Conclave ecologista e civico a Bologna 29 e 30 gennaio 2011

Bologna 29 e 30 Gennaio 2011 presso “La Scuderia”, Piazza Verdi 2.

Care Amiche e Cari Amici,Da alcuni mesi molte persone, associazioni e reti composti da donne e uomini di buona volontà stanno lavorando al sogno di costruire un processo costituente che raggruppi tutti i soggetti che vogliono portare il respiro della società civile nelle rappresentanze e nei luoghi della decisione, superando i limiti del sistema partitico attuale, con una visione ecologista, civica, democratica e sociale costruita dal basso.

Ci sono stati diversi appuntamenti importanti in varie città d’Italia che hanno cercato di coagulare tali sforzi e che hanno portato centinaia di realtà a conoscersi e confrontarsi, gettando le basi, a nostro avviso, per l’avvio di un processo unitario aperto, inclusivo e partecipato al quale tutti coloro che intendono partecipare sono invitati a dare un contributo attivo.

Le cose si stanno muovendo, in modo magari magmatico e incoerente, ma si stanno muovendo. Perciò vogliamo invitare tutti gli uomini e le donne di buona volontà, rappresentanti di associazioni, comitati e reti locali e nazionali, ad “autoconvocarsi” e ritrovarsi, tutti insieme, per discutere i percorsi da seguire per costruire il nuovo soggetto politico in maniera partecipata e condivisa.

leggi il resto su: Conclave ecologista e civico a Bologna 29 e 30 gennaio 2011.

2 risposte a “Conclave ecologista e civico a Bologna 29 e 30 gennaio 2011”

  1. Guardo con grandissimo interesse alla costituente ecologista.

    Le istanze ecologiche e democratiche si intrecciano sempre più, ben venga uno sforzo unitario che intenda cercare di portare avanti questi temi in maniera coerente.

    Speriamo ne nasca un soggetto realmente aperto alla società civile, ai movimenti, alle associazioni, in cui ecologia ed economia solidale non sono il fine ma una guida per indicare la strada giusta in ogni tema politico.

    Buona fortuna!

    1. Nei fatti lo è già. Il coordinatore del gruppo viene dalla Lipu, la maggioranza degli interventi in queste riunioni viene al di fuori delle esperienze politiche pregresse.

      La chiave è secondo me partecipare dall’inizio, non aspettare che gli altri facciano quello che per noi è giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *