Quale destinazione?

Pare che Destinazione Forlì in Circoscrizione 1 abbia prima chiesto di eleggere il presidente (con la forza del gruppo più piccolo e senza nessun alleato), poi ha votato assieme a PDL , UDC e Lega Nord per eleggere Fusconi (Lega Nord). Sembra che il motivo sia la promessa di fare un cambio di presidenza tra 2 anni, cosa che non può essere mantenuta perché i numeri permetterebbero alla minoranza di eleggere solo un consigliere anziano.

Questo voto, tra l’altro, si è svolto senza il numero legale e quindi contro lo Statuto Comunale (Art 52.).

La Lega Nord anni fa voleva il filo spinato per allontanare i meridionali ed oggi ha eletto Aprigliano, un calabrese, come capogruppo in Consiglio comunale. Ha protestato per le misure contro il traffico in centro storico, ed è sicuro che la sua idea di città è molto diversa da quella di un ecologista.

Una scelta a 5 stelle, non c’è che dire.

E’ questa la nuova politica? Di certo non la mia.

46 risposte a “Quale destinazione?”

  1. Chi è che ha respinto la candidatura alla presidenza della ciscoscrizione di destinazione Forlì? L’articolo non fa nomi come non dice chi di destinazione ha votato in aula.

    1. Tutti hanno respinto la candidatura di Destinazione Forlì. Del resto, con un solo voto su venti, erano veramente quelli con meno forza di tutti.

      Nel loro comunicato specificavano che nella circoscrizione avevano i numeri per eleggere il presidente. Per come erano messe le cose, i numeri li avevano solo minacciando di votare con il centro-destra (cosa che hanno fatto nella prima votazione), per finire in parità ed eleggere il consigliere più anziano.

      Dice bene Valli.

  2. L’inesperienza o l’incapacità politica, i giochi potere, la volontà di rivalsa verso chi non ha appoggiato la loro candidatura alla presidenza, posso capire *tutto*… ma bisogna davvero avere la faccia come il culo per votare a favore dei fascisti e della lega nord.
    saluti

  3. Io non ho partecipato alla cosa e ho capito solo postumo cosa è successo e il perchè delle scelte fatte, tra l’altro spiegate bene in un comunicato stampa senza equivoci.

    DestinazioneForlì ha proposto tanti emendamenti al programma, affinchè venissero accettati sia dal PdL che dal PD.

    Mentre il PdL ha dichiarato di accettarli in toto, il PD ha rifiutato per buona parte di essi.

    Se Destinazione si fosse astenuta dalla prima votazione, avrebbe vinto il PD con 10 a 9, perciò avrebbero eletto il presidente e avrebbero rinunciato a qualsiasi integrazione del programma.

    Votanto PdL, si è ristabilita la parità, con 10 a 10, annullando di fatto il colpo di mano del PD. Quindi NON ERA UN VOTO PER I FASCISTI come scrive quell’essere inqualificabile di Biserna dell’IdV, perchè già sapevano che sarebbe finito pari.

    Ovvio, non si può negare che l’obiettivo era la presidenza, sarebbe stata di garanzia di entrambi, ed avrebbe rafforzato il programma dal lato ambientale. Che c’è di male nello sfruttare il fatto di essere l’ago della bilancia ?

    Invece il PD si indispettisce (come se tutto debba essergli concesso d’ufficio, guai a metterli in castagna) e decide di disertare l’aula. A questo punto, Destinazione si è astenuta, come era corretto che fosse, e il PdL si è eletto il leghista da solo (assai probabilmente in maniera illegale, viste le note dello statuto che Ronchi ha puntualmente evidenziato)

    Quindi, io la polemica proprio non la vedo, si voleva la presidenza ed era una chance servita su un piatto d’argento, stupido il PD a non averlo capito, lasciando la destra minoritaria a fare il suo gioco. Non è andata forse così ?

    1. E’ andata proprio così: si è anteposto l’interesse per la presidenza alle conseguenze del voto, che ha eletto Fusconi della Lega Nord grazie al voto di Destinazione Forlì (che solo in un secondo tempo, visto che il suo voto non contava più, si è astenuta).

      Il voto a favore della Lega dato una seconda volta, al ballottaggio, avrebbe comunque eletto Fusconi per l’età.

      Che male c’è a sfruttare il fatto di essere l’ago della bilancia? Il male c’è, se si cerca di far pesare il proprio voto più di quello di gruppi 10 volte più consistenti, anche a costo di votare per chi esprime la politica più lontana possibile dalla propria.

      Trasversale è chi valuta, pesando opportunamente le cose, i programmi in maniera indipendente. Non chi fa finta di non capire che il centro-destra accetta le proproste solo per convenienza.

      Dimmi tu, sei sicuro che DF si sarebbe astenuta anche la seconda volta, quando il voto sarebbe stato decisivo, se fosse stato presente il PD e l’IDV? Io penso proprio di no.

      1. Però continuo a non capire, è vero oppure no che se Destinazione non pareggiava il conto sarebbe passato direttamente come presidente il candidato del PD, senza nessuna possibilità di migliorare il programma ?

        Se questo è vero, il resto viene di giocoforza, non credo potessero fare altro. Il PD astenendosi ha concesso il regalo! Inutile dare colpa a destinazione, non ti pare ?

        Comunque, il voto sarà contestato oppure no ? Questo non l’ho ancora capito

        1. Ma che discorsi fai, paolo?
          A me sembra di sognare, alla fine della fiera qual’è stato il risultato? Cosa migliori, adesso?
          Insomma, se si voleva imitare l’UDEUR non era necessaria un’imitazione come Destinazione, si votava l’originale e via.

        2. E’ vero che se Destinazione non votava con la Lega il presidente era il candidato PD. Che è anche il gruppo con la maggioranza di Consiglieri. Non ti pare che far pesare un consigliere più di quello che pesa sia andare contro la volontà dei cittadini?

          Il presidente di circoscrizione è un ruolo politico, non è un ruolo di garanzia come è il Presidente della Repubblica.

          Il PD aveva solo quella scelta, visto che entrando in aula si sarebbe ripetuto il voto della Cimatti e la presidenza sarebbe andata a Fusconi.

          1. No, non mi pare.
            Il limite di come si organizza l’attività politica è dato dalle regole e dal buon senso.
            I cittadini hanno dato a destinazione 1 voto, che vale come 1 voto di qualsiasi altro consigliere. Pertanto è preciso dovere USARLO AL MEGLIO. Se il PD ha 10 voti non è 10 volte più legittimato a imporre le proprie visioni, in democrazia, mi dispiace che tu non riesca ancora a capirlo, basta solo un voto in più per effettuare una scelta.

            Il fatto che il candidato del PD (che io tralaltro non conosco) meritasse la presidenza solo perchè il PD “è più votato dalla gente” non ha senso, il consiglio è quello e quella è la sede dove si fanno i giochi, non più i cittadini.

            Che rientrando il PD si fosse ripetuto il voto della cimatti, è solo speculazione, doveva succedere per dire che è successo, il PD al solito ha preso un ennesima cantonata, uscendo dall’aula ha perso un occasione di dimostrare la propria integrità, preferendo salvare la faccia dallo smacco subito.

            1. Usare al meglio il voto è giusto. Però bisogna usarlo SEMPRE pensando alle conseguenze. Eleggere Fusconi non è una conseguenza positiva e bisogna assumersi questa responsabilità.

              La mia speculazione deriva dai 2 voti precedenti, mica è campata in aria.

  4. Faccio il discorso che ho fatto, che è la banale verità salvo smentite, il resto sono chiacchere da bar.

    I continui attacchi a Destinazione non hanno senso, dato che il PD ha abbandonato l’aula indispettito per la lesa maestà, e quindi si assume tutta la responsabilità di avere fatto eleggere un presidente di opposizione. Ma proprio tutta tutta.

    Se ti sembra di sognare mi dispiace, fatto stà che una alternativa per il PD c’era, e cioè quella di eleggere Patrizia come presidente, a garanzia di entrambi dato che si è sempre dichiarata equidistante (dai partiti, noi dai loro programmi tema per tema).

    Sapevano in quale palude si cacciavano rifiutando, i numeri sono numeri, non lasciatevi accecare dalla partigianeria. Dtemi cosa avrebbero dovuto fare piuttosto, per salvare capra e cavoli, vedrete che altra soluzione non c’era.

    1. Bel modo di ragionare, avete già percorso tutto il peggio della peggiore politica. Tu che mi parli di necessità di semplificazione mi vieni a dire che un consigliere solo deve essere il presidente di tutti. Perché allora non uno dell’UDC, o uno della Lega Nord?

      Destinazione se voleva mantenersi indipendente e mostrare che non gli interessa solo la poltrona doveva astenersi, e lasciare che la maggioranza eleggesse il suo presidente, oppure confrontarsi con il programma ed eventualmente sostenerlo se ritenuto valido.

      Non fare, come ha fatto, un copia incolla dei programmi di destra e di sinistra per farsi eleggere come garanzia di imparzialità.

      Io sulle ronde, ad esempio, non sono affatto imparziale: scelgo una parte. Così sul traffico in centro storico, sul nucleare, su tante cose.

      Che non dimentico solo per la promessa di una poltroncina.

      Ma è come spiegare ad un amico innamorato che la sua morosa gli sta togliendo l’anima. Ci sei mai riuscito? Bisogna lasciare tornare la ragione, evidentemente.

    2. vediamo se ho capito bene: l’alternativa per la coalizione di maggioranza (cioè quello che rappresenta giustamente la maggioranza dei cittadini votanti) è far eleggere uno della coalizione di minoranza o uno del partito di miniminoranza? in generale, se tu non fossi pro.clandestino, ma pro.democrazia, questo ti sembrerebbe giusto? se i partiti fossero ‘major’ ‘minor’ e ‘miniminor’ la penseresti uguale?

      vediamo se sei d’accordo su questa riflessione: se l’obiettivo del clandestinazione era la presidenza (leggi: potere) ha fatto la scelta migliore, cioé ha giocato bene la sua unica carta (poi vedremo se…); ma ricordavo che il clandestinazione si presentava come forza nuova extra, anzi no sovra.politica, interessata a rappresentare i cittadini, rimanendo esterna agli squallidi giochetti che hanno portato tanto disamore nei cittadini. in questo senso, ha dimostrato al canto del gallo che l’equazione scendo-in-campo=divento-squallido-uomo-politico è vera una volta in più. altro che duro-e-puro.

      la soluzione c’è. eccome. stai nel tuo angolo. rappresenti il tuo 4e4. lavori bene. rimani legato a ciò per cui ti sei fatto votare. duro e puro. e alle prossime, il 4e4 diventa l’8e8 e così via. portar via con trucchetti tutto e subito non è una strada diversa da quelle che conosciamo già da decenni che ha portato in malora l’italia. sinceramente? non mi aspettavo altro.

      1. x Gianni:
        Non ci vedo niente di male che la maggioranza affidi la presidenza a “una” minoranza. Lo si fa in quasi tutte le assemblee elettive. Non lo si è fatto alla camera e al senato nella corrente legislatura (dove il PdL si è pigliato tutto), e dalla sinistra si sono levate giustamente CORI DI PROTESTA per non avere proseguito nella consuetudine.

        Cosa mi venite a dire oggi ? La solita litania dei due pesi e due misure ? Se in parlamento la maggioranza si scieglie i presidenti è uno scandalo, se si fa nelle circoscrizioni è un atto dovuto ? Persino senza scomodare Ghedini Lurch… scapperebbe fuori un MA VA LAAAAA

        1. tralasciando il fatto che la descrizione che hai riassunto nel tuo ultimo commento non ha nulla a che fare con i fatti (non ci sono maggioranze che affidano presidenze a minoranze), la cosa interessante è che ‘non ci vedo niente di male’ e che non ci vedono niente di male neanche i clandestini e che la giustificazione è se han fatto sempre così perché noi no, è l’unico modo per avere più peso (leggi ancora: potere), si fa in governo perché no in circoscrizione. discorsi che uno si può aspettare dalla destra o dalla sinistra (trasversalmente), ma che fanno strano da chi si è presentato come forza esterna alle meccaniche invecchiate e rugginose della politica attuale. mi sembra che ci stia dentro tutto.

          adesso le possibilità sono tre: o mi dici che clandestino ha mentito in campagna elettorale e ora fa bene a politicizzarsi nel senso peggiore del termine, o mi dici che ha fatto una cagata adesso, oppure menti come un cattolico di fronte alla sindone.
          in quest’ultimo caso (il più credibile) credo che, visto che le posizioni sono chiarite, è inutile proseguire il confronto, a patto di non voler ricercare quella stanca soddisfazione nel gettare noccioline alle scimmie solo per vedere che, ancora una volta, scendono dal ramo per divorarle con gusto.

          infine, se nessuna delle cose che ti ho scritto ti servirà come occasione di crescita o di miglioramento del pensiero, faccio ammenda segnalando che ‘scieglie’ ha una ‘i’ di troppo, per stimolare il pensiero creativo, lascio al lettore il compito di capire quale.

  5. Bene, se Patrizia si vuole assumere la responsabilità della presidenza, io son solo contento.
    Un motivo valido per non dargliela?

    Cosa aveva il programma di DF che non andava bene?
    Io l’ho già letto e dato la mia opinione a riguardo.

    1. Il fatto che non abbia un’idea di cosa comporta e di come ci si muove, ad esempio.

      O il fatto che i cittadini hanno scelto un’altra maggioranza, che può non starti bene ma comunque è stata scelta democraticamente.

      Il programma di DF era un copia incolla degli altri due programmi, presentato apposta per cercare di mostrare che si era equidistanti.

      Io ad esempio tra la lega ed il PD, pur non condividendo il percorso di quest’ultimo partito, non sono affatto equidistante. Penso che lo capitere anche voi.

      1. la carta dei cittadini hanno scelto non attacca, dato che i cittadini in questo caso non c’entrano un bel niente, altrimenti voteremmo noi e non i consiglieri di circoscrizione.

        il fatto che non abbia un’idea di come ci si muova o comporta è una tua opinione, cercherò di ricordare.

        Ottenere quella poltrona da quello che sto leggendo qui, sembra che sia come ottenere il controllo del mondo intero.

        L’idea di partenza di DF non era affatto malaccio e han fatto bene a buttarsi, e come era prevedibile il fatto che ci provino da fastidio a molte persone.

        Sinceramente di tutta questa faccenda non vedo proprio nulla di così scandaloso, anzi…

        Sono più turbato dal comportamento di Oronti, dato che ha cancellato quello che aveva scritto e non mi sono potuto fare una opinione a riguardo.

        1. Hai una idea piuttosto vaga della democrazia rappresentativa. Tutti i consiglieri ora ci rappresentano e rappresentano in proporzione le scelte dei cittadini (e devono ovviamente e continuamente fare i conti con questo).

          Probabilmente è per questa tua confusione che non vedi nulla di strano nel votare Lega Nord per ottenere una poltroncina. Se poi, come dici, non è nemmeno così importante è ancora peggio.

          1. Alessandro, non ti pensavo davvero così “radicale”, la tua è una posizione per partito preso, ti lamenti di coloro che desiderano poltrone e non fai che lamentarti per non avere ottenuto la poltrona che dici ti spettava, facendoti scudo dei cittadini.

            Almeno DF è stata onesta, lo ha detto apertamente: QUESTO MODO E’ L’UNICA POSSIBILITA’ DI CONTARE DI PIU. Un azzardo, finito male, che ha creato malcontento che non c’entra niente con la democrazia che dici tu, ma ha molto a che fare con il desiderio di vendetta per i voti che ancora continui a sostenere essere stati rubati.

            Invece di parlare di democrazia rappresentative e di poltrone che vi spettavano per ditirro, perchè non pubblichi i programmi a confronto, così che i tuoi lettori se ne possono fare una opinione diretta, non mediata dal tuo modo di piegare la democrazia a tuo favore ?

            1. Scusami, ma perché parli della mia poltrona? Qui non centro nulla, sono un libero cittadino che protesta contro una decisione insensata. Nessun partito preso. Ho perso forse il diritto di dire la mia??? Tra l’altro non sono nemmeno l’unico a Forlì a pensarla in questo modo, quindi le tue accuse puoi proprio tenerle per te.

              Scudo dei cittadini? Non sai di cosa parli.
              Poltrone che mi/ci spettavano? In questo caso io ed il mio partito non c’entriamo proprio nulla, non so se hai notato che siamo fuori dalla circoscrizione ed a noi non spettava proprio nulla. Fossi stato dell’IDV o del PD avresti potuto tentare di accusarmi di avere interessi, questa volta proprio no.

              Non ho ricevuto i programmi, altrimenti li avrei pubblicati.

              Ti chiedo solo una cosa: perché allora non vi siete apparentati al ballottaggio? Lì potevate contare ancora di più, no?

              Vi siete fermati solo per lo stop di Grillo?

              Se lo avesse fatto qualcuno dell’UDEUR vi sareste incazzati. Solo perché lo avete fatto voi diventa giusto. Bella doppia morale, complimenti.

              1. ma dai ancodìra questa at similia con l’UDEUR…
                ma ci credi veramente?

                io non faccio nessuna confusione, non sto nemmeno difendendo Df sai?
                Credo sia giusto bilanciare i poteri in città.

                La vostra coalizione, ha già la maggioranza in consiglio comunale e quindi anche il Sindaco, ce l’ha anche nei consigli di circoscrizione e quindi, mi sembra che nell’eleggere Fusconi in questo determinato caso non ci sia nulla di male, anche se naturalmente avrei preferito Patrizia.

                Poi se non lo voliamo eleggere solo perchè della Lega…beh! non mi pare che ci sia da aggiungere altro, purtroppo i cittadini per cui sembra che ti batti hanno votato anche Lega, e non sono in pochi e quindi c’è anche lei….lo so è dura da accettare ma è così.

                Ma se vogliamo cntinuare di ronde, psudofascisti e pseudopartigiani non ne usciremo più.

                Piuttosto si è parlato solo della circoscrizione 1, e le altre? mo mi faccio un giro su romagna oggi

                    1. Hai presente i paradossi? Cercherò di semplificare il ragionamento.

                      Tu dici che al di là delle idee che uno esprime è giusto equilibrare le forze.

                      Io dico che invece se c’è una posizione che esprime idee migliori è giusto premiare quella sempre ed ovunque.

                      Tu dici che è meglio Fusconi che la candidata del PD, io sono convinto del contrario.

              2. Aggiungo che oltre alla politica di Mastella hai assunto anche i metodi di comunicazione di Vespa, cercando di screditare il pensiero altrui con l’uso improprio di parole che non c’entrano nulla, come quell’orrendo “radicale”.

                1. mai detto che la sia meglio Fusconi della candidata del PD, ho solo parlato di equiparare i poteri, perchè la storia ci insegna che vanno tutti da una parte, non succede nulla di buono, anche se si parte da buoni propositi. E qui nemmeno si parla di buoni propositi ma di persone che puntano i tacchi e si convincono che le loro idee siano meglio a prescindere.

                  ma se vogliamo parlare di idee allora è meglio aprire un nuovo post completamente diverso, dato che in questo non si parla affatto di idee.

  6. Mi rendo conto adesso che la politica è fatta per i politicanti, se la società civile si mette al gioco con questi ultimi ne rimane contaminata e reagisce inevitabilmente assumendo gli stessi comportamenti che poco prima intendeva criticare.

    Pertanto, penso che mi ritirerò da questa discussione stucchevole perchè rappresenta solo una perdita di tempo. Certo che vedere i verdi ridotti così mi fa venire una grande tristezza, lo dico da elettore verde.

    1. ma? come? chiudi con l’ammissione che il clandestinazione si è completamente politicantizzato e poi ti ritiri stucchevolizzato? dovresti essere felice della raggiunta consapevolezza, ma forse ci vuole qualche giorno per elaborare il lutto.

      per i verdi ci vuole pazienza. è una politica non facile da capire in quest’epoca di veline e inciuci. non sono ridotti male, solo un po’… sottotono. ma appena le sorti culturali di forlì e dell’italia risorgono, sono sicuro che ritroveranno la loro naturale verve, l’importante è che perseverino a non scendere ai compromessacci che la politica vorrebbe richiedere oggi, quegli stessi che hanno contaminato la società civile di clandestinazione di cui parli. non disperare, pazienta.

      1. ma si ce la farete sicuramente, la tattica è non criticare mai il PD e il gioco è fatto.

        morale della favola:
        il Pd o IDV avrà la presidenza anche della circoscrizione 1 e potrà raccontare ai Forlivesi che l’invasione delle ronde fasciste è stata sventata nuovamente con coraggio e impavidità.

        …e hitler è stato sconfitto!

        Ora rimangono da vedere la circoscrizione 2 e 3.

        1. Il problema nel discutere con te è che forse ti manca qualche fondamento di logica.

          Se dico che la Lega Nord è peggio del PD, non dico che il PD è buono (come invece sembra che tu legga). Mi pare una cosa piuttosto semplice da capire.

          Basta che tu faccia una piccola ricerca in questo blog per capire che io non tesso le lodi del PD e quello che penso su questo progetto politico, che non ho MAI condiviso. MAI.

          MAI, hai capito?

          E, a differenza della candidata presidente per la circoscrizione 1 di Destinazione Forlì, io non ho mai sottoscritto un impegno a sostenere il PD per votare alle primarie.

          Smettiamola di dire fesserie. Il quadro della consigliera DF è questo:

          – A dicembre vota alle primarie e sottoscrive l’impegno a votare PD
          – Si candida contro il PD con destinazione Forlì
          – Fa un copia-incolla dei due programmi per la circoscrizione 1 di centro-destra e centro-sinistra nella speranza di tenere i piedi in due staffe ed accreditarsi come candidata di tutti
          – Non avendo il sostegno di nessuna delle due parti vota il candidato della Lega Nord

          Tanto per fare un altro esempio, i Verdi si sono dimessi dalla circoscrizione 4 quando sono usciti dalla maggioranza, e nella circoscrizione 1 hanno fatto cadere la maggioranza in una situazione identica a quella di oggi ma NON HANNO VOTATO IL CANDIDATO DI CENTRO-DESTRA NE HANNO CERCATO DI IMPORRE IL PROPRIO PRESIDENTE MINACCIANDO DI VOTARE QUALCUNO DEL PDL (la lega non c’era).

          Noti la differenza, tra chi dice a parole di essere lontano dai giochetti e poi fa peggio di tutti, e chi invece ha mantenuto una posizione coerente anche se questo costava rinunciare a qualche poltrona?

          Se non la noti, abbiamo finito di discutere.

          Del resto la posizione che tiene DF accusandomi di parlare per la rabbia è inconsistente, viste le critiche che piovono da più parti per questa scelta e non certo tutte di provenienza Verde.

          1. non mi manca la logica, mi mancano nozioni di politica.

            Di sicuro questo intervento è cento volte meglio di quello su hitler.
            Ringrazio valerio per il “signor” fantrucchi ;)

  7. Io fossi in Ronchi eviterei il confronto con i signori marani e fantrucchi.
    Uno scrive “politicanti” con accezione negativa, come se il termine “politici” risultasse ostico e/o come uno che proviene dalla società civile, sedendosi in un qualsiasi consiglio, non facesse politica a sua volta.
    L’altro che siccome in città il PD ha la maggioranza ovunque e molte presidenze (e ci mancherebbe altro, aggiungo io) perchè non metterci un pizzico di DF in quà e in là. Come un budino, una torta, con diversi ingredienti.
    Una torta, ecco, il manuale Cencelli dei poveri, ma con DF che è all’opposizione, non dimentichiamolo.

    A Ronchi e Gianni (complimenti per gli interventi, sinceramente) ricordo che non si devono poi stupire, DF si è presentata all’opposizione del centro sinistra e adesso esercita il ruolo che le compete. Quello di opporsi al PD.
    Solo che facendo questo, capiterà spesso di votare a favore di leghisti e “compagnia” .., anzi, “camerata” cantante.
    Ecco, non stiano a vergognarsi o arrapicarsi sugli specchi e soprattutto, non vogliano continuamente apparire i puri della situazione.
    Che le manine vogliono prenderla la marmellatina, eh?

  8. fantrucchi:
    evvabbè fusconi = hitler
    direi che son finiti gli argomenti.

    Ma te….
    Se io scrivessi “piuttosto mi farei suora” cosa risponderesti?
    “Evvabbè Suora = Valerio … un uomo non può farsi suora,
    direi che sono finiti gli argomenti”
    Tu risponderesti così?
    No, giusto per sapere come scrivere, per rapportarsi.

    1. stavo parlando con te? a parte che Ronchi sa difendersi benissimo da solo e comunque mi sa che non hai capito il mio commento.

      Ma io mi chiedo….anzi meglio non chiederselo.

  9. Visto che siamo in tema di ringraziamenti, ringrazio fantrucchi per il suo modo semplice preciso e sintetico di esporre, senza mai lasciarsi innervosire dalle dichiarazioni più strampalate.

    La domanda era semplicissima, ma nessuno mi ha risposto, ho chiesto solamente cosa avrebbe dofuto fare DF in quella condizione, non oso chiedere a Ronchi cosa avrebbe fatto lui al suo posto, perchè dubito che si possa astrarre dal suo PD che osanna a ogni piè sospinto e riesca a utilizzare altri punti di vista.

    A proposito, perchè mai Alessandro non hai lasciato i verdi e non sei entrato nel PD ? Magari come ha fatto Riguzzi e altri ? Almeno così potevi sparare ad alzo zero con le spalle coperte.

    Personalmente non conosco re Fusconi ne l’altra candidata del PD, io parto sempre con l’idea che le persone non sono hitler o ghandi a prescindere, ma si valuta quello che fanno di caso in caso. Non saprei nemmeno dire se Fusconi sia strumentale ad appoggiare il programma di DF oppure no, fatto stà che se qualcuno dell’opposizione fa una proposta seria il PD non la accetta mai!!! E di questo ne ho innumerevoli prove a Cesena.

    Al massimo, se la proposta gli piace, vota contro, poi la fa sua e la ripresenta lui, facendo perdere tempo alle commissioni.

    Purtroppo funziona così, non c’è niente da fare, vaglielo a spiegare che la politica non è i brutti e i cattivi ma le risposte che devono essere date ai cittadini.

    Non è questione di marmellatina, quella la trovi se vai a finire in qualche società partecipata, che ti pagano pure bene, e il manuale cencelli non serve a molto in questo contesto.

    Semplicemente, qualcuno mi deve convincere che tutto questo attacco a DF sia basato su fatti reali, perchè a mio modo di vedere è solo una totale e completa strumentalizzazione per cogliere l’occasione di sputtanare un oppositore politico sui giornali.

    Magari il PD, potrebbe iniziare rifiutando il raddoppio di Mengozzi, ed uscendo sui giornali con questa battaglia…. per ora tace, preferisce prendersela con destinazione…. politicanti era solo un eufemismo.

    1. Vedo che sei in difficoltà. Ti ho già risposto non solo dicendo cosa avrei fatto io o cosa avrebbero fatto i verdi, ma cosa HANNO GIA’ FATTO nella stessa medesima occasione, quando nel 2007 sono usciti dalla maggioranza. Leggi sopra.

      Ripeto ancora una volta, la vostra consigliera ha firmato un appoggio al PD, al contrario io non ne farò mai parte per scelta. Pensi che non sarebbe stato conveniente? Forse prima di accusare e fare il brillante con queste cazzate, dovresti riflettere sui dati di fatto.

      Se non sai le cose, non cercare di prendere una posizione a tutti i costi e difendere la tua divinità, ma lascia agli altri questo compito. Se vuoi approfondire la questione, sono a tua completa disposizione.

      Tra parentesi, gli unici che si sono opposti al PD, oltre al centro-destra, in provincia sono stati proprio i Verdi.

      Quindi fermati un secondo, rifletti bene, e poi cerca altri vetri ai quali aggrapparti.

    2. No, no.
      E’ tutto molto semplice, non c’è una difficile chiave di lettura.
      Si tratta proprio di marmellatina.
      Comunque, sia chiaro, alla fin fine meglio Fusconi, molto meglio un avversario chiaro che un avversario “non so – non risponde”.

    3. veramente ti avevo risposto anch’io. riporto.

      la soluzione c’è. eccome. stai nel tuo angolo. rappresenti il tuo 4e4. lavori bene. rimani legato a ciò per cui ti sei fatto votare. duro e puro. e alle prossime, il 4e4 diventa l’8e8 e così via. portar via con trucchetti tutto e subito non è una strada diversa da quelle che conosciamo già da decenni che ha portato in malora l’italia. sinceramente? non mi aspettavo altro.

      disserto ot
      >io parto sempre con l’idea che le persone non
      >sono hitler o ghandi a prescindere,
      >ma si valuta quello che fanno di caso in caso.
      veramente lo hai fatto in questa stessa frase. due volte. usando due persone come sinonimo di ‘bene’ e ‘male’ assoluto, le hai valutate a prescindere, senza concedere loro una valutazione caso per caso. non che centri nulla con il flusso del discorso. così, solo per gioco…

  10. Chiudiamola qui, è meglio.

    Vi consiglio solo di guardare un film e pensare a tutte queste cose come se i protagonisti fossero altri.

    Il film è l’ONDA.

    Quando si guardano le cose da vicino, e ci si sente accusati, si chiudono le orecchie e si alza la voce.

    Non dobbiamo pensare che tutti i metodi siano giusti quando il fine è quello che ci pare giusto.

    Perché, come molti di quelli che oggi pensano il contrario poco tempo fa dicevano, il metodo è sostanza e diventa molto presto merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *