Fargo non è una storia vera

image

Nonostante in apertura di tutte le puntate della serie gli autori abbiano scritto

“Quella che vedrete è una storia vera.
I fatti narrati sono accaduti in Minnesota nel 2006.
Su richiesta dei superstiti, sono stati usati nomi fittizi.
Al di fuori del rispetto per i morti, tutto il resto è stato riportato fedelmente.”

Non c’è nulla di vero nella storia raccontata.
Io sinceramente trovo che ci sia qualcosa di sbagliato.

Joel Coen, uno dei due fratelli autori, spiega il motivo:
Se il pubblico crede che qualcosa sia basato su un evento reale, questo ti consente di fare cose che altrimenti non sarebbero accettate”.

Bene, se è un trucco per lasciare gli spettatori incollati alla serie, potevano almeno scriverlo alla fine dell’ultima puntata.