Sconti alla Chiesa sull’Ici: la Ue ora processa l’Italia

Da Repubblica.it:

Sarà aperta una pratica d’infrazione per violazione delle norme sulla concorrenza
Sotto tiro negozi e alberghi “collegati” a luoghi sacri

C’E’ CHI in Italia è abituato a ottenere privilegi da qualsiasi governo e autorizzato a non pagare il fisco, ma sul quale nessuno osa moraleggiare. Pena l’accusa di anticlericalismo. L’anomalo rapporto fra Stato italiano e clero è invece finito da tempo sul tavolo dell’Unione europea, che si prepara a mettere sotto processo il nostro Paese per i vantaggi fiscali concessi alla Chiesa cattolica, contrari alle norme comunitarie sulla concorrenza. Oltre che alla Costituzione, meno di moda. Al centro del caso è l’esenzione del pagamento dell’Ici per le attività commerciali della Chiesa. La storia è vecchia ed è tipicamente italiana.

Leggi il resto dell’articolo su Repubblica.it:
Sconti alla Chiesa sull’Ici la Ue ora processa l’Italia – esteri – Repubblica.it

Una risposta a “Sconti alla Chiesa sull’Ici: la Ue ora processa l’Italia”

  1. > Pena l’accusa di anticlericalismo.

    non mi sembra poi una pena così insopportabile, datemi tranquillamente dell’anticlericale ma fate pagare anche loro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *