La ricetta della caduta di Governo

2/3 Udeur, un De Gregorio (Eletto dall’Italia dei Valori ed immediatamente passato al centro-destra), un Turigliatto (Eletto da Rifondazione Comunista ed espulso dal Partito), 2/3 di fedeli a Dini (Margherita, non entrati nel Partito Democratico), un Fisichella (Eletto dalla Margherita).

Tenere a Bagnomaria per 20 mesi. Servire caldo.

8 risposte a “La ricetta della caduta di Governo”

  1. Bordon (ex margheritino e già ex di altre sigle partitiche), che si era dimesso il 16 gennaio, ha votato?

  2. aggiungerei:
    agitare con un mattarello elettorale formato Veltroni e la frittata è fatta

    a proposito di dimessi hop visto in senato la signora Rame Franca in Fo (non si era dimessa?)

  3. Eh, ma nella ricetta manca l’ingrediente principe, colui che “quale che sia la legge elettorale noi andiamo a perdere”.

    Mi spiace solo per il fatto che ci sarà, ancora, chi vorrà allearsi con quella marmellata clerical-pataca.

  4. Spese destinate alla Difesa, Finanziaria 2007

    Stanziamento complessivo : 18.134 milioni (+ 1,97 in % sul 2006 – Governo Berlusconi)
    difesa : 12.437,3 milioni (+2,7%)
    sicurezza: 5.282
    pensioni provvisorie: 304,1
    attività esterne: 111,1

    ***

    Spese destinate alla Difesa, Finanziaria 2008

    Stanziamento complessivo: 20.928,5 milioni di euro con un incremento di 733.7 milioni (+3,6% sul 2007 – Governo Prodi)
    Rispetto al PIL la percentuale è dell’1,303%.

    Ricordiamo che alcuni finanziamenti sono stati messi sotto il Ministero dello sviluppo economico e dunque a parte.

    EF-2000 : 288,4 milioni di euro
    sino al 2015 si arriverà a circa 18.000 milioni di euro

    F-16 : 32 milioni. Il leasing scadrà nel 2010. L’importo complessivo
    sarà dunque di 120 milioni.

    Tornado : 171,3 milioni di euro. Operatività data sino al 2020-2025. Al 2015 l’importo complessivo sarà di 1.450 milioni di euro.

    AMX Ghibli : 62,2 milioni di euro. Terminerà circa nel 2009 e sarà costato 285 milioni.

    Velivoli da trasporto: 108,1 milioni per 22 C-130J, compresi 15 milioni per il programma Strategic Airflit Capability della NATO, 3-4 Boeing C-17. Oneri globali 1.670 milioni di euro.

    Velivoli rifornitori : 86,5 milioni per 4 KC-767A, completamento 2011 ed onere globale 950 milioni circa.

    Sostituzione Atlantic (ATR-72ASW?) per la Marina: 10 milioni per il 2008. Complessivo onere circa 400 milioni di euro.

    AV-8B : 17,4 milioni sino al 2013 la spesa complessiva sarà di 162 milioni di euro

    JSF/F-35 : 131 esemplari. Per il 2008 la spesa è di 93,2 milioni di dollari, la spesa complessiva sino al 2012 sarà di 1.028,48 milioni di dollari.

    NH-90 : 299,9 milioni di euro, per il 2018 la spesa sarà di 3.895 milioni.

    EH-101 o AW101 : 47,4 milioni di euro

    A-129 Mangusta : 11 milioni al 2015 la spesa sarà di 81,5 milioni di euro

    AB-212 : 8,5 milioni di euro, 18,3 milioni al 2009.

    NETM : 8,0 milioni, saranno acquistati 16 macchine per una spesa al 2015 di 850 milioni

    Elicotteri C-SAR : 15 milioni sino a circa 630 milioni

    JAMMS – Piattaforma aerea Sigint: 10 milioni (ascolto elettronico)

    Sistemi satellitari

    Stanziamenti complessivi: 71,9 milioni nel 2008

    Helios : 23,9 milioni

    Cosmo-SkyMed : 13 milioni (duale) spesa complessiva 155 milioni

    Sicral : 30 milioni, spesa complessiva 300 milioni

    Athena Fidus : 5 milioni, entro il 2011 spesa di 35 milioni

    Sistemi missilistici

    Spesa di 422,5 milioni di euro

    FSAF : 272,8 milioni di euro, sino al 2014 1.090 milioni

    PAAMS : 18,7 milioni, entro il 2011 spesa di 413 milioni

    Iris-T : 19,4 milioni, entro il 2011 spesa di 217 milioni

    Metor : 9,6 milioni, spesa entro il 2013 di 123 milioni

    MEADS (anti-Tactical-Missile) 86,1 milioni entro il 2011 595 milioni

    Storm Shadow : 0,1 milioni spesa complessiva 290 milioni

    AARGM : 2,9 milioni, spesa entro 2009 18 milioni

    Teseo : entro il 2013 spesa 28 milioni

    Controcarro di nuova generazione: 11,9 milioni entro il 2009 circa 67
    milioni

    Mezzi navali e terrestri

    Cavour : 161,7 milioni per una spesa di 1.390 milioni

    Orizzonte: 198, 2 milioni

    Fremm: 40 milioni su 5.680 entro il 2016

    U-212: 54,1 milioni su 1.885 entro il 2016

    De La Penne, Maestrale, Gaeta : complessivi 43,9 milioni (ammodernamenti)

    BV-206 e BV-206bis, Freccia, VLTM : 145,4 milioni

    Contributi ministero per lo sviluppo economico:

    contrbuti indirizzati verso l’EFA, FREMM, Freccia, Cosmo-Skimed, Sicral,
    EH-101, HH-3F, M-346, MB-339CD, Neuron.

    Nota aggiuntiva

    ETAP : programma di ricerca in cooperazione europea

    AGS : programma sistema aereo di sorveglianza (NATO)

    UAV : Predator

    AW109 N “Nexus” elicottero carabinieri

    Sicote, sistema comunicazione carabinieri

    Soldato Futuro per la digitalizzazione della brigata media e forza anfibia

    ***

    Secondo il Ministero della difesa, le spese militari degli ultimi due anni non supererebbero l’1,5% del PIL, ma secondo altre fonti come il Sipri e la Nato (la NATO, non un manipolo di sovversivi), la cifra si aggira attorno al 2% del PIL. Il dato è significativo: gli investimenti per le politiche sociali e ambientali (sottolineo ambientali) non superano il 2,7% del PIL.
    Turigliatto non gode della mia stima; si è fatto eleggere con RC e non ha esitato ad appoggiare Prodi nei momenti critici arrivando pure a votare il rifinanziamento delle cosiddette missioni di pace, ma bisogna avere la faccia come il culo per criticarlo dopo aver letto queste cifre.
    Davvero non vi vergognate nemmeno un poco?
    Marco

  5. Vedremo se il prossimo governo farà di meglio, con cose bianche, CDL e PD da solo.

    Non ho scritto che tutto quello che ha fatto il governo fino ad oggi sia stato giusto. Ognuno ha le sue responsabilità, e la sinistra dell’Unione ha imposto anche troppo poco il programma della coalizione, su diversi temi (non solo quello che hai citato, che comunque è tra i più importanti). Il PD sicuramente ha le maggiori: dalle sue varie componenti sono partiti la frantumazione della maggioranza e del programma della coalizione.

    Ma, ripeto, in quel voto di fiducia io avrei votato diversamente, cercando di ottenere dati diversi per la finanziaria 2009 o tagliando quei progetti previsti per il 2008.

  6. Dubito che il prossimo possa far peggio del governo Prodi: dove troveranno i soldi per aumentare del 4% il bilancio della difesa?
    Vergognatevi. Tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *