4 risposte a “A Roma non paga la sosta chi usa mezzi elettrici”

  1. Federico Balestra dice: Rispondi

    Che figata! Come fanno esattamente? I mezzi hanno un bollino oppure i vigili li devono riconoscere uno ad uno?
    Alessandro, non si potrebbe proporre anche a Forlì? Anche solo con un comunicato stampa almeno si farebbe un po’ di pubblicità ai mezzi ecologici.

  2. Non conosco i dettagli, ho trovato solo quella notizia.
    Nel Piano della Sosta della Morelli i mezzi ecologici avevano fortissimi incentivi per gli abbonamenti per la sosta, immagino non siano cambiati (perché non modificano sostanzialmente gli equilibri) ma sono stati poco pubblicizzati.

    Un minimo a mio parere devono comunque costare, perché in questo modo si evita di deresponsabilizzare completamente i proprietari: lo spazio è comunque prezioso.

  3. Federico Balestra dice: Rispondi

    Purtroppo lo sconto vale solo sull’abbonamento. Anche perchè, d’altra parte, non può essere differenziata la tariffa oggi come oggi.
    Sul fatto che lo spazio è prezioso hai perfettamente ragione, però per incentivare l’acquisto di mezzi elettrici non sarebbe male avere questa agevolazione per un biennio.
    Magari tra due anni si può lasciare uno sconto, ma ora i veicoli elettrici a Forlì sono percentualmente insignificanti.

  4. Sì, sono d’accordo con te, ma se non fai pagare nemmeno 10 euro tutti vanno a ritirare il permesso, pure quelli che non lo usano, perché tanto è gratis.

    Intendevo questo quando parlavo di responsabilizzazione, pur nell’incentivo.

    L’incentivo poi potrebbe durare anche dieci anni, viste le percentuali di mezzi elettrici che abbiamo a Forlì.

    Su quelli ibridi bisogna fare distinzione, dipende da quale carburante usano: benzina + elettrico (tipo la Prius) ok, ma il gpl ed il metano?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.