Controllare il SAR di un cellulare prima di acquistarlo

Quasi nessuno sa che i telefoni cellulari, per legge, devono essere testati e misurati anche per quanto riguarda le onde elettromagnetiche che fanno assorbire al corpo ed al cervello di chi li utilizza, prima di essere immessi sul mercato.
Ci sono dei valori limite, oltre i quali i dispositivi proprio non possono essere venduti, ma come tutti i valori limite sono piuttosto elevati, molto al di sopra di quello che le migliori tecnologie permetterebbero di raggiungere.

Su quello che possono provocare queste onde elettromagnetiche al nostro cervello si discute da anni, con risultati altalenanti a seconda di chi e come promuove la ricerca. Un dato sicuro è che meno esponiamo il nostro corpo e meno rischi abbiamo. Quindi il consiglio generale è sempre quello di non abusare e di utilizzare gli auricolari a filo, che riducono notevolmente il problema.

Il metodo di misurazione americano ed europeo sono diversi, ma a patto che si confrontino valori calcolati alla stessa maniera, si può verificare quali modelli siano migliori di altri.

Vi consiglio, per la verifica, questo sito:
http://www.sardatabase.com

Una cosa interessante, ad esempio, è che il nuovo iPhone 5 ha un valore di 0,901 W/kg, mentre il Samsung Galaxy SIII ha 0,342. Sono entrambi valori molto al di sotto del limite (che è 2 W/KG), ma uno è quasi un terzo dell’altro. Quindi se il rischio fosse proporzionale a questo valore, con il dispositivo di Apple avreste un rischio quasi 3 volte maggiore.

Ovviamente per gli smartphone il discorso è abbastanza complicato, per via delle tante funzioni che questi telefoni possono svolgere. Sicuramente alla piena operatività di connessione dati, bluetooth, GPS e quant’altro il valore potrà aumentare. Quindi un secondo consiglio che vi dò è di disabilitare le connessioni che non vi servonom, ed attivarle solo allo scopo.
Così vi durerà anche di più la batteria, tra l’altro.

Esistono applicazioni che vi permettono di abilitare la rete solo una volta ogni tanto, per controllare la posta automaticamente, e lasciarla spenta la maggior parte del tempo. Io uso Greenpower Premium, ma ce ne sono tante.

L’Apple iPhone 3G è tra i cellulari peggiori per livello di assorbimento di onde elettromagnetiche SAR

Come qualcuno di voi saprà, ho creato un programma che mette in ordine tutti i cellulari più diffusi per livello SAR, che è in sostanza un valore numerico che corrisponde a quante onde elettromagnetiche l’apparecchio fa assorbire al nostro corpo.

Grazie ad uno degli ultimi aggiornamenti di questa lista, creata sulla base dei dati forniti dai produttori e pubblicati da CNET, scopro che l’iPhone 3G è tra i peggiori, tra il 550° ed il 564° posto ex aequo con altri 14 modelli, su un totale di 691. Nella lista, bisogna ricordarlo, esistono cellulari ormai fuori dagli scaffali, quindi se venisse filtrata per quelli attualmente in commercio in italia quella posizione sarebbe peggiore.

Rapportato al limite di legge USA di 1,6 Watt per kg, l’iPhone ha un valore di 1.38.

Non è il peggiore in assoluto, ma per rendere più chiaro il concetto durante le telefonate con un iPhone 3G il nostro corpo (ed in particolare il cervello, più vicino all’apparecchio) assorbe le stesse onde elettromagnetiche di circa 5 Nokia N90 (che ha 0.22 W/kg) utilizzati contemporaneamente.

Senza entrare nel merito degli studi sugli effetti dell’uso dei cellulari per la salute umana, questa indicazione è utile per sapere quali sono i modelli che fanno assorbire più onde elettromagnetiche, presumibilmente aumentando le percentuali di rischio.

Questo ovviamente vale quando non si usa l’auricolare, che riduce drasticamente questi valori ma rende impossibile il confronto per le tante variabili.

Note: I valori SAR della tabella sono calcolati secondo gli standard USA per i modelli USA, quindi tutti più bassi in valore assoluto degli stessi calcolati con standard UE. A causa di questa differenza nel metodo di valutazione, probabilmente nei libretti d’istruzione degli iPhone italiani questi valori saranno più alti.

Per dare un’idea, negli USA il limite è di 1,6 Watt per kg, mentre in Europa è di 2 Watt per kg.

Per una descrizione dettagliata del SAR rimando a questi approfondimenti:
SAR 1, SAR 2

Acquistare un cellulare che emetta meno onde elettromagnetiche

Danni al cervello dei cellulariCome qualcuno di voi forse saprà ho creato tempo fa un programma che prende i valori SAR dei vari cellulari e li ordina in una unica tabella. Il SAR è una misura dell’assorbimento delle onde elettromagnetiche del nostro corpo ed in particolare per i cellulari viene calcolato attraverso uno studio del riscaldamento del cervello.
Al di là di tutte le discussioni sui danni possibili, acclarati o ipotizzati, provocati dall’uso intensivo della telefonia mobile, è chiaro che più basso sarà il valore SAR del nostro cellulare meno rischi correremo.
Per fortuna la legge europea obbliga i produttori a fornire questi valori, ma purtroppo il limite massimo importo dalla norma è molto più elevato della media. Questo significa che i produttori potrebbero fare di meglio, ma non sono obbligati.

E’ molto utile sapere, quindi, quali produttori si comportano meglio e quali modelli sono migliori. In generale si nota dalle tabelle che le funzioni accessorie solitamente innalzano il SAR.

I produttori non presenti nella tabella sono i peggiori in assoluto: rendendo difficile l’accesso al SAR dei loro modelli (pur mettendolo nel loro libretto di istruzioni per legge), non facilitano una scelta responsabile dei consumatori.

Scrivo questo nuovo post nella speranza di aumentare la consapevolezza sul significato del SAR e per comunicare che il programma della tabella è stato rinnovato. Ho dovuto modificare una delle due fonti dei dati, perché era stata rimossa dal sito. Oggi quello che è in tabella è un riassunto del sito della Nokia e di O2 Repubblica Ceca (!!). Se conoscete altri siti che abbiano tabelle con dati aggiuntivi comunicatemelo, li inseririrò come fonti per avere un quadro più completo possibile.

Leggi e stampa la tabella dei valori SAR dei cellulari
Leggi un po’ di spiegazione sui dati della tabella