Biowashball non funziona?

Attivissimo scrive un interessante articolo sull’efficacia della palla Biowashball molto pubblicizzata da Grillo in questi mesi:

Il settimanale di difesa dei consumatori Il Salvagente ha effettuato recentemente un test comparativo: senza dare tutti i dettagli, che sono presenti nella rivista (immagine qui accanto), la Biowashball avrebbe la stessa efficacia dell’acqua pura o poco più.

Sia chiaro, non vedo l’ora che scoprano il metodo rivoluzionario per ridurre costi ed inquinamento, ma penso sia meglio aspettare qualche feedback diretto e qualche confronto con la semplice acqua calda prima di spendere.

Nell’attesa che ne dite di smettere di cercare bacchette magiche, prima di sfinire il prossimo con finte rivoluzioni e fargli smettere di credere alle soluzioni serie?

79 risposte a “Biowashball non funziona?”

  1. Io ho comprato le noci del sapone all’equo…le sto sperimentando, ma non ho capito bene se funzionano anche a lavaggi a bassa gradazione…solitamente lavo a freddo o a 30 gradi…invece conoscenti vari mi han detto che le noci sarebbero efficaci propoprzionalmente alla temperature dell’acqua…Quindi finora le ho usate solo per i bianchi (a 50-60 gradi), o per lavaggi a 40 gradi…mi sembra funzionino…in alternativa all’equo vedono anche il flacone di detersivo liquido ecologico..

  2. Non saprei risponderti, non ho mai usato le noci. Bisognerebbe fare dei confronti con l’acqua da sola, per capire se funzionano o se sono solo un “placebo”.

  3. Bè…intanto si sciolgono un po’…quindi qualcosa rilasciano nell’acqua..quelle aromatizzate al lemongrass danno anche un po’ di profumo..tra un po’ forse riuscirò a capire se hanno un’azione pulente effettiva o meno..per ora mi trovo abbastanza bene…

  4. Pare che il prossimo PALLONE D’ORO verrà assegnato a Beppe Grillo per le straordinarie performances della sua palla, come ben documentato da RAI3.

  5. É evidente che forse anche tu sei pagato come tanti per screditare qualcosa di veramente utile. Ciò che mi imbestialisce è la disinformazione, 1. perchè invece di giudicare non fate una prova? 2. Lo sai che la rivista ‘Il Salvagente’ è della coop? 3. Lo sai che a questo link http://robertoscano.info/random-bits/biowashball-i-test-de-il-salvagente/ sono stati raccolti molti feedback positivi?
    Quindi viva l’ignoranza e l’informazione pilotata :)
    Bravi, avete fatto l’ennesimo centro :)

  6. Ho letto in giro diversi commenti di persone che l’hanno provata e non funzionava, anche all’interno di Meetup (quindi non esponendi di coop).

    Sto inoltre aspettando il test a doppio cieco, i feedback positivi o negativi non scientifici hanno il valore delle chiacchere da bar.

    E’ molto semplice: si sporcano dei vestiti alla stessa maniera e si mettono in 3-4 lavatrici, prima con e dopo senza la palla. Poi si fanno vedere i risultati senza dire il metodo di lavaggio e si chiede alle persone di dire quale è migliore, se sono diversi.

    Se tutti o quasi diranno che è meglio il bucato con la palla abbiamo scoperto una delle invenzioni del secolo. Altrimenti è una bufala, è molto semplice.

    Al contrario di Grillo qualuno ha fatto fare delle analisi ed ha chiesto a chimici esperti, che possono sbagliare, per carità, ma io so che Attivissimo non ha mai scritto cavolate sulle sue inchieste, mentre Beppe Grillo ha preso altri bei granchi anche ultimamente.

    Se ci fossero anche 10 persone al mondo che riescono a farla funzionare sarei comunque contento, perché sarebbe detersivo risparmiato, quindi evita di accusarmi di pilotare l’informazione.

  7. Penso che i feedback per avere valore non devono essere scientifici, una casalinga non potrà mai esprimere un feedback scientifico, però a mio avviso è quello più importante. I test, da che mondo è mondo sono quasi sempre stati pilotati, proprio perchè fatti da una cerchia ristretta di persone e spesso si omettono molti particolari. In totale, sono state vendute più di un milione di palline e le vendite sono in aumento, quindi stai dicendo in maniera indiretta che siamo creduloni….Poi perchè dai questo commento ‘ che ne dite di smettere di cercare bacchette magiche, prima di sfinire il prossimo con finte rivoluzioni e fargli smettere di credere alle soluzioni serie? ‘ quando a mio avviso una persona disinteressata avrebbe dovuto scrivere ‘ provate e traete le vostre conclusioni ‘…scusami, ma i tuoi commenti sembrano proprio diretti a screditare la BioWashBall, siamo in un paese libero e io penso che tu piloti l’informazione, come altri del resto. Ad ognuno le sue conclusioni.

  8. @ Rosario:
    Saprai che esistono dei farmaci che funzionano pur non avendo nessun principio attivo, per effetto placebo.

    Non dico che son tutti creduloni, e non serve un laboratorio per fare test scientifici ed oggettivi.

    Bastano 2 amici che facciano i lavaggi ed un po’ di persone che facciano le loro valutazioni alla cieca (senza sapere se un capo è stato lavato con acqua o con bio wash ball).

    Le altre considerazioni che ho fatto è che tutti sono alla ricerca sempre di una bacchetta magica. Le auto che vanno ad aria, l’energia nucleare che è infinita e a costi zero, e così via.

    Ricordo che grillo pubblicizzava un camioncino all’idrogeno facendo confusione tra una fonte di energia ed il vettore (il petrolio è una fonte, l’idrogeno è un vettore).

    Siccome ci impegnamo a migliorare la qualità della vita delle persone migliorando l’ambiente, ognuna di queste cose mina la credibilità di chi le propone.

    Piloto l’informazione? Ho un semplice blog dove inserisco le mie considerazioni, come tu stai dicendo legittimamente le tue. Il bello è confrontarsi, no?

    ripeto ancora una volta, perché voglio che sia molto chiaro. Se quella palla funziona la compro e ne faccio un banner aggratis. Ci spero veramente. Siccome tutto mi dice il contrario, cerco quantomento di mettere in guardia, poi ognuno trae le sue conclusioni, come dici tu.

    Penso che l’informazione sia pilotata verso quella pallina, considerato il numero di persone che ne hanno fatto pubblicità in questi mesi in tutti i Meetup di Grillo, non il contrario.

  9. Lo so che esistono dei farmaci con effetto placebo, ma in realtà non funzionano, giocano sulla psicologia del paziente, ma questo è un altro discorso. Perchè citi solo le persone che l’hanno provato ed hanno dato giudizi negativi? ce ne sono molti positivi, perchè non li citi? Tra le altre cose, l’auto ad aria funziona ed il brevetto ora è in mano alla Tata, solo che non vuole produrle in serie, sul web puoi trovare migliaia di video e riferimenti che ti dicono che funziona. In fiat nel 97 se non ricordo male, modificarono una Twingo, facendo il caburatore aria compressa/benzina, ci andò anche Striscia a riprendere, fu un successo e dopo, il silenzio…Bò….Cio che funziona viene nascosto…

  10. @ Rosario:
    Parli della Twingo Smile, prototipo svizzero e non FIAT. Non era ad aria compressa, ma aveva un motore che le permetteva di fare molti più km con un litro.

    Ci sono anche migliaia di video che spiegano come caricare il cellulare con la frutta, ma questo non vuol dire che qualche video dimostri l’efficacia del funzionamento.

    Secondo te l’auto ad aria non viene prodotta per un complotto, oppure perché evidentemente ha qualche problema? C’è un professore di Fisica, Ugo Bardi, che si batte ogni giorno per favorire le alternative al petrolio (uno che, come me, gira con lo scooter elettrico perché è una tecnologia che funziona ora, non domani). Lui ha fatto dei calcoli molto precisi che dimostrano le difficoltà del suo funzionamento. Inoltre ha il problema dell’efficienza, che la pone dietro alle auto elettriche già in commercio!

    Anche qui, se un giorno mi venisse presentato il modello che è competitivo ed ecologico, probabilmente lo acquisterei, quindi non sono certo contrario alla macchina ad aria della TATA!

    Non tutto quello che passa in TV è vero e non tutto quello che è vero passa in TV, ma l’atteggiamento di chi dice che tutto quello che non passa in TV è vero è pericoloso e quantomeno ci fa perdere molto tempo.

  11. Io ho provato la palla e ne sono soddisfatta, lava bene. Ho inserito in lavatrice anche indumenti sporchi e sono usciti puliti, anzi ho notato che il bianco è più brillante. Pertanto me la tengo stretta. Non so se i processi fisici interagiscano e in che modo, forse è vero che l’acqua lava già bene, visto tutti metalli, cloro, ecc.. che contiene. Beh, allora se la palla aiuta un minimo e non si devono più comprare detersivi penso sia comunque un risultato ottimo, visto l’inquinamento che questi ultimi producono!!! Non vorrei che la bufala fosse sempre da parte di coloro che hanno interessi specifici!!!!!!! e che pertanto va sempre bene il modo in cui distruggiamo l’ambiente, come se questi abitassero sulla luna e non ne subissero le conseguenze!!!! E ce ne sono troppi, purtroppo….
    Io non ho nessun interesse sulla palla, l’ho comprata solo perchè ero curiosa, l’ho provata senza nessuna aspettativa, ho visto che i panni escono puliti e che posso risparmiare non comprando più detersivo, perciò soldi, ed in modo particolare non inquino. Pertanto io ho raggiunto il mio obiettivo e consiglio ad altri di provare!

    Ricordo un noto detto indiano:

    Quando l’ultimo albero sarà abbattuto, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce pescato, vi accorgerete che non si può mangiare il denaro.

  12. @ ornella:
    Hai provato alle stesse condizioni con l’acqua senza palla?

    Neppure io ho interessi, sia chiaro, e se la palla funziona lo ripeto, sono pronto a pubblicizzarla.

    Però bisogna provarla con un test serio, non credi? Se scopriamo che l’acqua calda fa la stessa cosa, è ancora meglio, no?

    Un’altra domanda da porsi è se i gradi in più per farla funzionare non consumino più di quello che si risparmia in detersivi.

    Voglio dire, non sarebbe meglio usare pochissimo detersivo e temperature più basse, per risparmiare energia? Non sono un esperto e non sono in grado di fare calcoli, ma sarebbe una cosa buona sapere qual’è il modo migliore per lavare i panni per risparmiare risorse ed evitare inquinamento, al di là delle pubblicità e dei condizionamenti mediatici (anche Grillo è un media).

    1. CARO ALESSANDRO TI COMUNICO CHE CON LA PALLA INVECE DI USARLA CON I BIANCHI A 90 GRADI CON LA PALLA LA PUOI USARE A 50!!!
      IO MIA ZIA LA MIA RAGAZZA E ALTRI 7 AMICI LA USIAMO DA 1 SETTIMANA E IL RISULTATO E NO POSITIVO MA POSITIVISSIMO!!!!!
      DATTI ALL’IPPICA!

  13. @ Alessandro Ronchi
    Non parlo del prototipo svizzero, parlo di una Twingo modificata in un’officina FIAT di Torino, che stava chiudendo i battenti per esuberi. É comunque un discorso OT.
    Tu dici di non avere interessi economici ma i tuoi commenti sembrano dire il contrario…sarà…
    In cosa consiste secondo te il test serio? Parliamoci chiaro, ad ora sul tuo blog non hai incitato a provare, ma ha continuato a sottolineare la bufala. Poi c’è una cosa che purtroppo nessuno mai mi spiegherà, nel mondo ci sono milioni di bufale, perchè proprio su questa si sono concentrati svariati media? se un prodotto è una bufala, parla da sè, non ha bisogno di trasmissioni blog e sedicenti esperti che lo sottolineano. Quando esce in TV Esimio prof. XY laureato all’Università americana ecc.ecc. ma che vuol dire?ma chi ci crede? io personalmente credo più alla casalinga che a lui, anche Riotta a fior fior di studi, a detta sua, ma rimane a mio avviso una persona inutile e senza dignità, feccia. Poi sul tuo blog, 1 persona ha comprato e testimoniato positivamente, quindi ad ora non hai alcun riscontro negativo. P.S. non hai risposto a questa domanda : ‘Perchè citi solo le persone che l’hanno provato ed hanno dato giudizi negativi? ce ne sono molti positivi, perchè non li citi?’

  14. @ Rosario:
    Sul prototipo dell’officina fiat fammi avere un link, mi interessa.

    Sorrido, mi spiace, quando parli di interessi economici. Se cerchi sul mio sito mi sono sforzato di smascherare diverse bufale, anche perdendo il mio tempo, come quella dei 37 cani (ma è una delle tante).

    Devo rispondere io anche per Riotta? Condivido con te un giudizio negativo sul suo TG1, ma questo non c’entra nulla con la Palla di Grillo.

    Nel meetup di Forlì ho ascoltato e chiesto un test, se non l’ho fatto qui non è per citare solo i giudizi negativi. Se non sbaglio lascio aperti i commenti, e proprio nei commenti ognuno ha la possibilità di smentire quello che dico.

    Lascia perdere, qui non c’è nessun complotto e non capisco il livore con il quale mi attacchi. Evidentemente non mi conosci, perché altrimenti capiresti che la mia speranza in un sistema rivoluzionario come dovrebbe essere questo è maggiore di quella di Grillo.

    Per quanto riguarda il test serio, ho già spiegato in un altro commento: basta un test a doppio cieco (http://it.wikipedia.org/wiki/Doppio_cieco)

    Se chi giudica i risultati non è la stessa persona che lava e non ha modo di sapere se un capo è lavato con acqua o con la palla, allora il suo giudizio è libero da condizionamenti.

    Non serve un laboratorio della Nasa, bastano un paio di amici.

  15. Non so perchè parli di acqua calda. Io lavo tutto alla stessa temperatura (bianchi e colorati) 30°, sia con i detersivi, sia con la palla, non penso che al giorno d’oggi abbiamo panni talmente sporchi da usare 90°!!! Ovviamente se vi sono macchie particolari (vino, grasso, ecc.) bisogna strofinare prima con sapone di marsiglia, ma questo anche usando detersivi

  16. @ ornella:
    parlo di acqua più calda perché nelle indicazioni della palla scrivono di usare 50°, e lo stesso è scritto nel post citato da Rosario, per confutare le tesi del Salvagente (siccome il loro test è stato fatto a 40° dicono che non conta, perché la palla deve funzionare a 50°).

    Se usi la stessa temperatura ovviamente non cambia nulla.

  17. @ Alessandro Ronchi:

    Il link che mi chiedevi http://video.google.it/videoplay?docid=1308482634918292428 , fa capire molte cose. Non mi pare che con questo inizio sei aperto a tutti i giudizi (‘che ne dite di smettere di cercare bacchette magiche, prima di sfinire il prossimo con finte rivoluzioni e fargli smettere di credere alle soluzioni serie?’) ti pare? Per quanto mi riguarda, anche il detersivo normale a 30° non è proprio il massimo. Se alzare la temperatura dell’acqua alza i consumi, forse non risparmierai denaro (è sempre da vedere), ma di sicuro risparmi future malattie alle prossime generazioni. Poi decidi, questi test devono essere scientifici o bastano 2 amici? A me sinceramente va più che bene la testimonianza di Ornella, unica sul blog che ha provato e ha dato un giudizio positivo. Sei andato a chiedere al meetup di Forlì? Proprio quello dove non avevano interesse? Perchè non a quello di Napoli ad esempio o quello di Milano?

  18. @ Rosario:
    Il meetup di Forlì ha fatto mi pare più di un migliaio di euro di ordini la prima volta, e ne ha ripetuto un altro, questo argomento è al loro primo posto nel forum.

    Il discorso sulle bacchette magiche è generale.
    Ricordo ancora quando Grillo diceva che dandogli la delega telecom avrebbe risolto tutto. Non sono non ha risolto nulla, ma non ha spostato una virgola.

    bastano due amici, ma il test deve essere affrontato seriamente.

  19. @ Alessandro Ronchi:

    Quindi stai dicendo in maniera indiretta che il test di Ornella non è stato affrontato seriamente. Il fatto della Telecom e di Grillo lo ricordo bene, non ha risolto nulla, ma come poteva farlo se non ha avuto le deleghe da parte di tutti gli azionisti minori? come la doveva spostare questa virgola? fammi capire (anche questo discorso è OT). Se il meetup di Forlì si è ripetuto in un ordine di migliaia di euro, come tu dici, allora vuol dire che hanno trovato il prodotto positivo, non trovi? Non penso proprio che altrimenti avrebbero fatto nuovi ordini. P.S. non hai risposto a questa domanda : ‘Perchè citi solo le persone che l’hanno provato ed hanno dato giudizi negativi? ce ne sono molti positivi, perchè non li citi?’

  20. @ Rosario:
    Caro Rosario, mi sembra che tu voglia farci perdere tempo, piuttosto che ragionare. Ornella non ha fatto un test comparativo, ha detto che la palla funzione. ha anche scritto “forse è vero che l’acqua lava già bene”.
    L’esperienza di Ornella andrebbe verificata, e ti ho già detto come. Lo devo ripetere?

    Su Telecom e Grillo ricordo che lui pose degli obiettivi sul numero di deleghe necessarie, disse che li aveva raggiunti.

    All’ultima domanda ti ho già risposto, tu hai citato un link (sul mio sito) ed io te l’ho consentito. Ho ospitato e continuerò a farlo tutte le esperienze che qualcuno vorrà inserire. Nella discussione ho anche parlato del meetup locale, nel quale parte degli acquirenti ha confermato la validità e parte invece dice che non funziona.

    Tu fai altrettanto?

    Se il meetup di Forlì ha ripetuto l’ordine è perché persone nuove hanno deciso di acquistare, ed il meetup ha fatto da tramite per ridurre le spese di spedizione, tutto qui.

    Mi spiace, non ho molto tempo da perdere, mi pare di averti risposto ampiamente ed aspetto altre conferme (affrontate in maniera scientifica, però).

    Ripeto per l’ennesima volta una cosa che fai finta di ignorare (e per questo non penso di risponderti più): se questa palla funziona sono + felice.

    Vuoi l’ultima parola? Tienila pure, replica ancora sul nulla, ma ricorda che la ragione non è per forza dell’ultimo che parla o di quello che grida più forte.

  21. Non voglio l’ultima parola, tantomeno perdere tempo. Quando mi imbatto in siti che manipolano le informazioni mi imbestialisco, tutto qui.
    A mio avviso se eri pulito, avresti dovuto affrontare la situazione in maniera del tutto diversa, poi libero di fare come ti pare. Il blog serve a replicare, non a perdere tempo, se parlo con il nulla vuol dire che all’altro capo non ci sono repliche alle quali appigliarsi. Sono per la libertà di pensiero, parola e modo di fare, qui non ho trovato questo. L’esperienza di Ornella va verificata, giusto, comprati la palla, usala e poi parla. Non sparare a 0 senza dati alla mano. In ogni caso, se il meetup di Forlì ha ripetuto l’ordine vuol dire che sono stati soddisfatti.STOP. La ragione non è di nessuno, ognuno ha le sue ragioni, io non voglio avere nulla, me ne frego della ragione, voglio solo essere reale, obbiettivo ed onesto. ‘se questa palla funziona sono + felice’ bene, mi fa piacere, allora scrivi il titolo del tuo blog in maniera differente. Un Italiano capirebbe che a prescindere si tratta di una bufala.

  22. @ Rosario:
    Evidentemente non hai notato il punto interrogativo. Siccome ci tengo, all’italiano, penso che il punto interrogativo basti a connotare una domanda.

    Rileggi bene l’articolo. Riporto un articolo di Attivissimo e parlo delle bacchette magiche, non mi pare di aver affrontato in maniera faziosa l’argomento. Non ho sparato a zero, sei tu che evidentemente hai commentato 20 articoli alla stessa maniera, e non hai letto bene quello che ho scritto e che penso.

    Inoltre il dialogo nel mio blog è aperto, quindi ognuno può dire la sua e confutare l’articolo di Attivissimo.

    Proverò la palla, se qualcuno me la presta. Di certo non spendo 40 euro per un oggetto sul cui funzionamento ancora ci si interroga.

    Se l’azienda fosse seria, potrebbe spedirne di prova ai blogger più importanti (compreso attivissimo, ed escludendo me) affinché facciano i test che ritengono più opportuni. In questa maniera si farebbero anche una gran pubblicità.

    Non è una novità, un sacco di aziende (soprattutto negli USA) lo stanno già facendo.

  23. @ Alessandro Ronchi:

    Non mi pare di aver commentato 20 volte alla stessa maniera, boh…Comunque mi comprerò la palla e la proverò personalmente, poi mi pronucerò (così dovrebbe essere la prassi). Poi te la spedisco e tu potrai fare lo stesso (se vuoi).
    Stammi Bene.
    Ciao.

  24. @ Rosario:
    Pensavo che tu l’avessi già comprata.

    Se me la spedisci la provo e ne scrivo i risultati, poi te la rimando.

  25. Se ci fosse un sociologo farebbe i salti di gioia leggendo i commenti di questo blog:

    “se un prodotto è una bufala, parla da sè, non ha bisogno di trasmissioni blog e sedicenti esperti che lo sottolineano. Quando esce in TV Esimio prof. XY laureato all’Università americana ecc.ecc. ma che vuol dire?ma chi ci crede? io personalmente credo più alla casalinga che a lui”
    Ma certo, basta pensare a Wanna Marchi e di tutte le “casalinghe” che hanno abboccato. Eh si’, fidiamoci della ggente e avanti con la vaselina…

    “In totale, sono state vendute più di un milione di palline e le vendite sono in aumento, quindi stai dicendo in maniera indiretta che siamo creduloni…”
    Se vuoi te lo dico anche in maniera diretta; o meglio, ci sono persone che fidandosi di Beppe Grillo e del parere della sciura Pina su un blog (dove fra parentesi posso raccontare qualunque menzogna; nulla mi avrebbe impedito di scrivere su questo spazio “l’ho provata e funziona” o “non funziona per niente”, senza che cio’ fosse vero) hanno fatto un acquisto con molta piu’ leggerezza di quanto suggerirebbe il buon senso. Non vedo nessuna differenza con i telepataccari che vendono numeri del lotto e fanno le carte in diretta (c’e’ un sacco di gente inconsapevolmente gabbata e contenta da questi disgraziati, significa forse che il loro “prodotto” funziona?)

    “ma i tuoi commenti sembrano proprio diretti a screditare la BioWashBall, siamo in un paese libero e io penso che tu piloti l’informazione, come altri del resto”
    Questa e’ la ciliegina sulla torta; ma allora si puo’ fare lo stesso ragionamento per te: cosa risponderesti se ti accusassi di essere al soldo dei produttori della biowashball o dei produttori di materie plastiche o delle ceramiche con cui e’ fatta la pallina? Chiaramente che e’ una cazzata che non sta in cielo ne’ in terra. Appunto.

    Ah, prima che qualcuno mi immagini complice di qualche complotto massonico per screditare la pallina messia del terzo millennio, mi autoaccuso da solo: si’, sono pagato dalla Procter&Gamble, dalla CIA, dalla Massoneria, dai giornali, dalla Rai, dai CERN, della societa’ della terra piatta e anche da Pippo, Pluto e Paperino.

  26. Caro Alessandro,
    non so dove hai letto che la palla lava bene a 50°. Nelle istruzioni della palla che ho comprato io non diceva niente. Se vuoi ti scrivo cosa dicono le istruzioni!!! Solo che almeno una volta al mese va messa al sole (forse per asciugarla o ricaricare energia!!!), che va messa in mezzo agli indumenti e che va bene per 3 kg di panni. Poi confermo che anche altri hanno avuto gli stessi risultati che ho evidenziato io. In vaffalist sono settimane che si parla di questo!!! Con molti commenti positivi. Il confronto è sempre utile!!! Però non capisco perchè tu sia contro comunque, quando io ti ho dato una versione non soggetta ad interessi e tu non l’hai provata. Poi vi sono altre esperienze positive!!! Io non ho sentito nessuno che abbia detto “la palla non ha lavato i panni”, ho letto solo commenti su come ha fatto a lavare. Poi ho fatto la prova senza palla e, ti assicuro, che ho dovuto rilavare i panni perchè avevano un certo puzzo, ad esempio il puzzo di sudore la palla lo rimuove, senza resta, inoltre sono sporchi come prima di lavarli. Pertanto deduco che la palla aiuta nel lavaggio. Come fa non lo so, ma obiettivamente non mi interessa!!! L’importante è non usare detersivi. Inoltro ricordo agli uomini che, forse, lavano poco, che io ho sempre lavato a 30° in quanto i panni si rovinano meno, e non ho mai indossato panni sporchi o puzzolenti!!!

  27. @ ornella:
    Non ho detto che sono contro comunque, ho però qualche dubbio. Mi fido di te come mi fido di Attivissimo, non è questione di fiducia, ma di rigorosità nelle prove.

    Visto che il test che è stato fatto è piuttosto rigoroso, penso che quantomeno si debba avere la stessa rigorosità nel confutarlo.

    Tu l’hai provata e sono contento, me la farò prestare da qualcuno e farò la stessa prova.

    i 50° sono citati qui:
    http://robertoscano.info/random-bits/biowashball-i-test-de-il-salvagente/

    Nella vaffalist non ci sono perché non sono mai stato invitato, quindi ignoro completamente le vostre discussioni. Se ne avete parlato, immagino vi siate scambiati commenti, cosa che stiamo facendo anche qui in assoluta tranquillità.

    Ripeto che sono d’accordo nell’usare meno detersivi, se funzionasse lo regalerei anche agli amici.

    Che c’è di male nel voler capire come funziona?

  28. Ma non parla dei 50° o perlomeno io non l’ho trovato
    Chi lo ha citato dove lo ha letto? Sicuramente in qualche commento in giro per il web!!

  29. Parla infatti di temperatura massima di 50°:

    – Economica : elimina l’uso dei detersivi (circa 1000 € di risparmio in 3 anni su una base di un lavaggio/giorno), risparmio di elettricità (lavaggio a una temperatura massima di 50° per tutta la biancheria, anche quella bianca).

  30. Ma come fate ad interpretare!!! Massima 50° vuol dire che non si può lavare al di sopra, cioè a 60°, non che non si possono usare i 30° o che si devono usare per forza i 50°!!!! Ognuno lava alla temperatura che ritiene più idonea. Il fatto che non si debba superare i 50° vuol dire che lava bene a basse temperature!!

  31. @ ornella:
    Si, l’avevo capito, non dire “fate”. Temperatura Massima è molto chiaro. Però nel blog citato da Rosario diceva che bisognava lavare a 50°, evidentemente non avevano capito.

  32. Io sono molto incuriosito dalla palla,quindi presto vedrò di acquistarla.
    Volevo però fare due semplice osservazioni che probabilmente qualcuno ha già fatto prima di me:
    1)Il prodotto è una bufala ed ottiene lo stesso risultato dell’acqua calda
    2)Il prodotto funziona ma non è spiegabile scientificamente.

    In entrambi i casi chi produce detersivi ci ha preso per il culo da 50 anni

  33. Perché la BWB è una bufala?

    1) Lo sfregamento di un miscuglio di ceramiche non genera radiazioni infrarosse capaci di effetti molecolari disgregativi sull’acqua. Per ottenere quel risultato ci vuole il magnetron di un forno a microonde
    2) il delegato della ditta produttrice della BWB, a MMR3, ha parlato di queste radiazioni come delle stesse ‘far radiation’ provenienti dall’attività solare. Se tali radiazioni fossero sufficienti a fare un simile lavoro sull’acqua, la vita sulla terra sarebbe un po’ estinta
    3) l’acqua è una molecola composta da due atomi di idrogeno ed uno di ossigeno. Non ci sono molecole di idrogeno da spezzare
    4) se, all’interno di un recipiente già contenente acqua, spezzi la suddetta nei suoi componenti gassosi, l’immediata ricombinazione dei suddetti farà degli interessanti buchi da fiammata negli abiti E rovinerà la lavatrice
    5) l’acqua non può materialmente arrivare ad un PH 10, cioè essere trasformata in una base. Punto.
    6) le ceramiche presenti nella pallina -che insieme al suo rivestimento di polimeri è di fatto un oggetto altamente inquinante per la sua inesistente biodegrabilità- non accumulano alcuna energia se esposte al sole. Più semplicemente, se bene esposte (cosa che con quei microscopici fori non può avvenire) possono autoripulirsi degli strati di agenti inquinanti. E’ una tecnica collaudata con successo nell’edilizia.

    Viste queste premesse, che chiunque con un po’ di voglia di ricercare o di aprire un libro può verificare, si capisce che i millantati buoni risultati sono il frutto di una scoperta a dir poco elementare: che l’acqua calda a 50° lava discretamente gli abiti…ma senza igienizzarli. Se il Grillo nazionale dice che ci lava i pannolini, poveri bambini! Io ricordo ancora quando, per fare quell’operazione, bisognava sterilizzare i pannolini con acqua bollente a 100 °C, altro che!
    Ora, il vantaggio del detersivo è che si possono mettere capi di diversi gradi di sporco in un unico carico e via. Separare i capi per la BWB (sic!) a seconda dei gradi di sporco significa sprecare più acqua per fare più lavaggi. E quella che esce non la considerei comunque potabile Ah, e la pastiglia anticalcare ci vuole comunque, la BWB non addolcisce l’acqua.

    E per chi lavasse a 50°, solo due considerazioni:
    1) si consuma più corrente, si paga di più in bolletta
    2) si contribuisce ad un maggiore inquinamento da consumo di energia fossile

    Hasta la vista!

  34. egr.Sigg., ho ordinato la BIOWASHBAL dalla svizzera, ma non ho spedito ancora i soldi, ho visto l’intervista su rai3, è una bufala? non capisco e , pertanto mi sono fermata nello spedire l’ordine.E’ possibile avere più ragguagli in merito da persone che hanno già utilizzato la palla?C’è chi ne dice bene o viceversa a chi credere?In attesa porgo distinti saluti e vi invio auguri per un futuro migliore di quello attuale, dato che in italia state alquanto maluccio più della francia,avendo noi quì amotizzatori sociali superiori ai vostri e di gran lunga, grazie e salutoni.aurelie

  35. @ niego aurelie:
    Cara Aurelie, purtroppo è difficile risponderle. Io stesso mi sono fatto prestare la palla e sto facendo alcune prove per verificarne l’efficacia.

    Come in tutte le cose, bisogna andare sulla fiducia o sull’esperienza personale. Io non farei grossi ordini, ne proverei al massimo una (condividendo l’esperimento tra più famiglie, in modo da risparmiare) e verificherei se funziona.

    Appena avrò finito le prove dirò quali sono i miei risultati. Non ho un laboratorio e non posso dire che i miei risultati siano assolutamente sicuri, ovviamente.

    Dall’idea che mi sono fatto finora direi di escludere con ragionevole certezza che le spiegazioni che forniscono sul loro sito siano vere. Se la palla funziona secondo me lo fa per la sua forma, il suo peso, le sue proprietà fisiche, non le onde elettromagnetiche, gli ioni o il PH.
    Il motivo per il quale usino questi paroloni nel loro sito è che se si capisse che il sistema è replicabile con pochi centesimi di euro, finirebbe quasi tutto il loro guadagno.

    Però ovviamente prenda queste informazioni come una valutazione personale, sono laureato in informatica non in fisica o chimica.

  36. Buondì a tutti, sono finiti i test?
    siamo ansiosi di sapere. che ci vuole a fare 2 lavatrici, una con la palla e una senza? :):)

  37. @ The Comedian.

    La frase ‘Questa e’ la ciliegina sulla torta;’….scusami, cosa vorresti dire? non vedo che genere di problemi hai, io ho scritto ‘siamo in un paese libero’ ed ho espresso il mio parere, per te qual è il problema? vuoi dire che sto al soldo di chi produce la BWB, fallo…

  38. @ Michele:
    Ovviamente sto facendo più di un test, vista l’attenzione che ha suscitato questo articolo.

    Pubblico i risultati del primo:
    condizioni di test: stessa lavatrice, stessa temperatura (40°), stesso carico e stessi panni da lavare. Ho aggiunto anche una pezza di stoffa bianca con alcune macchie fatte più o meno lo stesso numero di minuti prima di inserirla nella lavatrice (marmellata, fango, ecc).

    Non mi sono fatto dire da mia madre quale dei due lavaggi era fatto con la palla e quale solo con acqua calda.

    I panni usciti dalle 2 lavatrici erano puliti alla stessa maniera, non profumati (ovviamente) ma senza nessun tipo di odore (quindi nemmeno sgradevole, e questo è un bene).

    Le due pezze mantenevano le macchie più o meno allo stesso modo, era impossibile stabilire quale fosse meglio. C’è ovviamente da dire che senza smacchiatore nemmeno con il detersivo alcune sarebbero scomparse.

    Quindi a 40° a mio parere la palla non aggiunge nulla all’acqua, ma i panni sono lavati.

    La seconda prova l’ho fatta a 30°, come consigliato da Ornella.
    Qui mi manca la versione senza palla.
    I vestiti lavati a 30° con la palla sono usciti lavati. Avevo inserito anche il completo da calcetto, e posso assicurarvi che più sudure di quello è difficile da concentrare. Basta lasciarlo chiuso un giorno in borsa e si sviene.
    Anche questi usciti dalla lavatrice lavati (non so se sterilizzati, non ho nessuno strumento, ma anche i detersivi che io sappia non sterilizzano).

    Per fare un confronto devo ovviamente ripetere il test a 30°, e sto aspettando la partita di calcetto per fare di nuovo la lavatrice.

    Le conseguenze, ad oggi:
    – non è necessario seguire le indicazioni per i detersivi per lavare, si può lavare anche senza o con quantità minime, in assenza di macchie
    – le macchie vanno comunque pretrattate, quindi tanto vale smacchiarle a mano e poi fare la lavatrice
    – la palla nel primo test non ha aggiunto nulla
    – probabilmente la forma della sua palla, con i puntini, il suo peso ed i suoi buchi può influire sul come vengono sbattuti all’interno della lavatrice, e questo può variare i test (che dovrebbero essere confrontati con palle della stessa forma e guscio esterno ma con contenuti diversi).

  39. @ Alessandro Ronchi:
    Rettifico. I panni lavati a 30° una volta asciugati non avevano perso tutto il loro cattivo odore (utilizzando la palla). quindi è inutile ripetere la prova con l’acqua da sola (evidentemente non può essere meglio, al massimo sarà uguale).

  40. uhm…i test fatti da alessandro mi fanno capire che la BWB sia una bufala, quelli di Ornella il contrario…dubbio…attendo la palla anche io per provare….

  41. Ad ogni buon conto, spezzo una lancia in favore di questi ciarlatinissimi della BWB: in fondo, si limitano ad applicare strettamente il motto di PT Barnum, ‘Ogni minuto nasce un gonzo’. Non fanno nulla di criminale e non dovrebbero essere perseguibili, fanno solo in modo che gli inadatti all’evoluzione si selezionino da soli. Chapeau!

  42. Io ho lavato con la palla, senza palla, con i detersivi.
    Non capisco come facciano a parlare coloro che non hanno provato, forse si basano su quello che hanno sentito dire da chi è a loro più simpatico!!!

    In base alle provo che ho fatto ho dedotto che: lavando con la palla a 30° i miei panni sono venuti bene, senza cattivi odori, anzi le maglie bianche erano più “bianche”, il colore era più vivo;
    lavando senza niente nei panni rimaneva uno strano odore di sporco;
    lavando con i detersivi i panni prendono l’odore del detersivo.
    Ovviamente le macchie di grasso o di terra non vanno via ne con la palla ne con il detersivo, ma solo strofinando con la forza delle mani!!!
    I panni di Alessandro avevano ancora odore di sudore, ma se li avesse lavati con il detersivo l’odore sarebbe stato ricoperto da quello del detersivo!!! Perciò io, se le maglie hanno puzzo di sudore, prima le strofino a mano con il sapone, perchè altrimenti anche con il detersivo, quando sono asciutte e si indossano l’odore di sudore si sente ancora!!!

    Pertanto i miracoli non li fa nessuno!!! Io uso la palla e sono contenta perchè non uso più detersivi, perciò risparmio ed inquino di meno, con gli stessi risultati!!!

  43. Cara ornella, sei evidentemente il tipo di persona che sporca pochissimo i panni e li cambia ogni giorno. A quel punto, fai l’equivalente di una risciaquata e via, con pochi capi per carico
    Visto che scientificamente è stato più che provato che le asserzioni alla base del funzionamento della BWB sono bufale arraffazzonate, tu che spiegazioni dai a parte questo curioso atto di fede, per avere addirittura il famigerato ‘più bianco del bianco’?
    Ah, sì: i detersivi lasciano il loro ‘odore’ perché il loro scopo è profumare gli abiti. Ti confiderò un segreto: anche mettendo la lavanda, per esempio, nel cassetto, gli abiti finiscono col profumare di lavanda. Incredibile, eh?

  44. Caro Valerio
    scientificamente non è stato provato un bel niente, inoltre è stato dimostrato più volte che la scienza non è perfetta, ho scritto già una mail in vaffalist dove portavo esempi in cui la scienza si era sbagliata!!!
    Comunque io non voglio convincere nessuno, esprimo solo la mia opinione!!!
    Non mi interessa di dimostrare scientificamente niente!!!
    Ho provato personalmente la palla per curiosità, non perchè avevo degli interessi!!!
    Dalla prova ho dedotto quello che ho scritto; poi non so e non mi interessa sapere perchè la palla ha dato i risultati descritti, forse perchè, come diceva Alessandro, è ruvida, perciò girando strofina i panni, oppure perchè le sfere di ceramica provvocano qualche effetto sull’acqua.
    Penso che, ormai, nessuno di noi lavi dei panni sporchissimi, perchè ci cambiamo e facciamo la doccia spesso!!!
    Caro Alessandro o il sapone o gli smacchiatori si devono usare anche con il detersivo se vuoi smacchiare i capi dopo averli lavati.
    Pertanto io uso il sapone di marsiglia perchè è più naturale degli smacchiatori chimici e rovina meno i panni, per togliere le macchie, poi metto i panni in lavatrice con la palla e risparmio il detersivo.
    Non so voi come facciate a lavare, ma da quello che leggo desumo che abbiate poca esperienza in merito!!

  45. @ ornella:
    Io senza dubbio non sono esperto di lavaggi.

    Le prove infatti le ho fatte con mia madre.

    Non volevo accusarti di usare il sapone di marsiglia, molti lavano solo con quello. Penso che rispetto ai detersivi sia più naturale e meno inquinante, perché non contiene sbiancanti o sostanze chimiche particolari.

  46. Uau, Ornella! Meno caffè prima di mettersi alla tastiera. Cmq, stai tranquilla: lavo a freddo con la dose raccomandata di detersivo a pieno carico, una volta alla settimana e programmando il lavaggio nelle ore notturne, se tanto ci tieni a saperlo.
    Chissà quali atti di barbarie perpetravi TU suoi tuoi abiti prima di scoprire la magica pallina: lavavi a 200°C riempiendo tre vaschette di detersivo pretrattando con un bel litrozzo di candeggina?
    Ecco, è questo tuo atto di fede che trovo curioso: è vero, non senti il bisogno di sapere come funzioni la magia della BWB, ma se qualcuno ti dicesse che infilando un sasso in acqua tiepidina pulisci meglio che col detersivo, ci crederesti comunque? Perché è esattamente quello che stai facendo, viste le proprietà della pallina.
    Oh, sì, è c’è anche che quanto prima i tuoi tessuti più delicati, a furia di essere sbatacchiati contro un corpo ruvido come quello ti diventeranno un pochiiiiino lisi, ma in fondo sono soldi tuoi, right?

  47. Certo che credo che anche un sasso lavi bene!!! Del resto fino a non molti anni fa si lavava con la cenere!!! E i panni erano anche più sporchi di quelli di oggi perchè la gente non si cambiava tutti i giorni!!! Però evidentemente i panni venivano lavati bene!! La cenere contiene proprietà particolari dimostrate scientificamente???
    Inoltre penso che i panni si rovinino di più con i detersivi che sono fatti di sostanze chimiche e penetrano nelle fibre! right?

  48. il solo fatto che tu equipari un sasso alla cenere indica che, fra me e te, dovresti essere tu a tornare a scuola di lavaggio panni.
    Ad ogni modo, Ornella, in passato si usava di tutto. Fino al medioevo, l’urina andava per la maggiore in quanto l’ammoniaca era un ottimo ammorbidente, nonché agente lavante e sterilizzante. La cenere, secoli dopo, fu usata, diluita con acqua calda, per formare la prima lisciva, che di fatto era soda caustica a bassa concentrazione. Oltre che per lavanderia, la lisciva era usata per le pulizie domestiche e per l’igiene personale. Quando poi venne mescolata a grassi naturali, si ottenne il sapone.
    Scientificamente, ci sarebbe voluto qualche tempo per analizzare e provare come mai sia l’urina che la lisciva fossero così popolari. Empiricamente parlando, la scoperta che usare la ‘tavolaccia’ per battere e strofinare i panni contro lo sporco ostinato li rovinava sul medio periodo favorì l’introduzione dei detersivi chimici e di sistemi di lavaggio meno aggressivi. In effetti, a ben pensarci, l’uso di detersivi finisce ironicamente proprio con il ridurre l’impatto ambientale, visto che contribuisce a risparmiare le energie e i materiali e l’inquinamento per la fabbricazione di nuovi prodotti tessili
    Comunque, per tornare a tema, sì, il fatto che nessuno usi o abbia mai usato i sassi per lavare indica che, anche al solo livello empirico, era una solenne sciocchezza, e solo una persona fondamentalmente impreparata quale sei tu potrebbe equiparare sassi e cenere.

  49. Ah, dimenticavo: No, i detersivi moderni penetrano nelle fibre, ma dato che i loro agenti chimici hanno il solo scopo di rendere solubili le sostanze grasse e/o rendere il bianco più brillante con i loro agenti riflettenti e profumare le fibre…be’, alla fine non danneggia un bel niente. Basta tenere lontani i capi colorati dai bianchi, seguire le istruzioni di lavaggio corrette per gli specifici capi, ma quello già si faceva da tempo.
    Ora comincio seriamente a chiedermi che razza di lavoro facessi tu con i tuoi vestiti…

  50. A me interessa ben poco se la pallina funziona o no.
    Dal punto di vista del marketing ecologico sta funzionando benissimo!S
    “Bianco che piu’ bianco non si può” come dicono certe pubblicità, non è forse una bugia?
    Sta di fatto che come certe persone vomitano se mangiano verdure perchè convinte che solo la carne nutre, allo stesso modo c’è gente che con la bio washball si trova benissimo. In ogni modo per chi la usa è un incentivo a consumare meno detersivo ed a focalizzarsi quindi su risparmi di consumi energetici e di inquinanti.
    Io persnalmente l’ho conosciuta tramite il blog di beppe grillo, e il giorno seguente preso l’ho ordinata in uk su ebay a 15€ comprese spese di spedizione:
    La biowashball dura per circa 1000 lavaggi, 3 anni se lavi tutti i giorni
    quella che ho preso io con 15€ sono due palline verdi, simili ma estetiamente meno affascinanti dell’originale (per le quali ho gia verificato, se ne possno prendere a campioni minimi di 500 già ad 1€ l’una, pare siano gia tutte prodotte o esportate dalla cina), ricaricabili e con allegato un tubetto di sapone per le ere macchie da togliere (il 95% dei panni non ha macchie di media, io personalmente non ne ho forse da vari anni, altri meccanici o chi ha figli piccoli probabilmente arà meno vantaggo dalal biowashball) ognuna delle due palline udra per 240 lavaggi e comunque quando il volume delle palline si diemzza consiglia di ricaricarle, viene in clusa una ricarica per entrambe nella scatola. Il consiglio è d utilizzarle con emno di 3g ognuna o assieme fin oa 5kg, quindi è anche evidente che l’eventuale potere pulente varia in base al quantitativo di panni o di sudore da togliere (visto che il potere smacchiante è blando).
    Primo test: mio padre l’ha da usata con oltre 5kg di panni, mettend omolt omeno della metà del solito detersivo, a 30° tutto ok pann puliti e profumati, tranne l’asciugamanino el bidet che da secoli non veniva lavato e era ingiallito ed è rimasto ingiallito, (SCHERZO: magari con scosse eletriche o inquinando un lago intero di sapon poi torna nuovo come prima o faccio priam con 2€ a prenderlo nuovo?) non usandolo di faccia ed avendo semrpe vita di corsa pe me se l’asciuagamanino rimane ingiallit oper ora fa uguale.. ora sto lavando il sacco a pelo, pallina e poco sapone, a 30°, Nelle mie istruzioni in inglese dice di togleirla dalla lavatrice e lasciarla ad asciugare, non ice nula sul sole e nemmeno consglia una temperatura.
    A parte i miei testi, oltre 2 milioni di palline in giro per il mondo e altrettante presto si diffonderano anche nei mercati in strada a 5-20€ comunque portano ad un utile decremento dell’uso di detersivi.
    Circa il creudlone, veniamo già da un mondo di creduloni, dove
    per un dio o per l’altro (senza contare le guerre di oggi), negli ultimi 5.500 anni sono morte 1.240 millioni di pesone in 14.513 guerre, non voglio dire che fossero tuti creduloni, ma almeno la circa metà lo dovranno essere stati, o no?
    Tenendo conto quindi di questa nostra tradzionale guerra planetaria di creduloneria, se un possa portare a inquinare meno, comunque con i panni puliti, ben venga ed i nome del portafoglio e della natura quindi della stessa vita umana, viva la biowashball! e viva chi la prende taroccata per risparmiare ancora di piu’ e viva i creduloni che vogliono credono alle cose che fanno piu’ bene piuttosto che a quele che fanno male agli altri.
    A Natale mangerò l’ovetto santo e di risposta parlerò col supporto testimonial di mio padre la santa biowashball a chi è disponibile a inquinare meno, riempiendo quindi lo spazio vuoto del meno detesivo con la futuristica biowashball (al posto di sensi di colpa), ben venga!
    Alla fine solo chi può fare test batteriologici può dirci se funziona o no, e come molti vangeli apocrifi vennero bruciati spero che anche questi test vengano formattati :D
    Peace, love and biowashball!
    Dopo natale per 5 mesi la userò anche io direttamente e la userò completamente senza detersivo (ma sempre con meno di 3 kg di panni a 30°), ricordo, nessuna denuncia ai produttori e nessun ritiro di mercato ad oggi, completamente una bufala non può essere. Se esiste qualcosa oltre l’universo, un motivo per cui esiste esso stesso ci dovrà pur essere..

  51. Caro Valerio,
    non hai avuto nemmeno il buon senso di capire che la mia era una provocazione!!!
    A parte che alcune pietre servono per lavare, ad esempio la pomice viene usata dai produttori di jeans per il primo lavaggio in modo che non scolorino
    Comunque sono contenta che esistano persone come te che hanno molte certezze!! Io, anche se penso di essere più vecchia di te, purtroppo ho poche certezze e tutti i giorni cerco di scoprire cosa posso fare per salvare quel poco di ambiente che ancora ci rimane!!!

  52. Io ho lavato 2 kg di panni ed è andato tutto ok, erano tutti panni sudati, per lavoro d’ufficio, non sport o lavoro fisico, li ho annusati tutti prima di inserirli e poi quando usciti profumavano come la pallina, penso che la pallina abbia una valenza dipendente dalla quantità di panni da lavare, nelle istruzioni non l’hanno scritto? o dalla carica batterica o smacchiante da annullare, il discorso kg combacia ovviamente anche col discorso smacchiante o sbatterizzante.
    Ecco un esempio di test fatto in italia da un ente terzo sulla biowashball: http://www.biotechtrentino.it/index.php?page=125
    qui i sono altri test fatti dalla ditta madre:
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/Certificat%203851.pdf
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/Certificat%204345.pdf
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/Certificat%204648.pdf
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/Certificat%204651.pdf
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/Certificat%205316.pdf
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/BIOWASHBALL%20SAFETY%20TESTS.pdf
    http://www.biowashball.eu/images/telechargements/PLACTIC%20SPECIFS.pdf
    se solo uno di questi fosse falso, sarebbe facilmente denunciabile da uno qualsiasi dei suoi oltre 2 milioni di clienti..

  53. Questa storia della Biowashball mi ha intrippato

    Ne ho appena ordinata una su ebay, appena arriverà sottoporrò la palla al più duro dei test: l’occhio (e l’olfatto) clinico di mia mamma e mia nonna. Su queste cose sono scettiche alle novità, quindi la pallina parte svantaggiata ;)
    Appena avrò i risultati, vi farò sapere.

    Per me vale la pena provarla.. trentacinque euro non rovinano la vita a nessuno, male che vada ci giocherà il cane.

    Scherzi a parte, la pallina non è solo ceramica che emette infrarossi, che non vuol dire proprio nulla(in effetti il sito svizzero è proprio malfatto).
    Spezzo una lancia in favore della pallina e segnalo un link con una prova veramente ben fatta ed esaustiva.

    http://robertoscano.info/random-bits/biowashball-test-ed-analisi-tecnica/

    Si apprende che non c’è semplice ceramica ma una tecnologia coperta da regolare brevetto, l’acqua viene effettivamente alterata dalle sfere aumentandone il Ph rendendola più acida e modificando il suo potenziale Z(sul link c’è la spiegazione).
    Esistono due video(della ditta produttrice) in cui si mostra la modifica del Ph e dell’emissione di ioni.
    L’unico appunto che mi sento di fare è di provare la Biowashball originale, le imitazioni potrebbero non funzionare allo stesso modo(vedere il video del Ph)
    Non ho nessun interesse a pubblicizzarla, dico solo che se vogliamo stabilire il funzionamento intanto iniziamo a provare tutti la stessa cosa, non è detto che la copia da 15€ abbia le stesse proprietà.

    Ciao!

  54. Io ho lavato ieri i jeans con sopra mezza bottiglia di vino rosso californiano e sono venuti bene, solo con la pallina, come il resto dei panni, con uan lavatrice vecchia di 10-20 anni fa della bosch.

  55. Sono contenta dei commenti di Matteo e di Sergio, che dopo aver sperimentato, come avevo fatto io, hanno espresso la loro opinione. Solo dopo aver provato si possono dare giudizi e non dando retta alle voci del caso che, la maggior parte delle volte, nascondono degli interessi!
    Finalmente mi sento meno illusa e meno pazza!!!

  56. Non mi piace andare tanto dietro alla teoria dei complotti, ma sui test del Salvagente, CNR e Raitre ho qualche dubbio.
    Possibile che i test fatti in casa danno evidenze che il CNR non da? Come può una trasmissione dire che è “una pallina di ceramica” quando basta un minimo di ricerca online per capire che almeno c’è un principio su cui poggia il funzionamento?
    Certo non è prova risolutiva, però intanto è ben diverso che dire a milioni di telespettatori che non c’è nessun principio scientifico: io la chiamo controinformazione o nel migliore dei casi, scarsa professionalità.

    Intanto in casa l’uso prosegue: il connubio ideale è la palla con un goccio di ammorbidente.. il bucato esce morbido e leggermente profumato.
    Il vantaggio aggiunto, che non viene nemmeno pubblicizzato è che i panni rimangono lisci, senza le spiegazzature che causa il detersivo.. non so se è dovuto alla sola azione meccanica della sfera o anche all’azione della palla, però funziona!
    La cosa che mi lascia abbastanza stupito è la capacità di pulire i bianchi: lì non c’è effetto placebo so riconoscere ad occhio un bianco smorto da uno vivace.
    Altri che l’hanno provata possono confermare?

    Ornella la penso esattamente come te: prima si prova e poi si parla. Se non volete comprarla, magari potete trovare qualcuno che ve la presta.
    Io sono della conclusione che lavi ne più ne meno come un detersivo di buona qualità (a parità di condizioni di lavaggio), ma con i vantaggi che ho descritto.

  57. Alla fine allora l’hai provata? Come ti sei trovato?

    Io ti riconfermo le mie parole: il bucato non ha le spiegazzature da detersivo(spesso causate dal suo eccesso), naturalmente non esce già stirato, ma la differenza si vede.
    Pure il bianco viene “bianco”, sarebbe facile notare le macchie su quel colore.

  58. @Alessandro
    Scusa, non l’avevo letto.
    Ti ritieni soddisfatto oppure no? Secondo te l’acqua poteva levare gli odori?
    Sono domande fatte per curiosità, non cerco la provocazione :)
    Forse le spiegazzature che avevo prima erano dovute al troppo detersivo, a questo punto non saprei.

    Hai per caso proseguito nei test? Ci sono novità?

    @Ornella
    allora non è solo una mia impressione ;)

    PS: pattichiari ha testato la pallina.. bocciandola.
    Non so che pensare: due trasmissioni su due dicono che non funziona (anche se la tv svizzera ha riconosciuto un effetto deodorante della washball).. eppure tanta gente è soddisfatta, io incluso.. non credo sia un semplice effetto placebo.

    1. Ho finito i test e non ho proseguito.
      Voglio essere chiaro, ancora una volta, a me che quella palla non funzioni dispiace.

      Comunque sia, se voi vi trovate bene è una cosa positiva : il risparmio economico ed ambientale è notevole.

      IL profumo può derivare da altri lavaggi precedenti, i miei panni uscivano quasi inodori per poi avere un po’ di puzzo una volta asciugati (quelli peggiori, ovviamente, quelli migliori erano inodori, come nel test con l’acqua).

      Vi invito a leggere le considerazioni di Attivissimo sul test di pattichiari. Alcuni dubbi sono oggettivi e non interpretabili: perché l’azienda manda sempre commerciali e non i tecnici a spiegare il funzionamento? Perché ogni volta cambiano spiegazione sul suo funzionamento?
      Perché se le competenze per verificare la palla esistono solo in Korea non indicano questi laboratori e li fanno verificare da un pool di nostri scienziati, o ne fanno semplicemente pubblicare i risultati?
      http://attivissimo.blogspot.com/2009/01/biowashball-ne-parla-stasera-la-tv.html

  59. A mio avviso è ovvio che RAI 3 e pattichiari (seguite da molte persone) abbiano bocciato la biowashball!!! Se avessero detto che funzionava avrebbero decretato la fine o almeno la riduzione della produzione di detersivo, creando un danno alle note multinazionali!!!!L’informazione, come ben sappiamo, non è libera e trasparente ma pende sempre dalla parte di chi paga di più,o dove vi sono più interessi!!! Si legge anche in ciò che dice la TV svizzera!!! A mio avviso l’unico effetto che non ha la pallina è quello deodorante!!! Infatti io pensavo di andare in erboristeria e comprare qualche essenza profumata da aggiungere nell’ultima fase del lavaggio perchè, mentre i detersivi lasciavano un certo profumo, la pallina non lascia nessun odore!

  60. Quando si è sporchi non basta improfumarci con chanel n5 per ritenerci puliti..bisogna lavarsi..e la sfera questo fà lava non rilascia profumo ingannevole..a questo punto se i vestiti puzzolenti escono dalla lavatrice con un odore di pulito e di freschezza io penso che lavi di sicuro mentre cn il detersivo, dato che dobbiamo essere tutti pessimisti e sempre bastian contrario,potrebbe ingannarci la profumazione che ne dite?..ragazzi la palla lava ce l ho da 1 anno e non ho nemmeno più la lieve micosi alla pelle che facava uscire delle macchioline bianche quando andavo al mare e mi abbronzavo..me l ha consigliata il dermatologo..ma che potenza ha un dermatologo..comandano sempre coloro che hanno i soldi e in questo caso le ditte di detersivi la coop e tutti coloro che hanno interesse a vendere quest’ ultimo..la rivista il salvagente e targata coop e provate a postare un commento al disinformatico contro quello ke dice lui dicendo che le industrie di detersivi hanno fatto fin troppo per il nostro pianeta..non vi publicherà il commento perchè decide solo lui quello che và o non và.. e questo non è giusto!!!dobbiamo essere liberi di dire quello ke vogliamo almeno sulla rete dato che i media sono comprati dalle publicità..vi dò una dritta persone intelligenti..la ditta ke ha inventato questo prodotto e migliorato da poco tempo è la WELLOS made in korea..Diffidate dalle copie cinesi che non funzionano per niente.. SE LEGGETE MADE IN CINA ANKE SE SONO SIMILI è LA FASULLA COSTA SOLO UN DOLLARO E CONTIENE SOLO SEMPLICI PIETRE..comprate da coloro che l’ hanno inventata e studiata per 10 anni WELLOS MADE IN KOREA..io l ho testata sono un ricercatore chimico e sfido kiunque a dire ke il livello del ph non cambia..ditemelo e vi denuncio..questo prodotto è spettacolare detersivisti attaccatevi al tram avete già fatto molto non serve più pagare blogghisti media e quant’ altro..gli italiani non sono stupidi!!!

    1. Io la prova l’ho fatta. Ti assicuro che non mi paga nessuno e sarei strafelice se potessi lavare senza detersivi.

      Comunque ognuno è libero di credere ciò che vuole e lavarsi come gli pare.

      Visto che dici di essere un ricercatore, invece di rimanere sul vago per quanto riguarda i risultati puoi conunicare dei test scientifici indipendenti a sostegno della tua tesi, oppure farli tu stesso e farteli pubblicare, sempre che tutte le riviste scientifiche del mondo non siano al soldo dei “detersivisti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *