Alessandro Ronchi

Anno: 2009

Buon 2010 Nucleare

Il prossimo anno, sicuramente non prima delle elezioni regionali, verranno resi pubblici i siti delle nuove centrali nucleari italiane.
L’elenco sembra già essere circolato, ma forse questo non è il fatto più importante.

E’ la tempistica, a mio parere, che dovrebbe farci riflettere. Se si crede che sia giusto percorrere di nuovo la strada del nucleare bisogna avere il coraggio di farlo fino in fondo, senza prendere in giro i cittadini. Ed i cittadini devono fare altrettanto.

Se ritengono che sia giusto e sicuro, nonostante l’elenco piuttosto lungo di incidenti delle cosiddette centrali modello, allora devono a maggior ragione votare chi costruirà anche a pochi km da casa propria una centrale atomica.

Chi invece la ritiene una strada sbagliata, non dovrebbe aspettare di sapere se la centrale sarà nel proprio giardino per cambiare il voto alle prossime regionali. Altrimenti in futuro la sua protesta potrebbe non avere lo stesso significato.

Torna su