Quando succede un disastro

Quando accade una catastrofe naturale come quella delle inondazioni di fango di questi giorni, ci si chiede il perché.
In questi casi, e purtroppo solo in questi, si punta il dito contro l’amministrazione (come se i cittadini non avessero mai votato), la deforestazione, la cementificazione, lo sfruttamento del territorio ed il taglio dei fondi contro il dissesto idrogeologico fatti da questo Governo all’inizio legislatura.
Purtroppo tra non più di una settimana si tornerà a pensare che questi fondi sono inutili sprechi, fino alla prossima catastrofe. La necessità di sicurezza si sente solo quando è troppo tardi, prima e dopo ci lasciamo convincere della totale assenza di rischio dai bravi imbonitori.

Fino a quando l’ambiente non ci si riversa sopra è solo un costo da tagliare, in favore di una crescita senza ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *