Profumeria Silvia supera quota 500 fan




Basta guardare la pagina di Facebook di Profumeria Silvia per capire che il numero di fan che ha raggiunto è assolutamente reale e destinato a crescere.
Ogni giorno qualcuno si complimenta per il servizio, la disponibilità e la velocità nelle spedizioni.
Avevo pochi dubbi, a riguardo, dal momento che si tratta di una profumeria con 35 anni di esperienza, fatta di rapporti con le persone, di consigli ai clienti, di prove fatte sui prodotti prima della loro vendita.

Congratulazioni al gruppo, quindi, ed altre 1000 di questi fan.

RistoBio Km0

RistoBio Km 0Alla Festa Artusiana di Forlimpopoli ci sarà anche un ristorante con prodotti biologici a km 0. Se l’esperimento dentro la festa funzionerà, ci saranno buone probabilità che il ristorante diventi un progetto stabile.

Quando Mussolini non era fascista

Per la serie di incontri “A cena con i libri”, mercoledì 17 giugno ore 20.30, Paolo Cortesi presenta il suo ultimo libro “Quando Mussolini non era fascista” (Newton Compton editori), presso il Cobà Music Dinner, via della Croce 7, Forlimpopoli. Per chi lo desidera, è possibile fermarsi per la cena (ristorante e pizzeria). Info: 0543.745196.

Elezioni Forlì: L’innovazione fa paura, ma occorre cambiare e smaltire le cattive pratiche.

Capisco la preoccupazione di Andrea Ragazzini sul porta a porta, i cambiamenti e l’innovazione fanno sempre un po’ paura a chi non è disposto a confrontarsi con le nuove tecnologie.

Le stesse frasi fatte, probabilmente diffuse ad arte da chi aveva interessi in ballo, si sentivano anche a Forlimpopoli prima dell’avvio di questo sistema. Dopo 2 mesi l’opinione pubblica si è ribaltata, come accade ogni volta, ed oggi il più del 90% dei cittadini non tornerebbe indietro.

Se lo scenario apocalittico che descrive Ragazzini, simile a quello ipotizzato inizialmente da Hera, fosse realistico, siamo sicuri che il consenso sarebbe questo?

Il porta a porta non è una utopia dei Verdi, che lo hanno proposto sul nostro territorio per primi , ma un sistema già diffuso in tutto il Mondo, con esempi che vanno dai piccoli comuni virtuosi come Ponte nelle Alpi alle metropoli ed i monolocali di Tokyo.

Nel Veneto è una realtà da anni, chiunque lo abbia visitato non ha visto città immerse dai rifiuti, come invece è accaduto in altre realtà che non fanno raccolta differenziata, ma strade finalmente libere e pulite, una maggiore attenzione ai beni comuni ed un amore per l’ambiente che si traduce positivamente anche nell’economia locale.

Tutti gli studi scientifici confermano che i cassonetti non permettono livelli elevati di raccolta differenziata, indipendentemente dalla buona volontà dei cittadini: grazie ai cassoni senza padrone è possibile smaltire rifiuti anche pericolosi per la salute in pieno anonimato. Inoltre basta un comportamento sbagliato per compromettere gli sforzi di tutto un quartiere.

Dato che il territorio è finito e non possiamo riempire di discariche le campagne e di cenere la nostra aria, occorre puntare a ridurre la quantità di rifiuti fino a tendere allo zero.

Sono sicuro che anche Andrea cambierà idea se i Verdi e Balzani avranno un buon risultato e riusciranno ad innovare la raccolta differenziata, esattamente come accaduto a Forlimpopoli ed in tutti i Comuni dove è stato applicato questo sistema.

Forlimpopoli: batbox per combattere le zanzare coi pipistrelli

Anche a Forlimpopoli hanno deciso di acquistare delle batbox per cercare di ospitare pipistrelli e sfruttarli nella lotta contro le zanzare.

I Pipistrelli, infatti, mangiano migliaia di zanzare ogni notte e queste iniziative, già provate in diversi comuni, permettono non solo di risolvere il problema dei fastidiosi insetti, ma anche di risparmiare migliaia di euro nelle disinfestazioni.

Purtroppo sono animali sentinella per l’inquinamento e si stanno allontanando dalle nostre città, ma con progetti specifici si può tentare di ripopolarle.