I Bambini fanno oh … ma pare che Povia non abbia donato i proventi come promesso

Nel 2005 Povia si presentò sul palco di San Remo fuori concorso, con una canzone che -purtroppo- tutti abbiamo ascoltato più di tutte le altre partecipanti. Sicuramente il successo di quella canzone, che ha fatto vincere il concorso a Povia l’anno successivo con un pezzo bruttissimo sui piccioni, era l’iniziativa benefica a favore del Darfur che Bonolis aveva sapientemente confezionato.
Povia si presentò con la sigla dell’iniziativa dicendo che i proventi della canzone sarebbero andati totalmente in beneficenza. Raccolse così circa 450’000 euro solo nel 2005, secondo le parole del suo discografico, che però non verso mai in beneficenza come promesso.
Quest’anno si presenta con una canzone che ci spiega che dall’omosessualità si può guarire.
Proprio per questo quest’anno non guarderò nemmeno un minuto di festival, che di omofobi e furbetti (per usare un eufemismo) ne ho abbastanza.

2 risposte a “I Bambini fanno oh … ma pare che Povia non abbia donato i proventi come promesso”

  1. …per miei gusti personali compro praticamente solo musica estera o classica. Musica italiana… praticamente mai, nonostante da almeno 25 anni suoni spesso anche materiale di repertorio italiano.
    Il disco di Povia me lo compro, e mi compro anche l’MP3 da internet. Musicalmente è azzeccato, ottimo ritmo, ottimo arrangiamento, storia avvincente ed emozionante, delle polemiche non me ne può fregar di meno, di questo continuo riscatto/celebrazione della realtà del mondo gay, dalla quale siamo pervasi e bombardati da anni sotto ogni forma mediatica sinceramente ne ho le “tasche piene” (tanto per rimanere “educato”… aggiungendo anche che praticamente tutte le persone che conosco, incontro e frequento, e sono moltissime lavorando con il pubblico, affermano la stessa cosa…).
    …omofobia…? …dai! …non scherziamo o esageriamo…. non stiamo dando troppo peso alla quesione gay? ci sono persone che vivono la propria omosessualità? fanno del male a qualcuno? …no? allora che la smettano di esibirsi, ostentarsi cercare di affermarsi a tutti i costi, si comportino come tutti. Prima si rendono conto di non costituire il centro dell’interesse del mondo… meglio è.
    “dall’omosessualità si può guarire”…? amico mio, secondo me… o non hai capito proprio niente della canzone di Povia oppure ne tenti la strumentalizzazione (…probabilissimo… va troppo di moda, di questi tempi). In quest’ultimo caso il “furbetto” magari lo vuoi far tu, ma non ti affannare troppo. La bellissima novità è che gli italiani da anni si stanno svegliando, sotto ogni punto di vista, e il cervello lo tengono infinitamente più inserito di quanto facevano in passato.

    saluti

    1. Ho riportato sue dichiarazioni, non ho inventato nulla. Nel testo non si parla di guarigione, ma lui lo ha affermato.

      Comprati pure il suo disco, ma se pensi che l’omosessualità non sia un fattore discriminante nella nostra società secondo me hai i paraocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *