Risparmiare tagliando sull’informatica?

Da anni l’informatica nella pubblica amministrazione è gestita sempre più attraverso l’esternalizzazione dei servizi. Parte di questo è forse dovuto al pensiero piuttosto diffuso della possibilità di risparmiare attraverso la concorrenza tra le imprese, che però nei grandi appalti è sempre molto limitata, ed al blocco delle assunzioni.

Quanto è successo al Ministero della Giustizia in questi giorni è stata anche una occasione per fare 2 conti sui costi di questa necessità, sempre più centrale.

Si scopre, così, che la spesa mensile di 3,5 milioni di euro per gli informatici esterni potrebbe essere ridotta, nel caso questo stesso numero di persone fosse assunto di ruolo, ad 810’000 euro.

Non conosco il calcolo che è stato fatto, ma certamente una riflessione, in tempi di crisi, andrebbe fatta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *