Appello del WWF per una mobilitazione pensante contro la caccia

Inoltro questo importante appello del WWF. Facciamoci sentire!


APPELLO URGENTE PER UNA MOBILITAZIONE PENSANTE DELLA GRANDE MAGGIORANZA SILENZIOSA

STOP ALLA NUOVA LEGGE SULLA CACCIA!
Decisione vergognosa del Senato della Repubblica, presi in giro milioni di italiani.

“Ciò che è accaduto nei giorni scorsi al Senato ha del vergognoso nei confronti dell’Europa, che è stata bellamente raggirata, ma soprattutto della natura e dei cittadini italiani, a cui qualcuno dovrà spiegare perché la caccia e i fucili vengano prima di tutto”.

Questa è la dichiarazione a caldo delle Associazioni ambientaliste italiane in seguito all’approvazione dell’ articolo 38 della legge Comunitaria che, tra le altre cose, cancella i limiti della stagione venatoria attualmente contenuti tra il 1° settembre e il 31 gennaio.

E’ stato ignorato il parere negativo del Ministero dell’Ambiente, che specificava come l’articolo avrebbe peggiorato anziché risolvere la situazione di infrazione rispetto alle norme comunitarie di tutela in cui l’Italia si trova sul tema caccia!

E’ stato ignorato il parere negativo dell’ISPRA, l’Autorità scientifica nazionale che si occupa della materia.

Sono stati ignorati e anzi dimenticati i pareri negativi dati dalle Commissioni competenti della Camera e dello stesso Governo, a partire dal ministro Ronchi, che aveva già bocciato un identico emendamento nel recente passato.

Tutto questo per assecondare una minoranza di cacciatori non ancora contenti di poter cacciare 5 mesi all’anno (e, per giunta, accedendo liberamente sui terreni privati) in un contesto di già grave inadempienza sul grave problema delle deroghe concesse per consentire la caccia ad alcune specie protette dall’Europa.

Il risultato che si otterrà con questo emendamento, qualora dovesse essere confermato dalla Camera, sarà una stagione venatoria dilatata ai mesi delicatissimi (per nidificazioni e migrazioni) di febbraio e agosto, con un danno grave alla natura e con un aumento del disturbo e dei rischi arrecati alle persone.

Insomma una situazione disastrosa e imbarazzante, resa persino beffarda dall’approvazione di un sub-emendamento presentato come “soluzione” ma che non cambia di una virgola la sostanza e la gravità della norma approvata sulla quale, a leggere le ultimissime agenzie, persino il Ministro Prestigiacomo dichiara di essere stata raggirata.

Ora si dovrà spiegare il perché di questa incredibile scelta a quel 90% di italiani che respingono ogni idea di allungamento della stagione venatoria.

E dovranno farlo in prima istanza il Ministro Ronchi, che si è assunto la responsabilità di una scelta così clamorosamente sbagliata, e il Presidente Berlusconi, cui 150 associazioni di cittadini, professionisti, ambientalisti, animalisti hanno chiesto invano un intervento risolutore.
Ora si preannuncia una battaglia politica alla Camera, per cui è quantomai importante dar vita ad una mobilitazione delle coscienze che sia molto intensa ed efficace.

Facciamo sentire tutti la nostra voce scrivendo:

alle redazioni dei quotidiani locali, (per Forlì: forli@corriereromagna.it; cronaca.forli@ilcarlino.net; forli@lavocediromagna.com)

e al quotidiano Repubblica, http://www.repubblica.it/cronaca/2010/01/29/news/no_alla_caccia_selvaggia_mandate_foto_e_testimonianze-2115981/

5 risposte a “Appello del WWF per una mobilitazione pensante contro la caccia”

  1. Ormai non mi stupisco piu’ di nulla, se anche alla coop si mettono
    a sgozzare gli animali, allora vuol dire che la battaglia per
    l’ambiente è definitivamente persa… si salvi chi puo’!

    1. io penso che la caccia vissuta in modo giusto e nelle dovute regole è forse l’unica cosa che ancora ci avvicina a quello che il nostro ritorno alle origini ,che ci fà vivere in modo sano in un mondo dove oramai le droghe l’alcol rovinano i nostri giovani,chi bandisce la caccia vuol dire che non ha capito niente della vita e mi fermo qui altrimenti rischierei di andare come si suol dire fuori dalle virgole w ora e sempre la caccia intesa come modus vivendi, Alex.

      1. Vuoi tornare alle origini?
        Usa arco e frecce…. se le prede che cacciate fossero armate con un bel fucile a pallettoni fareste meno gli sbruffoni e direste meno sciocchezze – caccia intesa come modus vivendi cosa significa? che giri per la strada col fucile a tracolla?
        Per quanto mi riguarda tra uno che si fuma una canna e si sbronza e un invasato igienista che non fuma e non beve ma spara a qualunque cosa si muove per sport, preferisco il primo.

        1. come volevasi dimostrare con uno come te caro M.arco V.alli non si puo dialogare ed è per questo che forse mi piacerebbe veramente girare per la strada col fucile a tracolla invece che andare a beccacce per i boschi,per cercare quelli come te.Gli invasati siete proprio voi cari animalisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *