2 risposte a “Il saluto fascista del prete lefebvriano”

  1. Il simpatico prete è un affezionato frequentatore di Predappio. Le vigenti leggi non permettono di citare neanche la metà delle cose che dice celebrando il ‘rosario fascista’. Quella più divertente comunque è: ‘Papa Woytjla era un agente del Kgb’

    1. Alessandro Ronchi dice: Rispondi

      Incredibile.

      Mi chiedo il motivo per il quale la scomunica ai lefebvriani sia stata ritirata, senza aver richiesto loro il riconoscimento del Concilio Vaticano II ed in particolare la parte sul riconoscimento delle altre religioni e sull’abbandono dell’antisemitismo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.