cogenerazione ad alto rendimento
Bioedilizia per consumare meno energia
Edifici e industria: che cosa fare per ottenere le agevolazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *