Jobs Santo Subito

Mi spiace per Jobs, ma i commenti di questi giorni mi sembrano un tantino su di giri.
Jobs ha realizzato, tramite la sua azienda, enormi profitti vendendo in passato computer e di recente oggetti di design. Un design che univa una buona progettazione estetica alla semplicità d’uso dei device, più vicini alle persone che ai programmatori.

Però, però.

I suoi prodotti dialogavano quasi esclusivamente con gli altri prodotti della stessa azienda. Fosse stato per lui, la tecnologia personal sarebbe stata monomarca.

I suoi prodotti erano diventati uno status symbol a tal punto che troppe persone si sono spesso private di necessità maggiori per riuscire a sfoggiare l’ultima versione di un iQualcosa, spesso per utilizzarlo solo come ostentazione di lusso.

Come dice Stallman, la prigione per gli utenti di Jobs era “cool“, a differenza di quella passata di moda creata da Microsoft.
Per mettere un altro mattoncino di questa prigione in troppi hanno fatto la fila fuori dai negozi per precedere gli altri futuri felici possessori.

Jobs non ha inventato l’mp3, ha utilizzato questa invenzione a fini commerciali, e del resto non sembra nemmeno così importante: nessuno, parlando di diffusione digitale dei media, sa chi sono i veri inventori delle tecnologie che ci hanno aiutato in questo.

Jobs non ha inventato i personal computer, o gli smartphone.

Era certamente un formidabile uomo brand, capace di far crescere o calare i profitti di un gruppo multinazionale semplicemente presentandosi al talk di presentazione commerciale di un nuovo prodotto.

Ma non esageriamo, Steve Jobs non ha cambiato il Mondo, e per fortuna non l’ha cambiato come avrebbe voluto lui.

Ci sono elenchi di persone che più di lui hanno cambiato la storia dell’informatica ed hanno permesso quello che abbiamo oggi e quello che verrà domani, ma nessuno al di fuori degli addetti ai lavori li ricorderà mai.

Diamo loro un po’ dello spazio dedicato in questi anni alla pubblicità gratuita che in questi anni abbiamo fatto alla Apple.

3 risposte a “Jobs Santo Subito”

    1. Esatto, non ricordavo questo tuo post, ma ti ringrazio di avermelo citato. Questi sono personaggi che hanno veramente cambiato il Mondo, spesso rimanendo sconosciuti alle grandi masse…

      Ragionandoci sopra in queste ore mi è venuto il pensiero che la più grossa delle rivoluzioni della nostra epoca è che le buone idee non avrebbero più bisogno di grandi singoli seguiti dalle masse, ma di grandi numeri di liberi pensatori che le alimentino… Non siamo ancora abituati a questa idea, e non abbiamo ancora capito bene come organizzare queste idee, ma ci arriveremo… sperando di non seguire tutti un solo commerciale.

  1. Finalmente una voce fuori dal coro. C’è chi ha ringraziato Jobs per aver portato la musica ovunque – dimenticandosi che il Walkman Sony è invenzione antica; c’è chi lo ha osannato per l’invenzione dell’MP3 (e il buon Chiariglione dove lo mettiamo?) quando il primo lettore MP3 è nato almeno 3 anni prima dell’ipod. Il peana mediatico e indiscrimato sottolinea la povertà di vedute delle vedute di buona parte del giornalismo. Complimenti per l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *