C’è chi dice no

La puntata di questa sera di Report era, come al solito, da vedere.

Prima un servizio, coraggioso ed importante, sui conflitti d’interesse di chi ricopre contemporaneamente troppi incarichi pubblici e privati, poi uno sulle proprietà acquistate da Berlusconi ad Antigua, un paradiso fiscale.

Da vedere anche per la nuova rubrica, “C’è chi dice no“, con la storia di una persona onesta che ha  bloccato 4 mln di euro di sprechi di una azienda pubblica,  rifiutato una tangente offerta per ripensarci.

“Ovviamente” è stato infine allontanato dalla direzione della società.

Sentire queste storie restituisce dignità al nostro paese, e ringrazio di questo chi ha il coraggio di affrontarle e chi ha il coraggio di raccontarle.

8 risposte a “C’è chi dice no”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *