Sulla revisione della direttiva europea sulla vivisezione

Gira in rete un appello, diffuso specialmente su Facebook, a firmare una petizione contro la revisione della direttiva europea sulla sperimentazione animale (leggi vivisezione).

PARTECIPATE TUTTI FIRMANDO! A settembre il Parlamento Europeo voterà una legge per poter sperimentare sui gatti e cani RANDAGI
Chiediamo a tutti voi la massima diffusione e massiccia partecipazione. Vogliono approvare una legge a MISURA DI VIVISETTORE. Leggete tutto fino in fondo e poi firmate, magari non servirà a nulla ma non possiamo tacere e non provarci nemmeno….

Ora, è chiaro che un appello di questo tipo possa riscuotere un enorme successo, ma in realtà nasconde un paio di cosette molto importanti.

Prima tra tutte, questa non è una nuova legge, ma una revisione della direttiva vigente che è stata approvata nel 1986 ed ha per la sua vecchiaia molti difetti (infatti oggi la vivisezione non è vietata).

Quindi non si introduce la possibilità di vivisezionare, ma al limite la si mantiene.

Da quello che ho capito la revisione è migliorativa rispetto l’attuale.
Rimangono ancora diverse questioni da risolvere, come fa presente la LAV, però stoppare la revisione significherebbe stoppare anche gli altri miglioramenti.

Preferisco quindi la versione della petizione della LAV, che entra più nello specifico e chiede alcune modifiche, rispetto a quella di LEAL che invece è semplicemente contro la revisione (che non annulla quindi la direttiva vigente che permette comunque la vivisezione ed ha più di 20 anni).

E preferisco chi mi racconta tutta la storia rispetto a chi fa l’appello che fa più presa.

3 risposte a “Sulla revisione della direttiva europea sulla vivisezione”

  1. Ipotizzando di fare cosa gradita, ho riportato questa piccola ma azzeccata indagine su GiornalisticaMente.it (il link diretto lo metterò volentieri ma solo dietro esplicita richiesta), semplicemente perché è lo stesso tipo di verifica che stavo facendo anche io. Ma, tra i risultati restituiti dal motore di ricerca, c’era anche questa pagina che già riassumeva tutto, quindi a quel punto tanto valeva citarla per esteso. Qualora vi fossero inesattezze o rettifiche da apportare, invito a darne segnalazione.
    A presto e buona continuazione,+
    GC

  2. Salve sono ramaricata per questa nuova normativa…che come al solito a pagare sono i poveri animali…io firmerei tutte le ptizioni di questo mondo…giro sempre nei siti per trovarne qualcuna e dare il mio contributo,…ma molte volte mi chiedo perche..la voce di noi poveri comuni mortali..non viene sentita….continuero a firmare.e spero tanto che dal telegiornale senta anke qualche buona notizia..anke se le speranze ormai sono poche..viato che tutto gira intorno a soldi….anke la soferenza di questi poveri animali…avrei preferito non sentire nulla..almeno per evitarmi il dolore che ho provato qaundo ho sentito che e stata aprovata…
    Cordiali saluti…e forza..non arendiamoci….!!

  3. Ciao cari amici degli animali… Purtroppo quello che stiamo vivendo è terribile, e lo è ancor più quello che vivono i nostri amici quattrozampe….. Non riesco a concepire l’idea su tali atrocità nei confronti degli animali… Creature così tenere e dolci.. Che invece non ci faranno mai del male…. Ormai l’uomo sta distruggendo l’intero ecosistema, mi pare ovvio, ma noi ragazzi che possediamo un briciolo di buon senso FERMIAMO TUTTO QUESTO!!!! E’ dura, sarà difficile, probabilmente non daranno adito alla nostra opinione, ma noi CONTINUEREMO A LOTTARE E NON CI ARRENDEREMO… Dobbiamo crederci davvero… Ho firmato anch’io la petizione e firmerò tutto ciò che occorre per porre fine a queste torture ingiuste e senza alcuna giustificazione…
    Vi prego di partecipare all’evento che ho creato sul mio gruppo di Facebook contro la vivisezione… Dimostriamo di essere in tanti, fate girare il più possibile.
    Difendiamo i nostri amici.
    Salviamo le loro vite.

    Questo è il link, vi prego di partecipare e commentare in bacheca.
    Grazie anticipate.

    http://www.facebook.com/event.php?eid=162408010452008&index=1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *