Quale innovazione tecnologica vorresti vedere nel 2009?

Nel 2009 a me piacerebbe vedere introdotti o maggiormente diffusi nel mercato:
– i pannelli fotovoltaici a basso costo
– lettori ebook di largo consumo per leggere romanzi, libri e quotidiani in formato elettronico
– nuovi veicoli elettrici

E voi? Sarebbe bello fare una classifica, dite la vostra (facciamo 3 idee a testa)!

9 risposte a “Quale innovazione tecnologica vorresti vedere nel 2009?”

  1. 1) inserimento sul mercato degli ultracapacitor (alternativa alle batterie ricaricabili).
    2) “campi solari” per la produzione di energia elettrica.
    3) telavoro.

    Sono tre tecnologie disponibili (o quasi) che cambierebbero completamente il nostro stile di vita senza “sfasciare” troppo lo status quo.

    Giuliano

  2. le distribuzioni nei market di Forlì dei prodotti alla spina e sfusi, come già succede in altre parti. è una cosa piccola che però in questo luogo della raccolta differenziata multimateriale non riesce a essere introdotta.
    e poi disponibilità, ottimismo, impegno e serietà
    auguri

    1. Grande Fausto, i prodotti alla spina ed i farmer market sono una innovazione importante (non mi erano venuti in mente, altrimenti li avrei inseriti!)

  3. Non è un buon anno e non è nemmeno un bel mondo, l’anno vecchio si è chiuso col riaccendersi di una vecchia guerra.
    L’anno nuovo porta i morti e le operazioni militari di terra, la fame, i feriti, i “danni collaterali”, nell’indifferenza dei politici e degli intellettuali, se ci sono ancora, poi anche i cittadini non si scompongono più di tanto.
    Assordante il silenzio di Obama che pareva essere una speranza di cambiamento, se lo sarà sarà lento e cauto, troppo.
    Possiamo fare qualcosa di pacifista che richiami i responsabili delle politiche internazionali italiani ed europei a una attenzione e a un impegno che mi pare sia rivolt altrove.
    I problemi non possono essere risolti dalle guerre e dalle violenze, mediazione interposizione, trattative, presenza politica e di truppe ONU sono le uniche prospettive percorribili. Accompagnate da frontiere che lascino entrare aiuti, farmaci, alimentari. In un territorio di 320 Kmq vivono ammassati 1.500.000 persone a cui manca quasi tutto.
    La provincia di forlì cesena è quasi 2400 Kmq con poco più di 380.000 abitanti, pensateci è impressionante, in 1/8 del territorio, quasi 5 volte le persone. Una soluzione si dovrà pure trovare che non sia guerra e sterminio.
    Auguri alla gente della sfortunata terra di palestina e alla gente di israele che da troppi decenni non conoscono altro che la guerra e la paura della guerra.
    una innovazione tecnologica: LA PACE

    1. quanto hai ragione,
      domani 12 gennaio quando apriranno, si fa per dire, dinuovo le aziende delle ns zone industriali temo che avremo una percezione più precisa di quello che è il risultato di questo nostro sistema.
      Spero solo che ci renderemo conto che tutti i fatti che accadono in questo mondo provocano un effetto domino su ogni parte dello stesso ed iniziamo ad anteporre legalità e sostenibilità in ogni nostra azione, anche nel nostro piccolo quotidiano.
      mi auguro solo questo…..
      Saluti ed auguri a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *