Chiudi gli occhi, respira lentamente

L’affanno di questo inizio settimana per far approvare in tutta fretta leggi liberticide nei confronti della rete, che nulla c’entra con la statuetta, è una indicazione del rischio che stiamo per correre.

In questi casi bisogna cercare di passare la nottata: tra qualche giorno questa squallida strumentalizzazione del pazzo non avrà più tutta questa forza.  La possibilità di fare ostruzionismo in Parlamento, oggi azzerata, serviva proprio per evitare che un fatto eccezionale potesse influenzare una legge del nostro Paese.

E’ compito nostro cercare di svegliare le coscienze e le menti intorpidite da quanto accaduto domenica ed alzare seriamente la voce per impedire che l’Italia adotti misure censorie per la rete simili a quelle cinesi.

Domani potrebbero chiuderci completamente la bocca.

Una risposta a “Chiudi gli occhi, respira lentamente”

  1. Era un rischio che mi appariva chiaro fin dall’inizio della vicenda.. “vedrai che approfitteranno di questa cosa per fare passare con forza provvedimenti liberticidi che altrimenti non sarebbero passati mai”..

    Spero di non essere stato una infelice cassandra.

    Dobbiamo dire basta a robacce suggerite sull’onda dell’emotività, la libertà di espressione è sancita dalla costituzione, non può certo essere interpretata a seconda della statuetta di turno! Perchè questo si che creerebbe un clima da scontro civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *