E smettiamola col Conto Energia

In pochi anni il conto energia ha fatto nascere, quasi da zero, l’energia solare in Italia.
Un settore che ha dato lavoro a migliaia di persone, con una prospettiva di sostenibilità economica ed ambientale di medio/lungo termine.

Casca a pennello, quindi, la proposta di bloccare ad 8.000 MW gli incentivi, quota che pare verrà raggiunta già questa estate.

Girano in rete un appello ed una lettera, che vi consiglio di leggere ed inoltrare.

2 risposte a “E smettiamola col Conto Energia”

  1. Qui in Umbria siamo così devastati dai campi fotovoltaici, che quasi quasi siamo contenti se tolgono gli incentivi.

    Hanno distrutto paesaggi meravigliosi, speculazioni tremende, da non credere. Penso che in Italia non si rendano conto di quello che sta succedendo in questa regione.

    E naturalmente in cima ai nostri tetti, nei piccoli paesi, non ce li fanno mettere, là dove invece servirebbero davvero.

    Ad Amelia e Castel Giorgio le situazioni più disperate.

    1. Ci sono talmente tanti capannoni, abitazioni e parcheggi, che lo spazio certamente non mancherebbe. Questo problema si risolve a livello urbanistico, non sottraendo gli incentivi.

      Nei centri storici c’è bisogno di un po’ di attenzione in più, ma le soluzioni comunque non mancherebbero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *