935 bugie per poter fare la guerra in Iraq

“Sono 935 le dichiarazioni false, relative alla sicurezza nazionale e alla minaccia costituita dall’Iraq di Saddam Hussein, rilasciate dal presidente George W. Bush e sette alti responsabili della sua amministrazione nei due anni seguiti all’11 settembre 2001”: lo documenta uno studio pubblicato oggi da due organizzazioni americane indipendenti, il Center for public integrity e il Fund for independence in journalism.

Purtroppo questa notizia non ha avuto una diffusione adeguata alla sua importanza, anche a causa dei recenti sviluppi politici italiani: solo un quadratino spesso 1 cm su Repubblica e su La Stampa. Grazie a Paola Baiocchi per avermela segnalata.

Fonte: MISNA – Missionary Service News Agency

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *