Alessandro Ronchi

gatti

Il Senatore Orsi propone di distruggere la tutela degli animali

Il Senatore Orsi (PDL) ha presentato un disegno di legge che oltrepassa ogni limite: caccia nei parchi, possibilità di abbattere orsi, lupi, cani e gatti vaganti, sanzioni per le regioni che tutelano troppo territorio dalla caccia, licenza di caccia a 16 anni, riduzione della vigilanza venatoria e tanto altro.

Ho il timore che il testo sia così volutamente provocatorio per puntare al vero obiettivo: anche un quarto delle cose introdotte sarebbe un salto indietro più che ventennale sulla tutela degli animali e la regolamentazione della caccia, ed il rischio è che si punti a 100 per ottenere 50.

Aggiornamento: Firma la petizione!

Nuovo aggiornamento: grazie anche alle proteste il testo della proposta (che al tempo dell’articolo era ancora in bozza) è stato cambiato in alcuni punti, ma mantiene diverse criticità, quindi la battaglia continua.

Potete trovare il nuovo testo su baseverde.org

Ho rimosso diversi commenti minacciosi ed offensivi sia nei confronti del Senatore sia di chi si opponeva alla sua proposta (come da regolamento dei commenti) . Si possono dire le stesse cose senza scadere nell’invettiva o nella volgarità. Penso che in un Paese civile si debba discutere in maniera civile e con un minimo di serietà.

Spenta la prima candelina di animalisenzacasa.org

Circa un anno fa a Forlì partiva il progetto del sito animalisenzacasa.org. L’idea era quella di fornire gratuitamente alle associazioni ed ai canili uno spazio per pubblicare gli annunci di adozione degli animali in cerca di un padrone, e dare la possibilità a tutti coloro che hanno un proprio sito web di pubblicare automaticamente uno o più annunci presi a caso tra quelli ancora attivi.

Così ogni giorno, da un anno, decine di blog mostrano una immagine di adozione presa a caso, ed i visitatori vengono a conoscenza della possibilità di adottare cani, gatti o altri animali. Un grosso aiuto è venuto dalla diffusione nazionale, ottenuta anche grazie ad un articolo sul Venerdì di Repubblica ed all’intervista di Tamarà Donà su Radio 101.

Nel primo anno dall’apertura abbiamo collezionato 1411 schede di adozione, delle quali 703 attive in questo momento, ed abbiamo aiutato l’adozione di 495 cani e 81 gatti sparsi per tutta la penisola italiana. In home page è possibile fare ricerche tra tutti gli annunci che ancora stanno aspettando una nuova casa.

SOASI, la cooperativa che lo ha realizzato, rivendica questi successi con una punta d’orgoglio e di felicità per esser riusciti a mettere in contatto i futuri padroni di animali sfortunati, spesso abbandonati, con le realtà che operano nel volontariato sul territorio nazionale.

Oggi chiunque può aiutarci con un piccolo spazio sul proprio sito, con un volantino appeso in un locale, con un piccolo contributo alle spese, sperando che quest’anno veda risultati ancora migliori di quelli ottimi del primo.

Su animali senza casa .org ci sono anche topolini

Quando ho pensato al progetto di un sito web dedicato alle adozioni gratuite di animali certamente non avevo immaginato che potessero essere inseriti anche topolini in cerca di casa , negli annunci. Una delle prossime modifiche sarà la possibilità di inserire annunci che non siano legati solo a cani e gatti, ma dato l’esiguo numero di schede (almeno inizialmente), non penso che inserirò una categoria per ogni specie. Voi cosa ne pensate? Meglio un generico “altro” nella tipologia di annunci, oppure l’inserimento di categorie tipo “roditori“, “conigli” e così via?

animalisenzacasa.org 2.0

Sono contento di annunciare la nuova veste grafica di www.animalisenzacasa.org. Ho modificato la template per rendere ancora più semplice sfogliare ed utilizzare il sito. Sono state aggiunte diverse funzioni, come la mappa degli annunci suddivisa per regioni e province.

Già che ci sono qualche dato aggiornato: 1064 schede inserite dalla sua apertura, 365 cani e gatti adottati (più di uno al giorno, visto che abbiamo iniziato a gennaio) 633 schede attive al momento, 55 referenti provenienti da tutt’Italia dal mondo dell’associazionismo, del volontariato e delle strutture pubbliche per il benesse animale.

Questo significa che ci sono tantissimi cuccioli che stanno aspettando un padrone. Potete aiutarli non solo adottandoli in prima persona, ma anche pubblicizzandoli con un banner casuale se avete un vostro sito (istruzioni).

Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato finora, che si meritano un grosso abbraccio.

Torna su