Un giorno senza carne

Paul McCartney si fa promotore di questa iniziativa, per incentivare le persone a non mangiare carne il lunedì:

L’idea non è male. Molti vegetariani vorrebbero che tutti gli altri lo diventassero, ma il risultato reale che si ottiene cercando di convincere gli altri è molto scarso, perché necessita di un cambiamento radicale delle abitudini di vita delle persone.
Ad oggi gli italiani vegetariani sono il 7% della popolazione.

Se una percentuale maggiore di persone mangiassero semplicemente meno carne di quella che consumano attualmente, invertendo la tendenza all’aumento, il consumo complessivo si ridurrebbe in maniera più veloce. Avere la metà delle persone che consuma la metà della carne, ad esempio, permetterebbe un rispamio del 25% dei consumi.

Non c’è bisogno di mangiarne tutti i giorni, tutto qui il messaggio.

Un’altra considerazione da fare è che non tutta la carne è uguale, dal punto di vista etico e da quello energetico/ecologista.
Solo guardando al consumo idrico, si capisce che un kg di manzo non è uguale ad un kg di pollo:

manzo 15’400 litri per kg
pecora 10’400 litri per kg
maiale 5990 litri per kg
capra 5520 litri per kg
pollo 4330 litri per kg

Sarebbe interessante anche conoscere il consumo idrico di un kg di McCartney, a tal proposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *