Interrogazione: Chi/cosa ostacola il porta a porta?

Oggi ho presentato questa interrogazione in Consiglio Comunale, per sapere cosa sta ostacolando l’attivazione della raccolta porta a porta nel Comune di Forlì:

INTERROGAZIONE

– Richiamata la propria deliberazione n. 89 del 4 giugno 2007 con la quale si auspicava l’introduzione del sistema di raccolta differenziata porta a porta;
– Visti i risultati positivi della sperimentazione del sistema di raccolta domiciliare “porta a porta” di Forlimpopoli, sia nei risultati sia nei conti economici del Comune;
– Considerato che, rispetto alla sperimentazione di Forlimpopoli, si potrebbero ottenere risultati ancora migliori con l’applicazione della tariffa puntuale, che premierebbe con riduzioni della bolletta chi si impegna nella raccolta differenziata;
– Visto l’ordine del giorno approvato dalla maggioranza del Consiglio Comunale che impegnava la Giunta nell’introduzione del porta a porta a partire da alcuni quartieri della città nel più breve tempo possibile e comunque entro l’estate del 2008
– Visto che ad oggi non è stata convocata nessuna commissione consiliare, nessuna assemblea pubblica e nessun Consiglio Comunale per presentare il progetto alla città

INTERROGA IL SINDACO E LA GIUNTA per conoscere
– lo stato di avanzamento del progetto per l’introduzione della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta anche a Forlì;
– la data nella quale si prevede di avviare questo sistema;
– le motivazioni che spingono l’amministrazione a ritardare la presentazione del progetto e l’introduzione in tutta la città di Forlì;
– nel caso la contrarietà del gestore Hera sia l’ostacolo preponderante per l’attuazione di questa volontà espressa dai cittadini di Forlì e dai loro rappresentanti, cosa intende fare l’amministrazione per recuperare governance nei confronti dello strumento Hera o se non ritenga possibile la scelta di un soggetto terzo che garantisca l’attuazione delle scelte del Consiglio Comunale.

3 risposte a “Interrogazione: Chi/cosa ostacola il porta a porta?”

  1. *clap*
    *clap* *clap*
    grazie alessandro
    *clap* *clap*
    *clap*
    io sono senza parole per questa storia
    per fortuna invece a te le parole e la voce non mancano

  2. Paolo Marani dice: Rispondi

    La risposta è semplice, è di 4 lettere ed inizia per H !!!!

    A parte gli scherzi, a Cesena abbiamo fallito, non si parte se non parte anche Forlì, a Forlì non si parte se non parte anche Cesena. Inoltre, gli ATO verranno presto ristrutturati come definizione e quantità in regione (forse ridotti a 3), mentre è notorio che a fine legislatura non si muove un filo d’erba, figuriamoci affrontare scelte coraggiose.

    Bene l’interpellanza, ma la risposta è scontata, se ne occuperà (forse) la prossima amministrazione. Nel frattempo, Hera nicchia.

    E poi il PD si lamenta del calo dei consensi…

  3. L’interpellanza ha lo scopo di far dire all’amministrazione se il problema è Hera, ed in quel caso bisogna iniziare a pensare alle alternative ed a come liberarci di questo strumento che non riusciamo a controllare, o se è interno all’amministrazione.

    In entrambi i casi c’è un problema e la soluzione dovrebbe essere chiara e lampante. E’ la volontà politica che manca.

    Purtroppo il calo dei consensi non ha colpito solo il PD… magari fosse stato così.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.